Come prepararsi al prossimo crollo del mercato azionario

Sei spaventato per l’arrivo di un crollo del mercato azionario? Invece di preoccuparti, preparatati ad impostare il tuo portafoglio di investimento per il successo a lungo termine seguendo questi consigli.

Se avessi investito per la prima volta nel gennaio 2009, avresti cavalcato l’inizio del mercato rialzista più lungo della storia. E il tuo investimento nell’indice di riferimento americano S&P 500 sarebbe aumentato del 467% da allora!

Ma dopo un così lungo periodo di guadagni, il pensiero di un crollo del mercato azionario potrebbe essere terrificante. Ma quando si investe, un periodo di perdite è normale, fa parte del ‘gioco’. Piuttosto che avere paura del prossimo sell off del mercato, potresti cavartela meglio se ti prepari facendo queste quattro cose.

1- Studia i crolli del mercato azionario avvenuti in passato

Accumulare la ricchezza con i tuoi investimenti può richiedere anni, e se il mercato azionario crolla, puoi perdere una grossa somma del tuo denaro in un breve periodo di tempo. Ma quelle perdite sono temporanee e se riesci a controllare le tue emozioni a rimanere investito.

Gli ultimi tre crolli del mercato azionario sono avvenuti dal 2000 fino al 2002, il 2008 e marzo 2020. Se avessi posseduto azioni a grande capitalizzazione nel 2000, avresti subito perdite per un totale del 43% nei prossimi tre anni, ma entro il 2006 avresti recuperato tutto se fossi rimasto investito. Se avessi posseduto azioni a grande capitalizzazione nel 2008, avresti perso il 37% della tua ricchezza in un solo anno, ma entro il 2012 saresti tornato in verde. E se avessi posseduto questo tipo di investimento nel 2020, avresti perso il 34% dei tuoi soldi nel solo mese di marzo, ma entro luglio dello stesso anno avresti recuperato ogni euro perso.

Se avessi venduto i tuoi investimenti nel marzo 2020 pensando che il crollo sarebbe durato più a lungo, avresti perso una rapida ripresa e il tuo tasso di rendimento per l’anno avrebbe potuto risentirne. Ecco perché il tempo nel mercato è così importante. E mentre vendere le tue partecipazioni in modo da poter evitare un periodo di perdite può sembrare una buona idea, potrebbe finire per costarti molto.

Ti potrebbe interessare: Preoccupato per un crollo del mercato azionario? Queste le strategie che potrebbero aiutarti

2- Rivaluta la tua tolleranza al rischio

Se sei eccessivamente preoccupato per un crollo del mercato azionario, potrebbe essere che il modo in cui i tuoi investimenti sono allocati non sia allineato con i tuoi obiettivi. Maggiore è l’esposizione delle azioni, maggiore è il tasso di rendimento medio che puoi ricevere, ma questo comporta una maggiore volatilità, il che vuol dire che avrai maggiori profitti in anni di buone prestazioni del mercato azionario e maggiori perdite negli anni in cui il mercato azionario ha un rendimento negativo.

Se avessi posseduto il 100% delle azioni tra il 1926 e il 2020, avresti registrato un tasso di rendimento medio del 10,3%. Il tuo anno migliore ti avrebbe guadagnato il 54% e nel tuo anno peggiore avresti perso il 43%. Se queste oscillazioni sono eccessive per te negli anni cattivi, potresti disinvestire in modo da poter fermare le perdite, ma una strategia migliore potrebbe ridurre l’esposizione alle azioni. Se invece possedessi il 60% di azioni e il 40% di obbligazioni, il tuo tasso di rendimento medio in questo periodo di tempo sarebbe stato ridotto al 9,1%, ma il tuo anno peggiore di perdite sarebbe stato solo del 27% e il tuo anno migliore del 37%.

Puoi scoprire con quale rischio ti senti a tuo agio facendo un semplice quiz. Rispondere alle domande sul tuo orizzonte temporale e su come ti sei sentito in merito alla volatilità in passato, può darti una visione approfondita di come dovresti allocare al meglio le tue partecipazioni nel presente.

