Home / Mercati finanziari / La banche centrali rimangono ancora prudenti sull’inizio del tapering

La banche centrali rimangono ancora prudenti sull’inizio del tapering

La settimana appena terminata, ha confermato ancora una volta, come le banche centrali siano ormai aperte verso un prossimo tapering, ovvero un restringimento della liquidità fornita a cittadini e imprese per affrontare la pandemia, ma che contestualmente siano anche estremamente prudenti e in parte orientate a mantenere il Qe aperto quanto più possibile. La ragione deriva dal fatto che la nuova variante Delta, sta creando non pochi imbarazzi alla comunità scientifica che ancora dibatte sui vaccini e non riesce di fatto a garantire una riapertura totale rispetto ai lockdown precedenti. Tutto ciò ha contribuito a rallentare la ripresa economica nell’ultimo trimestre anche se in alcune aree del primo mondo, Usa, Gran Bretagna e Germania, l’inflazione continua a mostrare i muscoli, costringendo i banchieri centrali a dare un colpo al cerchio e uno alla botte rispetto alle tre variabili che osservano con attenzione, ovvero pandemia, crescita e inflazione. Vi sono infatti altre aree del mondo ove l’inflazione è ancora abbondantemente sotto al 2% per cui le autorità monetarie faticano a parlare di restringimento della liquidità. Tutto questo genera enorme incertezza sui mercati, che sanno che non potranno avere liquidità all’infinito e prima o poi dovranno fare i conti con il rialzo dei tassi generalizzato.

Questa settimana è stata caratterizzata dalla decisione sui tassi da parte della Bce che di fatto ha promesso di ridurre parte degli 80 miliardi mese di acquisti di titoli facenti parte del programma Pepp, anche se Miss Lagarde ha chiaramente detto che non si tratta di tapering, ma semplicemente di ricalibratura degli acquisti che rimarranno ampiamente accomodanti. Il programma peraltro rimarrà in vita fino almeno al marzo 2022. La Bce ha poi lasciato intendere, che, di fatto, di tapering si parlerà nella riunione di fine anno, per dettare le tempistiche per l’anno successivo, relativamente ai programmi di sostegno economico.

Anche la Bank of Canada, attesa alla decisione sui tassi, ha di fatto mantenuto il Qe ai livelli precedenti dimostrando un atteggiamento dovish rispetto alle precedenti riunioni, nelle quali aveva anticipato il rallentamento degli acquisti di titoli, subendo poi una rivalutazione eccessiva del tasso di cambio, che aveva penalizzato gli aggregati macro. Anch’essa quindi si è mantenuta prudente.

I rendimenti dei titoli di stato questa settimana sono leggermente saliti, tornando, nel caso dei Treasuries, sopra l’1.35% mentre sul fronte valutario il dollaro ha recuperato terreno contro le principali valute, pur rimanendo nel trading range che stiamo lavorando ormai da quasi 7 mesi. Fino a quando le banche centrali non prenderanno una posizione netta relativamente alle tre variabili di cui abbiamo accennato in precedenza, non crediamo ci si possa discostare da questi trading range. Se osserviamo le varie valute, segnaliamo il dollaro neozelandese, il più forte in assoluto nel panorama delle majors e delle commodities currencies, in ragione di un atteggiamento particolarmente hawkish della Rbnz, che dovrebbe essere la prima banca centrale dei paesi del primo mondo, ad alzare il costo del denaro, già nel 2022.

Sul fronte dati la settimana entrante si annuncia particolarmente interessante in ragione della pubblicazione dell’inflazione per Usa e Uk, con gli investitori curiosi di capire se le recenti pressioni sui prezzi subiranno uno stop in mezzo al rallentamento della crescita economica. Attenzione anche alle vendite al dettaglio e produzione industriale per Usa e Cina, oltre ai numeri sull’occupazione per Australia e ancora Uk. Infine un occhio di riguardo per i numeri sulla bilancia commerciale per Eurozona e Giappone.

Sul fronte price action, segnaliamo i minimi di AudNzd che scende da 12 settimane consecutive e a nostro avviso è arrivata su livelli estremamente interessanti di medio termine. EurUsd e Cable sono nel range delle ultime settimane mentre UsdCad potrebbe attaccare 1.2720 e 1.2760, prime resistenze chiave.

Saverio Berlinzani per ActivTrades.

Profilo dell’analista

Saverio Berlinzani

Nel 1989 inizia il suo percorso lavorativo nel mercato valutario come spot trader per il Banco Lariano. Dal ’91 per la Banque San Paolo di Parigi come trader su lira e franco francese. Dal ‘92 presso il Banco Lariano di Milano spot trader su tutte le valute SME. Dal ’95 per Swiss Bank Corporation capo cambista – Lugano, Ginevra, Londra.

In questi anni, oltre alla specializzazione sul mercato dello spot come market maker, ha sviluppato conoscenze del mercato dei derivati come trader di posizionamento per l’Istituto (Opzioni vanilla ed esotiche), nonché conoscenza diretta delle valute legate ai paesi emergenti (carry trades).

