La variante Omicron spaventa. È un punto di svolta per i mercati finanziari

La settimana appena conclusa potrebbe rappresentare un punto di svolta per i mercati. Da oggi in poi, infatti, potremmo anche vivere un periodo di grande incertezza, in ragione della scoperta della variante Omicron del Covid 19 che, con il suo alto numero di mutazioni, ha generato grande preoccupazione, a causa della sua trasmissibilità e capacità di eludere gli anticorpi.

Venerdì i mercati hanno vissuto una giornata di passione perché non hanno ancora capito se si tratti di un qualcosa di passeggero oppure se dovremo rassegnarci a nuovi lockdown e nuove restrizioni, con tutte le conseguenze del caso sugli aggregati macro come crescita, occupazione ecc… Per ora non sappiamo come finirà, in ragione del fatto che ci vorrà qualche settimana per capire se questa nuova variante sfugga o no agli anticorpi. Nel mentre però i mercati hanno manifestato paura e tensione, a cominciare dalla discesa dei mercati azionari, senza dimenticare l’improvvisa reazione dello yen, tornato finalmente quella valuta rifugio che in passato avevamo imparato a conoscere. Venendo ai listini Usa, quelli sui cui si concentrano le attenzioni dei più grandi investitori, segnaliamo la caduta dai massimi di 2.000 punti del Dow Jones, pari a circa il 6%, mentre S&P e Nasdaq hanno lasciato sul terreno rispettivamente il 3.8% e il 4.6%. Il Dax per contro ha perso quasi l’8% dai massimi.

Sulle valute, solitamente meno volatili e più liquide, lo yen ha guadagnato un 2.2% sul dollaro, mentre l’EurUsd dai minimi ha recuperato circa 150 pips, pari a circa l’1.4%, Si tratta di movimenti ridotti, data la liquidità presente sul Forex, ma certamente significativi rispetto alla volatilità media dell’ultimo anno. Ora, al di là dei movimenti di ogni coppia di valute, tra cui avevamo segnalato i cross dell’Euro come EurAud, EurNzd, EurCad che avevamo richiamato, vedendoli decisamente al rialzo, come possibile anticipo di un risk off, dobbiamo cercare ora di capire quanto durerà questa fase eventuale di avversione al rischio, per ipotizzare un qualche scenario da qui a fine anno.

Le banche centrali, in questo contesto, non staranno a guardare, e cercheranno quindi di gettare acqua sul fuoco per limitare la caduta dei prezzi nei mercati più importanti. Tra l’altro ad aiutare le autorità monetarie c’è la discesa dei prezzi delle materie prime che hanno ceduto pesantemente terreno in ragione dei timori che, eventuali possibili chiusure e restrizioni, possano intaccarne la domanda. Il petrolio ha perso 17 dollari dai massimi, pari a circa il 24% in due settimane. Ciò potrebbe calmierare i prezzi e i timori di una esplosione dell’inflazione, riducendo la tensione e la paura degli investitori relativamente a possibili rialzi dei tassi anticipati. E questo aiuterebbe quindi la correzione dei mercati al rialzo e il famoso rally di natale che molti analisti avevano richiamato. Ma l’indice Vix è salito in 5 sedute da 18 a 28 punti mentre l’indice fear and greed da quota 64 di venerdì mattina è sceso velocemente a 31 segnalando un importante aumento della tensione.

A giocare contro un eventuale recupero dei mercati vi sono le enormi posizioni long a mercato, che dipendono dall’enorme massa di liquidità che le banche centrali e i governi hanno immesso tra il marzo 2020 fino ad oggi sui mercati stessi, liquidità che è stata la principale ragione della salita negli ultimi due anni.Chi prevarrà? Lo vedremo. Difficile da dirsi con certezza perché molto dipenderà anche dalle dichiarazioni che le diverse case farmaceutiche rilasceranno in merito al grado di efficacia dei diversi vaccini in relazione a questa nuova variante. Ergo, siamo in una fase dove fare previsioni è come giocare alla roulette. Meglio stare con posizioni leggere ed essere estremamente flessibili per catturare movimenti che potrebbero anche essere impulsivi. Ma una cosa è certa: rispetto alle ultime crisi passeggere, questa, fin dall’inizio, è parsa leggermente diversa. Vedremo se si fermerà per tempo oppure se questa palla di neve diventerà una valanga.

La settimana tra l’altro sarà interessante perché venerdì avremo i dati sui payrolls, dati che potrebbero comunque segnalare ulteriore ripresa del mercato del lavoro, unitamente alle dichiarazioni di Powell al Congresso. In aggiunta non dimentichiamo l’incontro dell’Opec che fornirà indicazioni su un eventuale accordo per aumentare la produzione. Tra i dati segnaliamo i Pmi manifatturiero e dei servizi a livello globale e i dati sul Pil del terzo trimestre per Australia e Canada nel primo mondo e per Brasile, India e Turchia per i mercati emergenti. Occhio poi anche ai dati sull’inflazione di Eurozona e la produzione industriale e le vendite al dettaglio per il Giappone. Per i trader sono momenti da sfruttare: c’è volatilità ed è tutto estremamente interessante.

Saverio Berlinzani per ActivTrades.

