Home / ETF / Come investire in ETF. La guida completa per principianti

Come investire in ETF. La guida completa per principianti

Molti investitori principianti sono spesso ansiosi di aprire un conto di intermediazione ed investire su azioni di borsa con l’obbiettivo di guardare soldi extra o lasciare crescere il proprio portafoglio ad un ritmo maggiore dell’inflazione.

Ma dopo aver detto questo, è importante non dimenticare che i fondi negoziati in borsa e gli ETF sono spesso più vantaggiosi per un nuovo investitore perché generano rendimenti più affidabili e possono aiutare con la diversificazione.

Questa guida per principianti che ti insegnerà come investire in ETF e sapere se questa tipologia di investimento giusto per te. Partiamo

Cos’è un ETF?

Un exchange traded fund (ETF) è un fondo che detiene più asset anziché un solo titolo. Le attività possono includere azioni, obbligazioni o materie prime.

Un ETF può contenere centinaia o migliaia di asset. Le attività possono rappresentare una varietà di industrie diverse o solo un singolo settore. Inoltre, possono contenere asset internazionali o solo asset americani.

Poiché un ETF contiene così tante attività diverse, può essere un ottimo modo per un investitore per diversificare il proprio portafoglio di investimenti.

Come funzionano gli ETF?

Spieghiamo come funziona un ETF. In primo luogo, un fornitore di fondi (di solito una società di intermediazione) acquista tutte le attività sottostanti che verranno utilizzate nel fondo. Quindi, il fornitore del fondo progetta un fondo che seguirà la performance di tutte le attività sottostanti. Infine, il fornitore del fondo vende azioni del fondo agli investitori.

Gli azionisti possiedono una parte dell’ETF, ma non possiedono nessuna delle attività sottostanti, che sono ancora di proprietà del fornitore del fondo. Tuttavia, tutti gli azionisti che hanno una partecipazione nell’ETF riceveranno dividendi dalle azioni del fondo.

Gli azionisti dell’ETF hanno diritto agli interessi guadagnati e ai dividendi generati dalle attività del fondo e possono anche ottenere un valore residuo in caso di liquidazione dell’ETF.

Gli ETF vengono acquistati e venduti in una borsa durante la giornata di negoziazione, a differenza dei fondi comuni di investimento, che vengono negoziati una volta alla fine della giornata di negoziazione. Pertanto, gli ETF possono essere un’opzione di investimento adatta sia per gli investitori a lungo termine che per i trader più attivi.

Come accennato in precedenza, gli ETF sono un’opzione interessante per gli investitori perché possono aiutarti a costruire un portafoglio di investimenti diversificato. Ma è importante sapere che non tutti gli ETF sono ugualmente diversificati. Alcuni ETF detengono solo azioni all’interno di un singolo settore o detengono un numero relativamente piccolo di azioni. Tienilo a mente quando fai acquisti un ETF.

ETF vs fondi comuni di investimento

Gli ETF sono spesso paragonati ai fondi comuni di investimento perché entrambi i tipi di fondi sono essenzialmente un paniere di titoli. Tuttavia, gli ETF sono generalmente più efficienti in termini di costi dei fondi comuni di investimento. L’indice di spesa medio per un fondo comune di investimento è dell’1,42%, mentre è solo dello 0,53% per gli ETF. I fondi comuni di investimento impiegano un gestore degli investimenti che sceglie costantemente quali titoli saranno inclusi nel fondo, motivo per cui le commissioni dei fondi comuni di investimento sono più elevate.

Gli ETF tendono anche ad essere più efficienti dal punto di vista fiscale dei fondi comuni di investimento. Ogni volta che un investitore entra o esce da un fondo comune, vengono acquistati e venduti ulteriori titoli per il fondo: se venduti per un guadagno, tutti gli investitori nel fondo comune dovranno pagare l’imposta sulle plusvalenze. Pertanto, quando si investe in un fondo comune di investimento, potrebbe essere necessario pagare l’imposta sulle plusvalenze anche se non si è effettuata alcuna transazione.

