Home / Analisi dei mercati / Il mercato azionario crollerà nel 2021? Cosa dovresti fare?

Il mercato azionario crollerà nel 2021? Cosa dovresti fare?

Si, il mercato azionario nel 2021 crollerà, una serie di catalizzatori inclusi i dati storici potrebbero non piacerti. Ecco cosa dovresti fare con i tuoi soldi l’anno prossimo.

Per un investitore il 2020 ha richiesto stomaco forte e una forte determinazione per restare fedeli alla tesi di investimento a lungo termine. Livelli di incertezza senza precedenti causati dalla malattia del coronavirus (COVID-19) hanno sorpreso i mercati in maniera così ampia come mai si era vista prima di quest’anno. Il più noto indice azionario della borsa di New York, il Dow Jones Industrial Average in 124 anni di storia ha registrato quest’anno 14 dei suoi 16 maggiori cali di punti in una singola sessione, insieme a 8 dei suoi 9 maggiori guadagni di punti in un giorno. Una volatilità non adatta certamente ai deboli di cuore, ma per chi ha saputo restituire ai paurosi cali di marzo, oggi si trova ad avere più denaro nel proprio portafoglio rispetto alle settimane pre-Covid.

Ora però la domanda sorge spontanea, il 2021 porterà lo stesso livello di volatilità e, oserei dire, un altro crollo del mercato azionario?

Prevedere le mosse del mercato a breve termine è impossibile, ma i dati storici ci danno sicuramente alcuni indizi su cosa aspettarci il prossimo anno.

Ti potrebbe interessare: Trading su Azioni | Come Investire su CFD di Azioni di Borsa

La storia suggerisce che gli investitori dovrebbero prepararsi per ulteriori ribassi

Tieni presente la frase usata da quasi tutte le società di investimento: “I risultati passati non sono garanzia di risultati futuri“. Tuttavia, la storia suggerisce che un altro crollo del mercato azionario è in arrivo, forse già nel 2021.

Secondo i dati della società di analisi di mercato Yardeni Research, ci sono stati otto anni di mercati ribassisti nell’indice S&P 500 (ovvero, cali di almeno il 20%) dal 1960 ad oggi. Nei tre anni successivi al minimo del mercato ribassista in ciascuno di questi cali, ci sono stati 13 casi in cui l’S&P 500 ha corretto al ribasso dal 10% al 19,9%. In altre parole, il tipico rimbalzo dal fondo di un mercato ribassista presenta una o due correzioni o crolli piuttosto considerevoli tra il 10% e il 19,9%.

I dati sono ancora più convincenti negli ultimi anni e questo suggerisce che assisteremo a un considerevole crollo del mercato azionario nel 2021. Dall’inizio del 2010, l’S&P 500 ha subito (almeno) 15 pullback del 5,8% o più, con 11 di questi verificatosi in un arco di 13-70 giorni di calendario (da due a dieci settimane). Ciò che questo ci dice è che, in media, stiamo assistendo a un calo considerevole nel benchmark S&P 500 ogni 8,7 mesi e che l’investimento emotivo a breve termine è ciò che spinge le azioni al ribasso durante questi crash del mercato.

Basandomi esclusivamente sui dati storici, suggerirei agli investitori di prepararsi per qualche ribasso del mercato azionario nel 2021.

Questi catalizzatori che potrebbero pesare sul mercato azionario

Ma non sono solo i dati storici di cui gli investitori devono preoccuparsi. Sebbene il mercato azionario degli Stati Uniti stia correndo sui massimi storici, ci sono molti fattori esterni che potrebbero pesare sul mercato nel 2021 e indurre gli investitori emotivi a correre verso l’uscita.

Fai Trading su Valute, Materie Prime, Azioni e Molto Altro. Conto DEMO gratuito, Formazione Completa. Vincitore Migliore Broker!

Il 73,9% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con Markets. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

La preoccupazione più evidente è l’attuale aumento delle infezioni da COVID-19. Questa potrebbe indurre alcuni stati a imporre restrizioni più rigide, incluso un secondo blocco. I mercati azionari americani non hanno tenuto conto della possibilità di un’altra chiusura in stati chiave come la California o New York.

Ma questo non è l’unico cosa che preoccupa gli investitori. Quando gran parte degli Stati Uniti ha chiuso durante la primavera, i legislatori si sono affrettati a far passare un mostruoso pacchetto di stimoli economici per aiutare le piccole imprese, i disoccupati e gli americani che lavorano. Questa opzione potrebbe mancare questa volta. Democratici e repubblicani a Capitol Hill non hanno trovato alcun accordo su un secondo pacchetto di stimoli e Trump potrebbe dimostrarsi meno incentivato a concludere un accordo con il suo mandato in due mesi.