Dal ’98 è rientrato in Italia come Libero professionista in qualità di Consulente Finanziario e Patrimoniale – Presidente e socio fondatore di una società broker in forex. Dal 2009 ad oggi, trader indipendente nel mercato valutario fondatore del sito www.saveforex.it, community di traders con cui condivide quotidianamente in tempo reale la sua operatività forex attraverso una chat e un webinar live.

Chi è ActivTrades

ActivTrades (www.activtrades.eu/it) è un Broker specializzato nella negoziazione di Forex e CFD. Fondata nel 2001, è oggi una delle società leader del settore.
Il suo obbiettivo è quello di massimizzare le attività di trading dei propri clienti, offrendo ad essi una combinazione unica di elementi quali una vasta gamma di strumenti finanziari, spread competitivi e un eccezionale servizio di assistenza.

Dal suo quartier generale, situato nella City di Londra, ActivTrades offre i suoi servizi a una vasta clientela globale che, negli anni, ha potuto apprezzarne l’innovazione continua, l’eccellente ambiente di trading e un’efficace gestione del rischio.

Il Servizio di assistenza ai clienti di ActivTrades è disponibile 24 ore al giorno, da domenica sera a venerdì sera, in 14 lingue tra cui Italiano, Inglese, Francese, Spagnolo, Cinese e Arabo.

ActivTrades Europe SA è autorizzata e regolata dalla Commission de Surveillance du Secteur Financier (CSSF) in Lussemburgo. ActivTrades Europe SA è una società registrata in Lussemburgo, numero di registrazione B232167. ActivTrades Europe SA è una sussidiaria di ActivTrades PLC, autorizzata e regolata dalla Financial Conduct Authority, con numero di registrazione 434413. ActivTrades PLC è una società registrata in Inghilterra e Galles, numero di registrazione 05367727.

Per conoscere in dettaglio i prodotti e i servizi offerti visita il sito www.activtrades.eu/it. Vedi qui la nostra recensione e opinioni su ActivTrades.

I vantaggi di fare trading con ActivTrades

Il Broker londinese ActivTrades offre le migliori condizioni di trading confermate dai più prestigiosi riconoscimenti e sostenuta da trader di tutto il mondo

Miglior esecuzione

Trading con precisione a partire da 0,5 pip su EURUSD, senza requote o costi nascosti.

Supporto Clienti Pluripremiato

Assistenza 24/5, via email, chat e telefono in oltre 14 lingue.

Protezione dei fondi

Assicurazione integrativa per proteggerti fino a 1.000.000£

Il trading mobile

Fai trading ovunque tu sia, con la nostra piattaforma web o mobile.

  • No commissioni nè costi nascosti per aprire o chiudere un ordine;
  • Trading a partire da un micro lotto e massimizza la flessibilità del tuo trading con leva;
  • Supporto clienti italiano rapido e disponibile;
  • Le migliori piattaforme di trading;
  • Webinar settimanali e formazione personalizzata con formatori specializzati;
  • Demo gratuita.
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 62% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con ActivTrades. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite Doveinvestire su Google News, Facebook, Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Per restare aggiornati sulle notizie pubblicate sul nostro portale attiva le notifiche dal pulsante verde in alto (Seguici) o iscriviti al nostro canale Telegram di Dove Investire

Avviso esplicito sui rischi: non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite o danni commerciali a causa di affidamento sulle informazioni contenute all’interno di questo sito, compresi i dati, le citazioni, i grafici e i segnali di acquisto/vendita. La negoziazione sui mercati finanziari è una delle forme più rischiose di investimento possibili. Tutti i prezzi e i segnali di acquisto/vendita sono indicativi e non adeguati ai fini di negoziazione, inoltre, non sono forniti da un cambio, ma piuttosto dai market maker, quindi potrebbero non essere precisi e possono differire dal prezzo effettivo di mercato. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite commerciali nelle quali si potrebbe incorrere come conseguenza dell’utilizzo di questi dati. Il testo riportato non costituisce attività di consulenza da parte di Dove Investire né, tanto meno, offerta o sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari. Le informazioni ivi riportate sono di pubblico dominio e sono considerate attendibili, ma il portale Dove Investire non è in grado di assicurarne l’esattezza. Tutte le informazioni sono date in buona fede sulla base dei dati disponibili, ma sono suscettibili di variazioni anche senza preavviso in qualsiasi momento dopo la pubblicazione. Si declina ogni responsabilità per qualsivoglia informazione esposta in questa pubblicazione. Si invita a fare affidamento esclusivamente sulle proprie valutazioni delle condizioni di mercato nel decidere se effettuare un’operazione finanziaria e nel valutare se essa soddisfa le proprie esigenze. La decisione di effettuare qualunque operazione finanziaria è a rischio esclusivo dei destinatari della presente informativa.

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
Roinvesting Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
Brokereo Licenza CySEC
No commissioni su CFD
Segnali di trading
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Tapering Fed più vicino? Un primo segnale dal rialzo dei rendimenti dei titoli di stato americano

I rendimenti dei titoli del tesoro salgono del +1.38% a dimostrazione di un probabile tapering imminente. Segnali che alimentano un aumento della tensione sui mercati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.