Ma la più grande differenza tra ETF e fondi comuni di investimento è nel modo in cui vengono scambiati. Gli ETF vengono negoziati durante il giorno in borsa. I prezzi oscillano costantemente durante il giorno ed è relativamente facile acquistare o vendere azioni quando si individuano prezzi favorevoli.

I fondi comuni di investimento, invece, vengono acquistati e venduti solo una volta al giorno dopo la chiusura dei mercati. Non sei in grado di trarre vantaggio dalle fluttuazioni dei prezzi con la stessa facilità. Gli investitori a lungo termine non noteranno così tanto queste differenze, ma fanno la differenza per quegli investitori che vogliono fare trading in modo attivo.

Tipi di ETF

Esistono molti tipi diversi di ETF. Ecco i più comuni:

  • ETF azionari: detenere azioni. Questi ETF sono progettati per una crescita a lungo termine e comportano un rischio maggiore rispetto ad altri tipi di ETF.
  • ETF obbligazionari: detenere titoli di stato, obbligazioni societarie e obbligazioni municipali.
  • ETF di settore: detenere azioni all’interno di un particolare settore (come la tecnologia o la produzione).
  • ETF sulle materie prime: questi ETF investono in materie prime, come il petrolio greggio o l’oro.
  • ETF valutari: questi ETF investono in valute estere, come l’euro o il dollaro canadese.
  • ETF su indici: detenere azioni all’interno di un particolare indice di mercato. Popolare perché forniscono all’investitore tutta la diversificazione, la sicurezza e l’affidabilità di un fondo indicizzato.

Ci sono un paio di altri tipi di ETF che dovresti conoscere.

Un ETF inverso è un ETF che tenta di guadagnare guadagni mettendo allo scoperto le azioni. Lo shorting di azioni è quando vendi un’azione, aspettandoti che il prezzo diminuisca di valore. Quindi riacquisti le azioni a un prezzo inferiore. La maggior parte degli ETF inversi non sono ETF reali: sono note negoziate in borsa (ETN). Non sono un’opzione di investimento prioritario per gli investitori principianti.

Potresti anche imbatterti in ETF gestiti attivamente, che, come i fondi comuni di investimento, impiegano un gestore degli investimenti che supervisiona costantemente il fondo. Sebbene questi ETF possano registrare forti guadagni in un breve periodo, i loro rapporti di spesa sono anche più costosi e potrebbero non valere la pena detenerli se sei un investitore a lungo termine.

Come investire in ETF

Investire in ETF è facile; puoi farlo in tre passaggi.

1. Apri un conto

Innanzitutto, è necessario aprire un conto presso una società di intermediazione o un Broker. Una società di intermediazione è un intermediario che facilita l’acquisto e la vendita di titoli. Aprire un conto presso una società di intermediazione o un Broker online non è così diverso dall’apertura di un conto bancario.

Ci sono molte diverse società di intermediazione tra cui scegliere. Le società di intermediazione a servizio completo possono fornire servizi di consulenza finanziaria, ma tendono anche ad essere più costose. I Broker online potrebbero invece essere la soluzione migliore per investire in ETF. Molti broker online offrono trading senza commissioni su azioni ed ETF, quindi sono di grande valore.

Questo un elenco dei migliori Broker che offrono la possibilità di investire in ETF:

Broker Caratteristiche Inizia
Markets.com CySEC, FSCA, FCA e ASIC
Tecnologie all’avanguardia
Strumenti di trading
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
Roinvesting Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
GKFX Licenza MFSA, Consob
Fondi dei clienti protetti
Segnali di trading in piattaforma
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

2. Trova e confronta gli ETF

Dopo aver aperto il tuo conto di intermediazione o con un Broker online, puoi iniziare ad investire in ETF. I costi dell’ETF possono variare notevolmente da fondo a fondo, quindi è importante fare i compiti e confrontarli tra loro.

