Home / Analisi dei mercati / I motivi per cui la IPO di Coinbase è un investimento rischioso

I motivi per cui la IPO di Coinbase è un investimento rischioso

Sebbene le sue prospettive siano buone, investire sulla IPO di Coinbase non è la soluzione ideale per gli investitori conservatori. Questi i motivi per cui Coinbase è un investimento rischioso.

Coinbase, una delle principali piattaforme di scambio di criptovalute, farà il suo debutto in borsa in una quotazione diretta domani, mercoledì 14 aprile, scambiando con il ticker COIN. Questo debutto pubblico sarà un momento storico per l’industria delle criptovalute e per i suoi sostenitori.

La quotazione in Borsa di Coinbase arriva pochi mesi dopo che il valore di mercato totale di tutti i Bitcoin (BTC) in circolazione ha superato il valore di 1 trilione di dollari. Anche Ethereum (ETH), la seconda criptovaluta più grande al mondo, viene scambiata a livelli record ad oltre 2.000 dollari.

Ovviamente, Coinbase scommette sul fatto che la crescente domanda di criptovalute renderà la sua offerta pubblica e il suo modello di business un successo. Certamente, l’ingresso in Borsa arriva proprio al momento giusto, ma per gli investitori più conservatori, Coinbase sembra una scommessa troppo rischiosa.

Una dipendenza eccessiva dal trading per aumentare i profitti

Coinbase si distingue tra le altre IPO di ipercrescita recenti come Roblox e Snowflake. La società tecnologica ha registrato un utile netto di 322 milioni di dollari nel 2020, contro una perdita netta di 30 milioni di dollari nel 2019. I ricavi sono aumentati del 139%, inoltre Coinbase ha aumentato i ricavi più velocemente dei suoi costi, il che ha portato a espandere i margini e una linea di fondo in miglioramento.

Va tutto bene tranne un enorme avvertimento. Coinbase ha generato l’86% delle sue entrate lo scorso anno dalle commissioni di transazione, principalmente dal trading di criptovalute. E nel 2020, il volume degli scambi è aumentato del 142% anno su anno, producendo un aumento del 137% delle commissioni di transazione. Ma gli investitori dovrebbero notare che il 2020 è stato un anno particolarmente eccezionale per le criptovalute, durante il quale il prezzo di Bitcoin è quadruplicato da 7.184 dollari per token a 28.972 dollari.
In altre parole, il boom dei prezzi delle criptovalute può aumentare i volumi di scambio e i profitti di Coinbase. Ma vale anche il contrario. Nel 2018, le criptovalute sono crollate e i prezzi di Bitcoin sono scesi del 72% da 13.850 a 3.747 dollari. Quell’anno, il volume degli scambi di Coinbase è diminuito di oltre l’80%. Nello stesso periodo, il numero di utenti che effettuano transazioni su Coinbase ogni mese è diminuito del 67%.

In sintesi, le entrate di Coinbase sono legate al volume degli scambi di criptovaluta. Se l’attività di trading dovesse diminuire in modo significativo, Coinbase potrebbe tornare in rosso. Sebbene le borse tradizionali come CME Group e Intercontinental Exchange non siano immuni dalla volatilità dell’attività di trading, le ultime due sono molto più diversificate in termini di servizi e offerte di prodotti, il che riduce al minimo la volatilità che ogni singolo prodotto può causare ai finanziari complessivi.

Una valutazione elevata

Quando si tratta di Coinbase, c’è molto di cui entusiasmarsi. Ha conquistato la fiducia degli investitori retail e istituzionali, che hanno ‘parcheggiato’ il 12% di tutte le risorse di criptovaluta sulla sua piattaforma.

In qualità di attore leader nel suo settore, Coinbase è in una posizione ottimale. L’economia delle criptovalute ha un potenziale di crescita esplosivo e, se tale potenziale diventa realtà, l’azienda può cavalcare l’onda espandendo la sua quota di mercato.