3- Pensa a lungo termine

Qual è il tuo obbiettivo di investimento? È per la pensione tra 20 anni o per mandare tuo figlio all’università tra 5 anni? Il denaro di cui hai bisogno a breve termine non dovrebbe essere investito in modo aggressivo. Come hai potuto vedere in passato, se lo perdi, potrebbero volerci anni per recuperare le perdite e potrebbe non permettere più il raggiungimento del tuo obiettivo.

Se, tuttavia, non avrai bisogno dei quei soldi per molti anni, non solo avrai tempo per recuperare le tue perdite, ma anche per aumentare considerevolmente la tua ricchezza. L’S&P 500 ha aperto il 3 gennaio 2000 a 1.469 e attualmente viene scambiato a 4.220, quasi tre volte tanto rispetto all’inizio del decennio! E se avessi investito 10.000 euro all’inizio del 2000, avresti 29.000 euro oggi.

Ti potrebbe interessare: 4 regole fondamentali da seguire prima del prossimo crollo del mercato

4- Cerca di capire come sei investito

Alcune azioni vengono scambiate in modo più volatile di altri. E in un anno come il 2008, le azioni della tua grande azienda avrebbero perso il 37%, ma un investimento in azioni dei mercati emergenti sarebbe diminuito del 53%.

Se la tua esposizione alle azioni è stata distorta in questa direzione, potresti aver perso più degli indici con cui hai confrontato il tuo tasso di rendimento. Comprendere le tue partecipazioni non ti impedirà di perdere denaro, ma potrebbe aiutarti a comprendere meglio i rischi che stai correndo. E sapere questo potrebbe aiutarti a impostare correttamente le tue aspettative, il che potrebbe anche aiutarti a rimanere investito durante un periodo di perdite.

Conclusioni

Un crollo del mercato azionario fa parte di un normale ciclo di mercato. E quanto bene riesci a superare uno potrebbe giocare un ruolo enorme in quanta ricchezza puoi accumulare nel corso della tua vita come investitore. E poiché è qualcosa che è destinato ad accadere, non dovresti temerlo. Invece, imparare a gestire le tue emozioni, educare te stesso e limitare le tue perdite è una strategia migliore per sopportare questo evento inevitabile.

Ti potrebbe interessare:

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite Doveinvestire su Google News, Facebook, Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Per restare aggiornati sulle notizie pubblicate sul nostro portale attiva le notifiche dal pulsante verde in alto (Seguici) o iscriviti al nostro canale Telegram di Dove Investire

Avviso esplicito sui rischi: non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite o danni commerciali a causa di affidamento sulle informazioni contenute all’interno di questo sito, compresi i dati, le citazioni, i grafici e i segnali di acquisto/vendita. La negoziazione sui mercati finanziari è una delle forme più rischiose di investimento possibili. Tutti i prezzi e i segnali di acquisto/vendita sono indicativi e non adeguati ai fini di negoziazione, inoltre, non sono forniti da un cambio, ma piuttosto dai market maker, quindi potrebbero non essere precisi e possono differire dal prezzo effettivo di mercato. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite commerciali nelle quali si potrebbe incorrere come conseguenza dell’utilizzo di questi dati. Il testo riportato non costituisce attività di consulenza da parte di Dove Investire né, tanto meno, offerta o sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari. Le informazioni ivi riportate sono di pubblico dominio e sono considerate attendibili, ma il portale Dove Investire non è in grado di assicurarne l’esattezza. Tutte le informazioni sono date in buona fede sulla base dei dati disponibili, ma sono suscettibili di variazioni anche senza preavviso in qualsiasi momento dopo la pubblicazione. Si declina ogni responsabilità per qualsivoglia informazione esposta in questa pubblicazione. Si invita a fare affidamento esclusivamente sulle proprie valutazioni delle condizioni di mercato nel decidere se effettuare un’operazione finanziaria e nel valutare se essa soddisfa le proprie esigenze. La decisione di effettuare qualunque operazione finanziaria è a rischio esclusivo dei destinatari della presente informativa.

FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
Capixal Licenza CySEC
Piattaforma MT4 e Mobile
Oltre 350 CFD disponibili
apri ora
eToro Licenza CySEC, FCA
Social Trading
Protezione dei fondi
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 67 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Come proteggere il tuo portafoglio da una svendita del mercato azionario

Preoccupato per un crollo del mercato azionario? Agire per proteggersi dando la priorità alle società di alta qualità, aiuterà il tuo portafoglio a battere la volatilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.