Home / Analisi dei mercati / L’indicatore Buffett ai massimi storici: questo è motivo di preoccupazione?

L’indicatore Buffett ai massimi storici: questo è motivo di preoccupazione?

Nel 2001, Warren Buffett ha notoriamente descritto il rapporto tra capitalizzazione di borsa e PIL come ‘la migliore misura singola di dove stanno le valutazioni in un dato momento‘.

Questo rapporto, ora comunemente noto come indicatore Buffett, confronta le dimensioni del mercato azionario con quelle dell’economia. Un rapporto alto indica un mercato sopravvalutato e, dall’15 aprile 2021, il rapporto ha raggiunto i massimi storici, indicando che il mercato azionario statunitense è attualmente fortemente sopravvalutato.

Con l’indicatore Buffett ai massimi storici, dobbiamo preoccuparci? Ci attende un crollo del mercato azionario?

La situazione attuale

L’indicatore Buffett, come detto, è il rapporto tra la valutazione totale del mercato azionario statunitense e il PIL. Per calcolare il rapporto, dobbiamo ottenere i dati per queste due metriche.

Questo il risultato dell’ultimo rilevamento del 15 aprile 2021 dell’indicatore Buffett:

  • Valore di mercato aggregato negli Stati Uniti: $ 51,8 t
  • PIL annualizzato del trimestre corrente (stima): $ 21,9 t

Indicatore Buffett: $ 51,8 T ÷ $ 21,7 T = 236%

Secondo il calcolo, attualmente è dell’80% (o circa 2,6 deviazioni standard) al di sopra della media storica, il che suggerisce che il mercato è fortemente sopravvalutato. Non è stato intorno a questo livello dalla bolla di Internet dei primi anni 2000. Il grafico storico di questo indicatore è mostrato di seguito:

Il grafico di Current Market Valuation (CMV) fornisce una panoramica di come è cambiato l’indicatore di Buffett dal 1950. Spiegheremo anche come viene calcolato il rapporto e perché le cose potrebbero non essere così disastrose come sembra.

La spiegazione dell’indicatore di Buffet

Prima di approfondire i dati, esaminiamo le nozioni di base: cos’è l’indicatore di Buffett e come viene calcolato il suo valore?

L’indicatore Buffett è un rapporto utilizzato dagli investitori per valutare se il mercato è sottovalutato, equo o sopravvalutato. Il rapporto viene misurato dividendo il valore collettivo del mercato azionario di un paese per il PIL della nazione.

Misurazione del valore totale

Current Market Valuation ha utilizzato l’indice Wilshire 5000, insieme ai dati della Federal Reserve per la componente storica, per misurare il valore collettivo del mercato azionario statunitense. Ecco uno sguardo al valore di mercato composito della nazione dal 1950:

Come indica il grafico, il mercato ha registrato una crescita costante dal 2010. E a partire dall’15 aprile 2021, il suo valore totale si attesta a $ 51,8 t.

Misurazione del PIL

Per i dati sul PIL dal 1950, Current Market Valuation è entrato negli archivi del Bureau of Economic Analysis del governo degli Stati Uniti:

Sebbene i dati dell’Ufficio di presidenza siano pubblicati trimestralmente, non forniscono le cifre più recenti. Quindi, per trovare il PIL del primo trimestre del 2021, CMV ha utilizzato i dati della Federal Reserve Bank di Atlanta e ha ottenuto un PIL annualizzato di $ 21,9 t.

Il rapporto

Secondo Warren Buffett, ‘se il rapporto supera i 200% … stai giocando con il fuoco‘.

E con l’attuale rapporto USA al 236%, circa l’80% in più rispetto alle medie storiche, sembra certamente che le cose si stiano riscaldando.

La storia si ripeterà?

Secondo l’espressione popolare dell’investimento, la tendenza è tua amica. E storicamente, l’indicatore Buffett ha predetto molte delle recessioni economiche più devastanti d’America.