Ci sono anche preoccupazioni riguardo allo sviluppo e alla distribuzione dei vaccini contro il coronavirus. I dati statistici storici indicano che meno di 2 vaccini sperimentali su 5 avranno successo negli studi clinici. Inoltre, non sappiamo ancora come le dosi di vaccini andranno dal punto A al punto B (ad esempio, il vaccino di Pfizer e BioNTech deve essere conservato a meno 112 gradi Fahrenheit). C’è quindi una reale possibilità che nessuna buona notizia soddisferà gli investitori e ci saranno eventi di tipo “vendi le notizie” quando si tratta di vaccini.

Ti potrebbe interessare: Azioni di borsa, dove investire per guadagnare sul ribasso dei prezzi

Ecco cosa dovresti fare con i tuoi soldi nel 2021

Avendo di fronte protettive future negative per investitori nel 2021, potresti pensare che sia prudente uscire dal mercato e stare alla finestra fino a che il peggio sia passato, ma questa è probabilmente la cosa peggiore che potresti fare. Sebbene i crolli del mercato azionario e le correzioni possano essere spiacevoli, raramente durano a lungo.

Allora, cosa dovresti fare? Come investire nel 2010?

Per prima cosa, rivedi il tuo portafoglio di investimento e assicurati che le tue tesi iniziali o aggiornate siano ancora vere. In altre parole, assicurati che i motivi per cui hai investito in un’azione siano ancora validi oggi. Se la tua tesi originale è ancora valida, non c’è motivo di farsi prendere dal panico anche se il mercato azionario subisce un importante crollo. Solo se la tua tesi di investimento è sostanzialmente cambiata allora si che è un buon momento per considerare la vendita.

Poiché ogni singolo crollo del mercato azionario e correzione nella storia è stato alla fine sostituito da un rally del mercato rialzista, qualsiasi considerevole svantaggio del Dow Jones o dell’S&P 500 rappresenta un’opportunità per investire su titoli innovativi e di alta qualità.

In definita, se nel 2021 si verificherà veramente un crollo del mercato azionario, come suggeriscono i dati storici, preparati a fare acquisti.

Ti potrebbe interessare:

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Prestare attenzione è d’obbligo, il consiglio è quello di restare aggiornati sulle notizie. Per fare questo, attiva le notifiche dal pulsante verde in alto (Seguici) o iscriviti al nostro canale Telegram di Dove Investire o visita la nostra pagina Facebook www.facebook.com/doveinvestire.blog

Seguici su:

Avviso esplicito sui rischi: non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite o danni commerciali a causa di affidamento sulle informazioni contenute all’interno di questo sito, compresi i dati, le citazioni, i grafici e i segnali di acquisto/vendita. La negoziazione sui mercati finanziari è una delle forme più rischiose di investimento possibili. Tutti i prezzi e i segnali di acquisto/vendita sono indicativi e non adeguati ai fini di negoziazione, inoltre, non sono forniti da un cambio, ma piuttosto dai market maker, quindi potrebbero non essere precisi e possono differire dal prezzo effettivo di mercato. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite commerciali nelle quali si potrebbe incorrere come conseguenza dell’utilizzo di questi dati. Il testo riportato non costituisce attività di consulenza da parte di Dove Investire né, tanto meno, offerta o sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari. Le informazioni ivi riportate sono di pubblico dominio e sono considerate attendibili, ma il portale Dove Investire non è in grado di assicurarne l’esattezza. Tutte le informazioni sono date in buona fede sulla base dei dati disponibili, ma sono suscettibili di variazioni anche senza preavviso in qualsiasi momento dopo la pubblicazione. Si declina ogni responsabilità per qualsivoglia informazione esposta in questa pubblicazione. Si invita a fare affidamento esclusivamente sulle proprie valutazioni delle condizioni di mercato nel decidere se effettuare un’operazione finanziaria e nel valutare se essa soddisfa le proprie esigenze. La decisione di effettuare qualunque operazione finanziaria è a rischio esclusivo dei destinatari della presente informativa.

FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
Trade.com Licenza CySEC, FSCA, Consob
Oltre 2000 asset disponibili
Conto Demo gratuito
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
GKFX Licenza MFSA, Consob
Fondi dei clienti protetti
Segnali di trading
apri ora
Markets.com Licenza CySEC, FSCA
Strumenti di trading avanzati
Strategie personalizzate
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
Roinvesting Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 68 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

L’oro torna a scendere rapidamente. Cosa spettarci ora?

L'ottimismo degli investitori nei confronti dei vaccini, i numeri delle infezioni Covid-19, il livello del dollaro e i piani di stimolo, sono questi i fattori più che influenzeranno l'oro nei prossimi giorni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.