Ma per gli investitori, la possibilità di trarre profitto da queste enormi potenziali opportunità non sarà economica. L’elenco diretto di Coinbase in Borsa potrebbe valutarlo a 100 miliardi di dollari, o 77 volte le vendite. Questo non è troppo allarmante. La recente IPO del cloud computing Snowflake ora viene scambiata a oltre 100 volte le vendite. Ma è comunque eccessivo sotto ogni punto di vista. In prospettiva, Hong Kong Exchange and Clearing Limited, operatore del terzo mercato azionario più grande del mondo, ha un valore di 76 miliardi di dollari.

Gli investitori potrebbero provare a giustificare la valutazione di Coinbase aumentando i suoi impressionanti tassi di crescita storici, nonché le sue interessanti prospettive. Ma se non riesce a soddisfare le sue rosee aspettative, la sua valutazione potrebbe facilmente crollare. Coinbase può anche essere trascinato in un crollo delle azioni tecnologiche: le correzioni tendono a colpire i nomi costosi più duramente.

Gli investitori dovrebbero investire l’IPO di Coinbase?

A lungo termine, Coinbase sembra pronta a crescere insieme all’economia crittografica. Ma investire a una valutazione così elevata comporta rischi evidenti. La maggior parte degli investitori farebbe bene a rimanere in disparte, osservare come si comporta Coinbase e, se interessati, attendere un punto di ingresso più attraente.

Se sei disposto a correre il rischio di investire su Coinbase il giorno in cui inizierà la sua quotazione in Borsa, sarebbe meglio iniziare con una piccola posizione e aggiungerla nel tempo.

Ti potrebbe interessare:

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite Doveinvestire su Google News, Facebook, Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Per restare aggiornati sulle notizie pubblicate sul nostro portale attiva le notifiche dal pulsante verde in alto (Seguici) o iscriviti al nostro canale Telegram di Dove Investire

Avviso esplicito sui rischi: non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite o danni commerciali a causa di affidamento sulle informazioni contenute all’interno di questo sito, compresi i dati, le citazioni, i grafici e i segnali di acquisto/vendita. La negoziazione sui mercati finanziari è una delle forme più rischiose di investimento possibili. Tutti i prezzi e i segnali di acquisto/vendita sono indicativi e non adeguati ai fini di negoziazione, inoltre, non sono forniti da un cambio, ma piuttosto dai market maker, quindi potrebbero non essere precisi e possono differire dal prezzo effettivo di mercato. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite commerciali nelle quali si potrebbe incorrere come conseguenza dell’utilizzo di questi dati. Il testo riportato non costituisce attività di consulenza da parte di Dove Investire né, tanto meno, offerta o sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari. Le informazioni ivi riportate sono di pubblico dominio e sono considerate attendibili, ma il portale Dove Investire non è in grado di assicurarne l’esattezza. Tutte le informazioni sono date in buona fede sulla base dei dati disponibili, ma sono suscettibili di variazioni anche senza preavviso in qualsiasi momento dopo la pubblicazione. Si declina ogni responsabilità per qualsivoglia informazione esposta in questa pubblicazione. Si invita a fare affidamento esclusivamente sulle proprie valutazioni delle condizioni di mercato nel decidere se effettuare un’operazione finanziaria e nel valutare se essa soddisfa le proprie esigenze. La decisione di effettuare qualunque operazione finanziaria è a rischio esclusivo dei destinatari della presente informativa.

FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
Plus500 Licenza ‎ASiC, CySEC, FCA
Il fornitore più quotato di CFD
Piattaforma WebTrader
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
Markets.com CySEC, FSCA, FCA e ASIC
Tecnologie all’avanguardia
Strumenti di trading
apri ora
Roinvesting Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
GKFX Licenza MFSA, Consob
Fondi dei clienti protetti
Segnali di trading in piattaforma
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Coinbase debutta col botto. Quotazione salita alle stelle

La società di criptovaluta Coinbase è entrata ufficialmente nel listino del Nasdaq nella giornata di ieri. Una partenza col botto come da previsione, che cosa aspettarsi ora?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.