Amazon accetterà veramente pagamenti con Bitcoin?

Un recente annuncio di lavoro di Amazon ha alimentato la speculazione secondo cui il gigante dell’e-commerce potrebbe prepararsi ad accettare pagamenti in Bitcoin (BTC). Dopo settimane di trend ribassista, la notizia ha spinto il prezzo di Bitcoin al livello più alto di questo mese con un balzo di circa 10.000 dollari.

Tutto questo accade pochi giorni dopo che il CEO di tesla, Elon Musk, ha affermato che era ‘molto probabile‘ che il produttore di veicoli elettrici avrebbe ricominciato ad accettare pagamenti in Bitcoin.

Amazon e Tesla sono stati i due recenti catalizzatori per il Bitcoin e il mercato delle criptovalute, ma cerchiamo di capire cosa c’è di vero dietro a queste notizie.

Si potrà realmente pagare con Bitcoin su Amazon?

Venerdì, Amazon ha pubblicato un annuncio per un Product Lead di valuta digitale e blockchain. Il post affermava che Amazon è alla ricerca di ‘un esperto per sviluppare la strategia di valuta digitale e blockchain di Amazon e la roadmap del prodotto‘.

La società vuole qualcuno con esperienza in blockchain, criptovalute e valute digitali della banca centrale (monete governative) per guidare la sua strategia globale di valuta digitale.

Il quotidiano londinese City A.M. ha ulteriormente alimentato le voci di corridoio con citazioni di un insider anonimo. La sua fonte ha affermato che l’annuncio di lavoro fa parte di un piano più ampio per Amazon di abbracciare le valute digitali. Ha detto che Amazon ha già superato la fase di esplorazione e che ‘Questa è una parte integrante, ben discussa e completa del futuro meccanismo di come funzionerà Amazon‘.

Secondo l’insider, Amazon spera di accettare pagamenti in Bitcoin entro la fine dell’anno. Integrerà quindi altre importanti criptovalute, come Ethereum (ETH) e Cardano (ADA).

Se tutto va bene, potremmo persino vedere Amazon lanciare il proprio token nel 2022.

Cosa significa questo per Bitcoin?

Il prezzo della criptovaluta è aumentato di quasi il 25% in tre giorni, passando da circa 30.000 dollari di venerdì ai 40.000 di lunedì mattina dollari al momento. Un rally che ha portato, anche se solo per poco, ad un prezzo del Bitcoin a oltre 40.000 dollari per la prima volta da metà giugno.

Alcuni analisti ritengono che questo potrebbe essere l’inizio di una rinascita per la prima criptovaluta. È una posizione ragionevole, dato che la straordinaria crescita dei prezzi all’inizio di quest’anno è stata in parte guidata dalla maggiore accettazione di Bitcoin. Tuttavia, prima di emozionarti per un’altra corsa al rialzo del BTC, tieni presente che oggi la situazione è molto diversa da febbraio.

Il prezzo di Bitcoin ha raggiunto il massimo storico di oltre 60.000 dollari ad aprile, ma poi si è dimezzato di valore nelle sei settimane successive circa. Infatti, solo una settimana fa (20 luglio), Bitcoin è sceso sotto della soglia dei 30.000 dollari per la prima volta da gennaio.

Il crollo dei prezzi del Bitcoin ha spaventato alcuni investitori, in particolare i nuovi investitori di criptovaluta che hanno sperimentato per la prima volta questa estrema volatilità.

La regolamentazione fa la sua parte

Ulteriori passi verso l’accettazione mainstream di Bitcoin avranno sicuramente un impatto positivo. Ma anche la regolamentazione e la fiducia degli investitori sono estremamente importanti.

I paesi di tutto il mondo si stanno muovendo verso una regolamentazione più severa delle criptovalute. E alcuni (come la Cina) hanno vietato del tutto gli scambi e i servizi di criptovaluta. Diversi paesi stanno anche lanciando le proprie monete governative, che probabilmente influenzeranno le criptovalute esistenti come Bitcoin.

Per essere chiari, la regolamentazione non è necessariamente un male per le criptovalute. Un’attenta regolamentazione che aumenti la fiducia dei consumatori senza soffocare questa industria nascente potrebbe aiutare Bitcoin a lungo termine. Una regolamentazione pesante, invece, avrebbe l’effetto opposto. Ecco perché così tante persone stanno aspettando con il fiato sospeso per vedere quale forma prenderà la regolamentazione.

Accettare pagamenti Bitcoin su Amazon è di per sé una cosa positiva, questo potrebbe spingere altri grandi rivenditori ad accettare la criptovaluta, ma ci sono anche molti altri fattori in gioco. Pertanto, in questo momento, è troppo presto per dire come andrà a finire e quale sarà il futuro del Bitcoin.

Ti potrebbe interessare:

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite Doveinvestire su Google News, Facebook, Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Per restare aggiornati sulle notizie pubblicate sul nostro portale attiva le notifiche dal pulsante verde in alto (Seguici) o iscriviti al nostro canale Telegram di Dove Investire

Avviso esplicito sui rischi: non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite o danni commerciali a causa di affidamento sulle informazioni contenute all’interno di questo sito, compresi i dati, le citazioni, i grafici e i segnali di acquisto/vendita. La negoziazione sui mercati finanziari è una delle forme più rischiose di investimento possibili. Tutti i prezzi e i segnali di acquisto/vendita sono indicativi e non adeguati ai fini di negoziazione, inoltre, non sono forniti da un cambio, ma piuttosto dai market maker, quindi potrebbero non essere precisi e possono differire dal prezzo effettivo di mercato. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite commerciali nelle quali si potrebbe incorrere come conseguenza dell’utilizzo di questi dati. Il testo riportato non costituisce attività di consulenza da parte di Dove Investire né, tanto meno, offerta o sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari. Le informazioni ivi riportate sono di pubblico dominio e sono considerate attendibili, ma il portale Dove Investire non è in grado di assicurarne l’esattezza. Tutte le informazioni sono date in buona fede sulla base dei dati disponibili, ma sono suscettibili di variazioni anche senza preavviso in qualsiasi momento dopo la pubblicazione. Si declina ogni responsabilità per qualsivoglia informazione esposta in questa pubblicazione. Si invita a fare affidamento esclusivamente sulle proprie valutazioni delle condizioni di mercato nel decidere se effettuare un’operazione finanziaria e nel valutare se essa soddisfa le proprie esigenze. La decisione di effettuare qualunque operazione finanziaria è a rischio esclusivo dei destinatari della presente informativa.

FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
Capixal Licenza CySEC
Piattaforma MT4 e Mobile
Oltre 350 CFD disponibili
apri ora
eToro Licenza CySEC, FCA
Social Trading
Protezione dei fondi
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 67 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Bitcoin, petrolio e mercato azionario USA. Cosa sta succedendo

Il Bitcoin vola sopra ai 60.000 dollari mentre la scalata del petrolio supera quota 61 dollari mentre continua la tendenza rialzista dei mercato azionario americano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.