Le mosse da fare se il mercato azionario crolla lunedì

Un’altra giornata difficile per le azioni potrebbe essere un segno che la correzione si sta materializzando. Innanzitutto niente panico, siamo sopravvissuti ad altri crolli in passato.

Il sell off dei mercati dello scorso lunedì non è stato solo un giorno di riposo per le azioni; è stato la più grande perdita giornaliera per l’indice di borsa S&P 500 e per il Dow Jones dallo scorso ottobre.

Niente di estremamente preoccupante per gli investitori che hanno visto le loro perdite essere recuperare velocemente i giorni successivi. Tuttavia, la portata del pullback è un chiaro promemoria del fatto che il mercato può crollare in qualsiasi momento, e dato l’incredibile guadagno dell’80% dell’S&P 500 registrato tra il minimo dello scorso marzo e il massimo di questo mese, un crollo futuro potrebbe essere molto più grande del calo dal 2% al 3% che abbiamo visto lunedì.

Con questo in mente, ecco le mosse da fare se domani il mercato azionario dovesse crollare (le mosse sono elencate in ordine di importanza). Il prossimo sell off del mercato potrebbe non finire come il primo, quindi il consiglio è non farti trovare impreparato.

Respira

È certamente più facile dirlo ora che farlo nel bel mezzo di un crollo del mercato azionario, ma non agitarti troppo per una grande svendita. Alcuni dei media finanziari traggono vantaggio dall’abbellire i pullback e dall’indurre un panico in piena regola, ma non è come se non avessimo mai visto e sopravvissuto a crolli del mercato prima. Questo non sarà diverso. La maggior parte del valore del tuo portafoglio di investimento rimarrà intatto, a condizione che tu abbia azioni di qualità e che tu il tuo portafoglio sia ben diversificato.

Il pensiero isterico non porta mai a un buon processo decisionale. Quindi, prima di ogni altra cosa, fai un paio di respiri profondi. È solo debolezza temporanea.

Abbandona le azioni più deboli

Supponendo che tu abbia calmato con successo i tuoi nervi con alcuni respiri profondi, ora prendiamo sul serio le scelte delle azioni che sono presenti nel tuo portafoglio.

Avere azioni growth nel portafoglio ti farà fare notti tranquille anche di fronte un importante ritracciamento, ma se hai raccolto anche alcune scelte più speculative come azioni meme dovresti liberartene prima possibile.

Una svendita travolgente metterà sotto pressione quasi tutti i titoli, indipendentemente dal loro calibro. Un forte pullback, tuttavia, può davvero capovolgere azioni di qualità inferiore.

Rispolvera la tua lista di controllo e crea un piano di ingresso

Sono apparentemente due passaggi diversi, ma in realtà è solo uno. Qualsiasi crollo di un giorno che dia il via a una vendita più prolungata è in definitiva un’opportunità di acquisto, ma non devi necessariamente iniziare la tua ricerca durante questi giorni più strazianti del crollo. Dovresti sempre tenere a portata di mano un elenco di potenziali acquisti se e quando i loro prezzi diventano abbastanza interessanti, ma quel prezzo dovrebbe essere predeterminato prima che si verifichi un sell off. Certo, potresti non entrare nel fondo esatto del titolo, ma acquistrare azioni di qualità a buon prezzo ti offrirà la possibilità di guadagnare molto nel momento che il mercato tornerà a salire.

Concentrati sul lungo periodo

Se il tuo istinto ti dice che un grande crollo di un giorno non ha molta importanza anche se è un presagio di una correzione importante, fidati del tuo istinto perché probabilmente è giusto: tra un anno qualsiasi sell off non avrà molta importanza.

Questo sarà difficile da credere per alcuni investitori, ma l’incessante rialzo dallo scorso marzo non è la norma del mercato. Le battute d’arresto e persino le correzioni in piena regola sono in realtà piuttosto comuni. Tra il 2000 e il 2019, l’S&P 500 ha registrato pullback del 10% o più 11 volte diverse, ed è sceso di quasi il 10% altre due volte. Eppure l’indice di riferimento dele mercato azionario americano ha comunque registrato guadagni netti in 15 di quei 20 anni e ha prodotto un guadagno medio annuo del 6% durante quel periodo di 20 anni.

Il punto è che una forte svendita è davvero qualcosa che un vero investitore a lungo termine può tranquillamente ignorare.

Ti potrebbe interessare:

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite Doveinvestire su Google News, Facebook, Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Per restare aggiornati sulle notizie pubblicate sul nostro portale attiva le notifiche dal pulsante verde in alto (Seguici) o iscriviti al nostro canale Telegram di Dove Investire

Avviso esplicito sui rischi: non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite o danni commerciali a causa di affidamento sulle informazioni contenute all’interno di questo sito, compresi i dati, le citazioni, i grafici e i segnali di acquisto/vendita. La negoziazione sui mercati finanziari è una delle forme più rischiose di investimento possibili. Tutti i prezzi e i segnali di acquisto/vendita sono indicativi e non adeguati ai fini di negoziazione, inoltre, non sono forniti da un cambio, ma piuttosto dai market maker, quindi potrebbero non essere precisi e possono differire dal prezzo effettivo di mercato. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite commerciali nelle quali si potrebbe incorrere come conseguenza dell’utilizzo di questi dati. Il testo riportato non costituisce attività di consulenza da parte di Dove Investire né, tanto meno, offerta o sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari. Le informazioni ivi riportate sono di pubblico dominio e sono considerate attendibili, ma il portale Dove Investire non è in grado di assicurarne l’esattezza. Tutte le informazioni sono date in buona fede sulla base dei dati disponibili, ma sono suscettibili di variazioni anche senza preavviso in qualsiasi momento dopo la pubblicazione. Si declina ogni responsabilità per qualsivoglia informazione esposta in questa pubblicazione. Si invita a fare affidamento esclusivamente sulle proprie valutazioni delle condizioni di mercato nel decidere se effettuare un’operazione finanziaria e nel valutare se essa soddisfa le proprie esigenze. La decisione di effettuare qualunque operazione finanziaria è a rischio esclusivo dei destinatari della presente informativa.

FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
Capixal Licenza CySEC
Piattaforma MT4 e Mobile
Oltre 350 CFD disponibili
apri ora
eToro Licenza CySEC, FCA
Social Trading
Protezione dei fondi
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 67 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Come proteggere il tuo portafoglio da una svendita del mercato azionario

Preoccupato per un crollo del mercato azionario? Agire per proteggersi dando la priorità alle società di alta qualità, aiuterà il tuo portafoglio a battere la volatilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.