Previsioni sull’aumento del greggio Brent se l’UE vietasse il petrolio russo

Le aspettative per l’aumento del prezzo del greggio Brent sembrano risuonare di nuovo sui mercati. Un divieto totale da parte dell’UE del petrolio russo potrebbe effettivamente portare a uno scenario del genere creando strozzature nell’approvvigionamento e uno spavento energetico.

Analizzando la situazione, Andy Lipow, Presidente di Lipow Oil Associates, una società di consulenza, parlando durante un’intervista alla CNBC, ha condiviso la sua opinione sui mercati petroliferi:

“Non credo che ci sarà un divieto totale. Ma penso che l’Unione Europea raggiungerà un accordo con Bulgaria, Repubblica Ceca, Slovacchia e soprattutto Ungheria”.

Ha anche aggiunto:

“Ora quando menzioni il divieto totale del petrolio nell’Unione Europea. Penso che il problema per il mercato sia, come faremo a trovare una fornitura alternativa sufficiente per farlo funzionare. Ciò significa che i prezzi devono continuare a salire. Mi aspetto che i prezzi del Brent tornino a 120 dollari al barile”.

✅ Stai cercando un corso completo su come realizzare profitti con il trading? Questo è l’ebook che fa per te… Questa guida ti aiuterà a comprendere i concetti e le regole fondamentali per avere successo nel trading.
👉 Scarica la guida gratuita!

Il consenso è fondamentale

Secondo il signor Lipow, i quattro paesi sopra menzionati dovranno probabilmente ottenere un’esenzione dal divieto petrolifero russo poiché non possiedono le capacità logistiche per evitare completamente l’energia del Cremlino. Finora, sembra che l’UE continuerà a rimuovere l’energia russa dai suoi territori, il che potrebbe comportare un aumento dei prezzi del petrolio.

D’altra parte, il potenziale rovescio della medaglia dei prezzi del Brent dipende attualmente dalla Cina e richiede la distruzione lì a causa dei nuovi blocchi Covid imposti dallo stato. Sulla base dell’azione sui prezzi del petrolio nelle settimane precedenti, sembra che gli operatori di mercato considerino la questione cinese come una questione transitoria.

Al culmine del lockdown da Covid nell’aprile 2020, la domanda di petrolio si è quasi completamente annullata, e i prezzi del petrolio sono entrati in territorio negativo per la prima volta nella loro storia.

Al momento è difficile riconoscere quali potrebbero essere questi rischi, ma è anche altamente improbabile che i prezzi del petrolio continuino a salire indefinitamente.

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite Doveinvestire su Google News, Facebook, Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Per restare aggiornati sulle notizie pubblicate sul nostro portale attiva le notifiche dal pulsante verde in alto (Seguici) o iscriviti al nostro canale Telegram di Dove Investire

Disclaimer: L’opinione qui espressa non è un consiglio di investimento, ma viene fornita solo a scopo informativo. Non riflette necessariamente l’opinione di doveinvestire.com. Ogni investimento e ogni trading comporta dei rischi, quindi dovresti sempre eseguire le tue ricerche prima di prendere decisioni. Non consigliamo di investire denaro che non puoi permetterti di perdere. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite o danni commerciali a causa di affidamento sulle informazioni contenute all’interno di questo sito, compresi i dati, le citazioni, i grafici e i segnali di acquisto/vendita. Il testo riportato non costituisce attività di consulenza da parte di Dove Investire né, tanto meno, offerta o sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari. Le informazioni ivi riportate sono di pubblico dominio e sono considerate attendibili, ma il portale Dove Investire non è in grado di assicurarne l’esattezza. Si invita a fare affidamento esclusivamente sulle proprie valutazioni delle condizioni di mercato nel decidere se effettuare un’operazione finanziaria e nel valutare se essa soddisfa le proprie esigenze. La decisione di effettuare qualunque operazione finanziaria è a rischio esclusivo dei destinatari della presente informativa.

FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
eToro Licenza CySEC, FCA, ASIC
Social Trading
Deposito minimo 50€
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, CSSF
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
XTB Licenza FCA, CySEC, KNF
Piattaforma professionale
Affidabilità e supporto
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 62 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Petrolio scende sotto i 100 dollari, mentre continua la volatilità sui mercato

Sui mercati continua la discesa dei prezzi del petrolio causa l'attenuazione del conflitto in Ucraina e l'aumento del numero di casi Covid in Cina. Mattinata negativa anche per il mercato azionario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.