Ecco alcune delle caratteristiche che puoi confrontare:

  • Spese amministrative: note anche come ‘coefficiente di spesa’, si tratta di commissioni che servono al mantenimento del fondo.
  • Commissioni: si tratta di una commissione di transazione ogni volta che acquisti o vendi un ETF.
  • Volume: quanti investitori sono coinvolti in un particolare ETF? Più investitori ci sono, più facile sarà acquistare e vendere.
  • Partecipazioni: quali azioni contiene il fondo? Pensi che genereranno forti rendimenti?
  • Performance: quanto profitto ha generato il fondo? Questa è una considerazione importante per gli investitori a lungo termine, non necessariamente per i trader attivi.
  • Prezzi di negoziazione: quanto è il prezzo per azione?

Prima di acquistare un ETF, considera il tuo budget e i tuoi obiettivi di investimento.

3. Inizia a fare trading

Dopo aver selezionato un buon ETF, puoi effettuare un ordine di acquisto! Ricorda che la maggior parte degli ETF sono progettati per richiedere poca o nessuna manutenzione. Se sei un investitore a lungo termine, non reagire in modo impulsivo alle fluttuazioni del prezzo a breve termine. Molti ETF tendono a fornire solidi rendimenti per un lungo periodo.

Vantaggi degli investimenti in ETF

Ecco alcuni dei vantaggi di investire in ETF:

  • Basso costo: sarebbe costoso per un investitore acquistare individualmente tutte le azioni di un ETF: un ETF fornisce tutte le attività sottostanti per una frazione del costo con una sola transazione. Ci sono meno costi di negoziazione, un basso rapporto di spesa e una maggiore efficienza fiscale.
  • Diversificazione: gli ETF ad alto volume contengono molti titoli diversi, quindi è un buon modo per costruire un portafoglio di investimenti diversificato. La diversificazione ti protegge nel caso in cui una delle tue azioni fallisca e il prezzo diminuisca drasticamente.
  • Varietà: puoi trovare ETF che si rivolgono a diversi mercati e asset diversi, quindi è facile trovarne uno che si adatti ai tuoi interessi di investimento.
  • Trasparenza: puoi trovare l’attività di prezzo di un ETF con una rapida ricerca su Internet. Inoltre, le partecipazioni di un ETF vengono divulgate al pubblico ogni giorno (al contrario delle comunicazioni mensili o trimestrali con i fondi comuni di investimento).
  • Liquidità: quando desideri acquistare o vendere un ETF, non devi fare i salti mortali come faresti quando fai trading di fondi comuni di investimento. Gli ETF scambiano come azioni, quindi puoi acquistare o vendere in un attimo.
  • Investimenti obbligazionari: le obbligazioni non sono la risorsa più facile su cui investire: gli ETF obbligazionari sono molto più semplici.

Svantaggi degli investimenti in ETF

Ecco alcuni degli svantaggi dell’investimento in ETF:

  • Costi di negoziazione: alcune società di intermediazione possono addebitare commissioni sul trading di ETF.
  • Liquidità: non tutti gli ETF hanno un’elevata liquidità. Gli ETF che non vengono scambiati frequentemente possono essere molto difficili da vendere. C’è la possibilità che tu possa essere costretto a vendere in perdita. ETF più grandi possono anche essere più difficili da acquistare e vendere.
  • Chiusura: c’è sempre il rischio che un ETF si chiuda, di solito questo accade perché un fondo non ha raccolto abbastanza soldi per coprire i costi amministrativi. La chiusura costringe gli investitori a vendere prima del previsto e potrebbe anche costringere gli investitori a reinvestire i propri soldi ea pagare l’imposta sulle plusvalenze.
  • Profitti: un ETF non ti darà tanto potenziale di rendimento quanto i singoli titoli. Non sarai in grado di fare fortuna investendo in ‘Next Google’ o ‘Next Amazon’. Tuttavia, gli ETF forniscono rendimenti più affidabili per gli investitori a lungo termine, come quegli investitori che risparmiano per la pensione.
  • Diversificazione: gli ETF di settore singolo non sono ben diversificati.

