Home / Mercato Azionario / Azioni Coinbase. Il suo successo a lungo termine è molto difficile

Azioni Coinbase. Il suo successo a lungo termine è molto difficile

È molto difficile che Coinbase abbia successo a lungo termine; troppe cose dovrebbero andare per il verso giusto. Investire su azioni Coinbase potrebbe non avere molto senso.

La piattaforma di trading di criptovalute Coinbase è diventata pubblica la scorsa settimana e, dopo alcuni giorni di grande volatilità, con i prezzi delle azioni che hanno oscillato tra i 310,05 e i 428,93 dollari, nell’ultima chiusura di mercato lo stock si è posizionato a 320,82 dollari, mentre la capitalizzazione di mercato è scesa a 118,53 miliardi di dollari.

Coinbase genera entrate quasi interamente dalle commissioni di transazione. I ricavi sono stati di circa 1,3 miliardi di dollari nel 2020, in aumento del 140% rispetto all’anno precedente. Queste commissioni di transazione sono piuttosto redditizie: Coinbase ha generato un reddito netto di 322 milioni di dollari lo scorso anno.

Le azioni Coinbase (NASDAQ: COIN) vengono scambiate per un rapporto prezzo / vendite di circa 50 e un rapporto prezzo / utili di 200. Se la società fosse, diciamo, un fornitore di software in abbonamento che si prevedeva crescesse a un ritmo rapido e costante per molti anni, questi rapporti potrebbero avere senso, ma dato il modello di business di Coinbase, sono quasi impossibili da giustificare, riteniamo che sia difficile per l’azienda mantenere questa quotazione.

Se le criptovalute diventano mainstream, è un male per Coinbase

I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e questa estrema volatilità li rende per lo più inutili come valute del mondo reale. Un’azienda che accetta Bitcoin come pagamento, ad esempio, quasi certamente converte immediatamente quel Bitcoin in dollari o in un’altra valuta reale.

Affinché la criptovaluta abbia una reale utilità, la volatilità deve rallentare. Ma se ciò dovesse accadere, ci sarebbero poche ragioni per le persone a speculare sui prezzi delle criptovalute, dato che non ci sarebbe più il potenziale per rendimenti rapidi e massicci come oggi. Se la speculazione si placa, lo stesso vale per il volume degli scambi. E se il volume degli scambi scende, i ricavi di Coinbase crolleranno.

Uno dei motivi per cui le persone sono disposte a pagare commissioni eccessive per acquistare e vendere criptovalute sono le enormi oscillazioni di prezzo. Pagare 2,99 dollari per acquistare 100 dollari di Bitcoin, che è ciò che Coinbase addebita, non ha alcun senso se non ti aspetti che il valore di Bitcoin aumenti.

Se le criptovalute rimangono strumenti di trading speculativo, è un male per Coinbase

Se il Bitcoin e altre criptovalute non avranno mai a nulla in termini di utilizzo nel mondo reale, Coinbase ha un’altro serio problema. Dati i grossi margini di Coinbase, c’è un sacco di spazio per i concorrenti per ridurre le commissioni.

La concorrenza garantirà che l’agevolazione degli scambi di criptovaluta non rimanga un’attività con un margine così alto. Proprio come le piattaforme di trading azionario online, che in questo momento non addebitano affatto commissioni, sarà una corsa al ribasso per le piattaforme di trading di criptovaluta.

Coinbase potrebbe fare soldi in altri modi, ma le opzioni saranno limitate se la criptovaluta rimane per lo più un veicolo per giocatori d’azzardo e speculatori.

Cosa può accadere a Coinbase

Il business di Coinbase dipende dalle persone che credono che la criptovaluta un giorno potrebbe diventare mainstream e avere un’utilità nel mondo reale, ma che quello scenario non si risolverà mai. Questo è fondamentalmente lo status quo oggi.

È come se Coinbase fosse seduto in cima a una collina. Una spinta a sinistra – stabilizzando i prezzi delle criptovalute e l’utilità del mondo reale – fa precipitare Coinbase in una direzione mentre il volume degli scambi si prosciuga. Una spinta a destra – l’accettazione che la criptovaluta rimarrà una risorsa puramente speculativa – fa precipitare Coinbase nella direzione opposta mentre la concorrenza impone commissioni più basse. Vista in questo modo, sembra una situazione molto fragile per Coinbase.

E, naturalmente, i prezzi delle criptovalute potrebbero crollare e l’interesse di investitori e speculatori potrebbe svanire, senza che nessuno degli scenari si verifichi. Ovviamente, anche questo sarebbe un male per Coinbase.

Se vuoi investire in criptovaluta, acquista criptovaluta. Come scommessa sul futuro della criptovaluta, le azioni Coinbase non hanno molto senso.

Ti potrebbe interessare: Come investire in azioni Coinbase

Prezzo in tempo reale delle azioni Coinbase (COIN)

 

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite Doveinvestire su Google News, Facebook, Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Per restare aggiornati sulle notizie pubblicate sul nostro portale attiva le notifiche dal pulsante verde in alto (Seguici) o iscriviti al nostro canale Telegram di Dove Investire

Avviso esplicito sui rischi: non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite o danni commerciali a causa di affidamento sulle informazioni contenute all’interno di questo sito, compresi i dati, le citazioni, i grafici e i segnali di acquisto/vendita. La negoziazione sui mercati finanziari è una delle forme più rischiose di investimento possibili. Tutti i prezzi e i segnali di acquisto/vendita sono indicativi e non adeguati ai fini di negoziazione, inoltre, non sono forniti da un cambio, ma piuttosto dai market maker, quindi potrebbero non essere precisi e possono differire dal prezzo effettivo di mercato. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite commerciali nelle quali si potrebbe incorrere come conseguenza dell’utilizzo di questi dati. Il testo riportato non costituisce attività di consulenza da parte di Dove Investire né, tanto meno, offerta o sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari. Le informazioni ivi riportate sono di pubblico dominio e sono considerate attendibili, ma il portale Dove Investire non è in grado di assicurarne l’esattezza. Tutte le informazioni sono date in buona fede sulla base dei dati disponibili, ma sono suscettibili di variazioni anche senza preavviso in qualsiasi momento dopo la pubblicazione. Si declina ogni responsabilità per qualsivoglia informazione esposta in questa pubblicazione. Si invita a fare affidamento esclusivamente sulle proprie valutazioni delle condizioni di mercato nel decidere se effettuare un’operazione finanziaria e nel valutare se essa soddisfa le proprie esigenze. La decisione di effettuare qualunque operazione finanziaria è a rischio esclusivo dei destinatari della presente informativa.

FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
Plus500 Licenza ‎ASiC, CySEC, FCA
Il fornitore più quotato di CFD
Piattaforma WebTrader
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
Markets.com CySEC, FSCA, FCA e ASIC
Tecnologie all’avanguardia
Strumenti di trading
apri ora
Roinvesting Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
GKFX Licenza MFSA, Consob
Fondi dei clienti protetti
Segnali di trading in piattaforma
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

In arrivo a breve il nuovo fondo ETF su Bitcoin di JPMorgan a gestione attiva

JPMorgan Chase potrebbe diventare la più grande banca statunitense ad abbracciare la criptovaluta come asset class con il lancio di un fondo Bitcoin (BTC) a gestione attiva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.