Profilo dell’analista

Saverio Berlinzani

Nel 1989 inizia il suo percorso lavorativo nel mercato valutario come spot trader per il Banco Lariano. Dal ’91 per la Banque San Paolo di Parigi come trader su lira e franco francese. Dal ‘92 presso il Banco Lariano di Milano spot trader su tutte le valute SME. Dal ’95 per Swiss Bank Corporation capo cambista – Lugano, Ginevra, Londra.

In questi anni, oltre alla specializzazione sul mercato dello spot come market maker, ha sviluppato conoscenze del mercato dei derivati come trader di posizionamento per l’Istituto (Opzioni vanilla ed esotiche), nonché conoscenza diretta delle valute legate ai paesi emergenti (carry trades).

Dal ’98 è rientrato in Italia come Libero professionista in qualità di Consulente Finanziario e Patrimoniale – Presidente e socio fondatore di una società broker in forex. Dal 2009 ad oggi, trader indipendente nel mercato valutario fondatore del sito www.saveforex.it, community di traders con cui condivide quotidianamente in tempo reale la sua operatività forex attraverso una chat e un webinar live.

Chi è ActivTrades

ActivTrades (www.activtrades.eu/it) è un Broker specializzato nella negoziazione di Forex e CFD. Fondata nel 2001, è oggi una delle società leader del settore.
Il suo obbiettivo è quello di massimizzare le attività di trading dei propri clienti, offrendo ad essi una combinazione unica di elementi quali una vasta gamma di strumenti finanziari, spread competitivi e un eccezionale servizio di assistenza.

Dal suo quartier generale, situato nella City di Londra, ActivTrades offre i suoi servizi a una vasta clientela globale che, negli anni, ha potuto apprezzarne l’innovazione continua, l’eccellente ambiente di trading e un’efficace gestione del rischio.

Il Servizio di assistenza ai clienti di ActivTrades è disponibile 24 ore al giorno, da domenica sera a venerdì sera, in 14 lingue tra cui Italiano, Inglese, Francese, Spagnolo, Cinese e Arabo.

ActivTrades Europe SA è autorizzata e regolata dalla Commission de Surveillance du Secteur Financier (CSSF) in Lussemburgo. ActivTrades Europe SA è una società registrata in Lussemburgo, numero di registrazione B232167. ActivTrades Europe SA è una sussidiaria di ActivTrades PLC, autorizzata e regolata dalla Financial Conduct Authority, con numero di registrazione 434413. ActivTrades PLC è una società registrata in Inghilterra e Galles, numero di registrazione 05367727.

Per conoscere in dettaglio i prodotti e i servizi offerti visita il sito www.activtrades.eu/it. Vedi qui la nostra recensione e opinioni su ActivTrades.

I vantaggi di fare trading con ActivTrades

Il Broker londinese ActivTrades offre le migliori condizioni di trading confermate dai più prestigiosi riconoscimenti e sostenuta da trader di tutto il mondo

Miglior esecuzione

Trading con precisione a partire da 0,5 pip su EURUSD, senza requote o costi nascosti.

Supporto Clienti Pluripremiato

Assistenza 24/5, via email, chat e telefono in oltre 14 lingue.

Protezione dei fondi

Assicurazione integrativa per proteggerti fino a 1.000.000£

Il trading mobile

Fai trading ovunque tu sia, con la nostra piattaforma web o mobile.

  • No commissioni nè costi nascosti per aprire o chiudere un ordine;
  • Trading a partire da un micro lotto e massimizza la flessibilità del tuo trading con leva;
  • Supporto clienti italiano rapido e disponibile;
  • Le migliori piattaforme di trading;
  • Webinar settimanali e formazione personalizzata con formatori specializzati;
  • Demo gratuita.
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 65% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con ActivTrades. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite Doveinvestire su Google News, Facebook, Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Per restare aggiornati sulle notizie pubblicate sul nostro portale attiva le notifiche dal pulsante verde in alto (Seguici) o iscriviti al nostro canale Telegram di Dove Investire

Disclaimer: L’opinione qui espressa non è un consiglio di investimento, ma viene fornita solo a scopo informativo. Non riflette necessariamente l’opinione di doveinvestire.com. Ogni investimento e ogni trading comporta dei rischi, quindi dovresti sempre eseguire le tue ricerche prima di prendere decisioni. Non consigliamo di investire denaro che non puoi permetterti di perdere. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite o danni commerciali a causa di affidamento sulle informazioni contenute all’interno di questo sito, compresi i dati, le citazioni, i grafici e i segnali di acquisto/vendita. Il testo riportato non costituisce attività di consulenza da parte di Dove Investire né, tanto meno, offerta o sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari. Le informazioni ivi riportate sono di pubblico dominio e sono considerate attendibili, ma il portale Dove Investire non è in grado di assicurarne l’esattezza. Si invita a fare affidamento esclusivamente sulle proprie valutazioni delle condizioni di mercato nel decidere se effettuare un’operazione finanziaria e nel valutare se essa soddisfa le proprie esigenze. La decisione di effettuare qualunque operazione finanziaria è a rischio esclusivo dei destinatari della presente informativa.

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
XTB Licenza FCA, CySEC, KNF
Piattaforma professionale
Affidabilità e supporto
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, CSSF
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
eToro Licenza CySEC, FCA, ASIC
Social Trading
Deposito minimo 50€
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 62 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

È un momento chiave per i mercati finanziari

Dopo quasi tre settimane di attività ridotta per le festività, i mercati finanziari ripartono mentre per gli operatori aumento delle incertezze e quindi della volatilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.