Dovresti anche sapere che c’è stata qualche preoccupazione per l’effetto degli ETF sul mercato azionario. Alcuni esperti finanziari ritengono che l’elevata domanda di ETF gonfia i prezzi delle azioni e crea bolle economiche all’interno di settori specifici. In effetti, gli ETF sono stati collegati a diversi flash-crash dalla crisi finanziaria del 2008.

Ciò significa che non dovresti investire in ETF? Ovviamente no! Ricorda solo che la diversificazione è il modo migliore per proteggerti in caso di crollo del mercato. Considera l’idea di investire in altri tipi di asset, come immobili, materie prime o criptovalute.

Gli ETF sono un buon investimento per i principianti?

Si, gli ETF sono un’ottima opzione di investimento per gli investitori principianti. I nuovi investitori spesso non hanno abbastanza capitale per acquistare molte azioni o per costruire un portafoglio diversificato. Un ETF risolve questo problema fornendo solidi rendimenti e diversificazione a basso costo.

Gli ETF vengono scambiati per azione, quindi hai solo bisogno di denaro per acquistare una singola azione. E alcuni fornitori di fondi offrono anche quote frazionarie.

I migliori ETF in cui investire

Ecco alcuni dei migliori ETF su cui investire. Cominciamo con alcuni dei più noti ETF su indici:

  • SPDR S&P 500 (SPY): detiene azioni nell’indice S&P 500. È uno degli ETF più vecchi e popolari.
  • iShares Russell 2000 (IWM): detiene azioni nell’indice a bassa capitalizzazione Russell 2000.
  • SPDR Dow Jones Industrial Average: detiene i 30 titoli dell’Indice Dow Jones Industrial Average.

Alcuni altri ETF con il miglior rapporto qualità-prezzo includono:

    • Vanguard Large-Cap (VV)
    • Portafoglio SPDR S&P 500 (SPLG)
    • iShares Core S&P 500 (MGC)

Perché gli ETF su indici sono i migliori ETF per principianti? La maggior parte degli indici di mercato tende ad apprezzarsi nel tempo, quindi sono una scommessa sicura per gli investitori a lungo termine.

Quali sono i migliori Broker per poter fare trading su ETF?

Gli ETF sono strumenti finanziari regolamentati e quotati sulle principali borse mondiali. Come abbiamo accennato nel paragrafo iniziale, sono sotto molti aspetti simili alle azioni. Una delle analogie è il modo in cui si possono entrambi comprare e vendere in borsa.

Per poter investire in ETF in maniera autonoma è necessario quindi passare per il tramite di un broker autorizzato. Attraverso l’utilizzo di un broker o banca online, pochi click di mouse ci separano dall’acquisto di un ETF.

Prima però è opportuno valutare attentamente quale banca o broker offre le migliori condizioni per fare trading su ETF.

Come fare trading sugli ETF

Attraverso  il trading su ETF puoi di ottenere profitti sui movimenti a breve termine su tanti settori. Quando fai trading sugli ETF con i CFD, puoi sfruttare la leva per avere maggiore esposizione sull’ETF scelto.

I CFD ti permettono di aprire una posizione investendo soltanto una piccola frazione del tuo capitale, a differenza dell’investimento tradizionale. La leva può amplificare sia i profitti che le perdite, pertanto è importante creare una strategia di gestione del rischio prima di iniziare a fare trading con un conto reale.

Tra i tanti broker e banche che permettono di fare trading sugli ETF, abbiamo ristretto la cerchia a quelli con le commissioni di trading più basse, a quelli che offrono il maggior numero di ETF e quelli con le migliori piattaforme di trading. Più nello specifico, tra i vari parametri presi in considerazione abbiamo dato maggiore importanza:

