Home / Finanza Personale / Prestiti / Prestiti personali, aumentano le richieste online

Prestiti personali, aumentano le richieste online

Aumentano sempre di più le richieste di prestiti personali. Soprattutto è evidente come in molti si rivolgano alle richieste di questi finanziamenti direttamente online attraverso i servizi che vengono messi a disposizione da banche e società finanziarie autorizzate. Le ultime indagini mettono in evidenza anche che nel corso dei primi sei mesi di quest’anno è aumentato anche l’importo medio richiesto, che corrisponde a circa 7.960 euro. Si tratta di un dato molto significativo, perché il tutto corrisponde al 5% in più rispetto allo stesso periodo del 2018. La percentuale di coloro che richiedono un piccolo prestito online è passata dal 12% al 19%.

I dati emersi dalle ultime indagini

Per maggiori informazioni su come funzionano i prestiti personali vi consigliamo le risorse di Prestitisenzabusta.it. I dati delle indagini condotte negli ultimi tempi sono molto importanti, perché ci danno un’idea di come per esempio sia cresciuta, nelle richieste di prestiti personali, la percentuale degli under 25 che si rivolgono a questa domanda.

Per cui si può dire modificata anche l’età media di chi attualmente richiede un prestito, visto che si parla di una media di 38 anni, un dato che si è abbassato rispetto agli anni precedenti. Gli studi mettono in evidenza che i prestiti personali hanno di solito una media di durata pari a quattro anni e mezzo.

Inoltre mostrano come aumenti la percentuale di domande che arrivano dalle donne. In particolare è stato riscontrato che nei primi sei mesi del 2019 le richieste arrivate dalle donne rappresentavano il 37%. Poiché le donne rappresentano un quarto dei richiedenti a livello totale, si può riflettere su che cosa questo dato possa significare.

Per quanto riguarda le somme che sono oggetto di richiesta, ci si concentra soprattutto sulle somme che vanno comprese tra i 3.000 e i 5.000 euro, anche se aumentano le richieste più grandi, dopo i 10.000 euro, che dal 19% arrivano al 22%.

Perché sono importanti i prestiti personali

Non dimentichiamo che stiamo vivendo un periodo di difficoltà economiche, molto evidenti soprattutto per alcune famiglie italiane che non riescono ad arrivare alla fine del mese. Proprio per questo motivo i prestiti personali possono essere molto importanti, perché corrispondono alla necessità di una maggiore liquidità oppure possono rappresentare uno strumento molto utile per far fronte a delle spese impreviste.

Tutto ciò è possibile perché i prestiti personali rientrano nella categoria dei prestiti non finalizzati. Per richiedere questi prestiti non c’è bisogno di legarli all’acquisto di un bene o di un servizio in particolare e quindi si ha più libertà nella richiesta stessa.

I documenti fondamentali

Ma come fare ad ottenere i prestiti personali? Anche quando si tratta di piccoli prestiti, bisogna ricordarsi come sia fondamentale provvedere a fornire alcuni documenti essenziali. Innanzitutto bisogna presentare un documento d’identità, in modo da mostrare che il richiedente abbia più di 18 anni. È richiesta anche una copia del codice fiscale. I cittadini extracomunitari devono presentare anche una copia del permesso di soggiorno.

Oltre a tutti questi documenti, vanno presentati alla banca o alla società finanziaria anche i documenti che attestino la propria situazione reddituale. I lavoratori dipendenti sono tenuti a presentare l’ultima busta paga.

I lavoratori autonomi possono presentare la dichiarazione dei redditi e il modello F24. I pensionati devono presentare il cedolino della pensione.

Questi documenti che dimostrano il reddito sono molto importanti, perché di solito la banca o la società finanziaria autorizzata li tengono in grande considerazione. Infatti servono a limitare i rischi di insolvenza.

Servono in qualche modo da garanzia, in modo che la banca stessa possa rendersi conto di quanto sia importante stabilire un piano di ammortamento tenendo conto di opportune rate mensili in corrispondenza alla capacità finanziaria di colui che ha richiesto il prestito.

Da parte del richiedente è sempre molto importante prestare attenzione ai tassi di interesse che vengono applicati ed eventualmente si potrebbe usufruire della possibilità di un preventivo, in modo da tenere maggiormente in considerazione il proprio budget a disposizione per il pagamento delle rate.

Soprattutto va considerata l’incidenza di un tasso fisso o di un tasso variabile, per fare gli opportuni confronti e valutare la propria capacità di rimborsare tutte le rate del prestito, senza poi ritrovarsi in condizioni sfavorevoli che non permettono di restituire il debito in base alle scadenze stabilite.

Migliori Broker Forex e CFD

Broker Caratteristiche Inizia
Itrader Licenza CONSOB, CySEC
Conto clienti protetto
Broker ECN
apri ora
24Option Licenza CONSOB, CySEC
Supporto clienti
Formazione professionale
apri ora
activtrades Licenza CONSOB, FCA
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
GMO Trading Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 68 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti sui indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

La spread influenza mutui, prestiti e finanziamenti a lungo termine

Ovunque si parla di spread e il suo significato non è da poco! Si tratta del ricarico che ogni banca decide di aggiungere al tasso di base quale proprio ricavo.

Regolamento dei commenti di Dove Investire

Puoi commentare anche come ospite secondo le finalità della Privacy Policy e della normativa privacy Disqus.

Leggi il nostro REGOLAMENTO dei commenti prima di commentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.