Ecco uno sguardo ad alcuni momenti storici nel mercato azionario e in cui all’epoca era valutato l’indicatore Buffett:

Come mostra la tabella, il rapporto è aumentato durante la bolla delle dotcom ed è stato relativamente alto nei mesi precedenti la crisi finanziaria del 2008. Ma questo significa che dovremmo prendere l’attuale picco del rapporto come un avvertimento per un crollo del mercato azionario nel prossimo futuro? Secondo alcuni esperti, potremmo non aver ancora bisogno di allarmarci.

Perché alcuni investitori sono così fiduciosi nel mercato attuale? Uno dei fattori principali sono i bassi tassi di interesse, che dovrebbero rimanere bassi nel prossimo futuro.

Quando i tassi di interesse sono bassi, prendere in prestito denaro diventa più conveniente e i guadagni reali futuri valgono teoricamente di più, il che può avere un impatto positivo sul mercato azionario. E bassi tassi di interesse significano rendimenti minori per attività a basso rischio come le obbligazioni, il che riduce la domanda degli investitori e alla fine aumenta ulteriormente i prezzi delle azioni. Questo significa che, finché i tassi di interesse saranno ai minimi storici, l’indicatore Buffett rimarrà probabilmente alto.

Tuttavia, è noto che la storia si ripete. Quindi, anche se per ora potremmo non aver ancora bisogno di allacciare le cinture di sicurezza, vale sicuramente la pena prestare attenzione a questo rapporto cosi elevato.

Ti potrebbe interessare:

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite Doveinvestire su Google News, Facebook, Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Per restare aggiornati sulle notizie pubblicate sul nostro portale attiva le notifiche dal pulsante verde in alto (Seguici) o iscriviti al nostro canale Telegram di Dove Investire

Avviso esplicito sui rischi: non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite o danni commerciali a causa di affidamento sulle informazioni contenute all’interno di questo sito, compresi i dati, le citazioni, i grafici e i segnali di acquisto/vendita. La negoziazione sui mercati finanziari è una delle forme più rischiose di investimento possibili. Tutti i prezzi e i segnali di acquisto/vendita sono indicativi e non adeguati ai fini di negoziazione, inoltre, non sono forniti da un cambio, ma piuttosto dai market maker, quindi potrebbero non essere precisi e possono differire dal prezzo effettivo di mercato. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite commerciali nelle quali si potrebbe incorrere come conseguenza dell’utilizzo di questi dati. Il testo riportato non costituisce attività di consulenza da parte di Dove Investire né, tanto meno, offerta o sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari. Le informazioni ivi riportate sono di pubblico dominio e sono considerate attendibili, ma il portale Dove Investire non è in grado di assicurarne l’esattezza. Tutte le informazioni sono date in buona fede sulla base dei dati disponibili, ma sono suscettibili di variazioni anche senza preavviso in qualsiasi momento dopo la pubblicazione. Si declina ogni responsabilità per qualsivoglia informazione esposta in questa pubblicazione. Si invita a fare affidamento esclusivamente sulle proprie valutazioni delle condizioni di mercato nel decidere se effettuare un’operazione finanziaria e nel valutare se essa soddisfa le proprie esigenze. La decisione di effettuare qualunque operazione finanziaria è a rischio esclusivo dei destinatari della presente informativa.

FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
Plus500 Licenza ‎ASiC, CySEC, FCA
Il fornitore più quotato di CFD
Piattaforma WebTrader
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
Markets.com CySEC, FSCA, FCA e ASIC
Tecnologie all’avanguardia
Strumenti di trading
apri ora
Roinvesting Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
GKFX Licenza MFSA, Consob
Fondi dei clienti protetti
Segnali di trading in piattaforma
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Cosa ha reso Warren Buffett un investitore di successo

Il nome Warren Buffett è praticamente sinonimo di successo a Wall Street. Ma se vuoi conoscere i fattori che lo hanno reso il più grande investitore, leggi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.