  • Ai costi delle commissioni di negoziazione: la cui analisi è avvenuta tramite il nostro tool per le commissioni degli ETF su Borsa Italiana e sulle Borse europee.
  • Ai costi di tenuta del conto: molto spesso l’investitore in ETF è un investitore passivo, che acquista un ETF con l’obiettivo di mantenerlo in portafoglio per anni. È quindi importante scegliere un broker che non abbia costi di tenuta conto, che non addebiti costi di inattività, né che abbia costi per la custodia degli ETF.
  • Alla possibilità di negoziare ETF quotati sia su Borsa Italiana che su borse europee: come abbiamo già detto in precedenza, a seguito dell’entrata in vigore della MiFID 2, solo le borse europee possono essere prese in considerazione dagli investitori europei. Le borse più attive sulla negoziazione degli ETF sono Euronext Amsterdam e Parigi, Borsa Italiana, Londra, Xetra e Zurigo.
  • Alla possibilità di avviare piani di investimento automatico: pratica particolarmente richiesta da quegli investitori intenzionati ad avviare un Piano di accumulo del capitale (PAC) sugli ETF.

Elenco dei migliori Broker per fare trading su ETF

Qui di seguito torvi un elenco aggiornato dei migliori Broker su CFD in termini di servizi, affidabilità, regolamentazione, commissioni e servizio clienti:

Broker Caratteristiche Inizia
Markets.com CySEC, FSCA, FCA e ASIC
Tecnologie all’avanguardia
Strumenti di trading
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
Roinvesting Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
GKFX Licenza MFSA, Consob
Fondi dei clienti protetti
Segnali di trading in piattaforma
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Come investire negli ETF, conclusioni

Un ETF è un insieme di titoli. Gli ETF possono contenere dozzine o addirittura migliaia di asset diversi. Sono una buona opzione di investimento perché sono facili da scambiare, sono a basso costo e talvolta ti aiutano con la diversificazione.

È facile investire in ETF: devi solo aprire un conto di intermediazione e trovare un ETF adatto al tuo budget e ai tuoi obiettivi di investimento.

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite Doveinvestire su Google News, Facebook, Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Per restare aggiornati sulle notizie pubblicate sul nostro portale attiva le notifiche dal pulsante verde in alto (Seguici) o iscriviti al nostro canale Telegram di Dove Investire

Avviso esplicito sui rischi: non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite o danni commerciali a causa di affidamento sulle informazioni contenute all’interno di questo sito, compresi i dati, le citazioni, i grafici e i segnali di acquisto/vendita. La negoziazione sui mercati finanziari è una delle forme più rischiose di investimento possibili. Tutti i prezzi e i segnali di acquisto/vendita sono indicativi e non adeguati ai fini di negoziazione, inoltre, non sono forniti da un cambio, ma piuttosto dai market maker, quindi potrebbero non essere precisi e possono differire dal prezzo effettivo di mercato. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite commerciali nelle quali si potrebbe incorrere come conseguenza dell’utilizzo di questi dati. Il testo riportato non costituisce attività di consulenza da parte di Dove Investire né, tanto meno, offerta o sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari. Le informazioni ivi riportate sono di pubblico dominio e sono considerate attendibili, ma il portale Dove Investire non è in grado di assicurarne l’esattezza. Tutte le informazioni sono date in buona fede sulla base dei dati disponibili, ma sono suscettibili di variazioni anche senza preavviso in qualsiasi momento dopo la pubblicazione. Si declina ogni responsabilità per qualsivoglia informazione esposta in questa pubblicazione. Si invita a fare affidamento esclusivamente sulle proprie valutazioni delle condizioni di mercato nel decidere se effettuare un’operazione finanziaria e nel valutare se essa soddisfa le proprie esigenze. La decisione di effettuare qualunque operazione finanziaria è a rischio esclusivo dei destinatari della presente informativa.

FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
Plus500 Licenza ‎ASiC, CySEC, FCA
Il fornitore più quotato di CFD
Piattaforma WebTrader
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
Markets.com CySEC, FSCA, FCA e ASIC
Tecnologie all’avanguardia
Strumenti di trading
apri ora
Roinvesting Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
GKFX Licenza MFSA, Consob
Fondi dei clienti protetti
Segnali di trading in piattaforma
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Tre passaggi per diventare un multimilionario investendo borsa

Diventare un investitore multimilionario non è facile, ma si può fare. Questi i tre passaggi fondamentali per raggiungere questo obbiettivo investendo borsa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.