Home / Mercati finanziari / Estrema volatilità sulla sterlina mentre restano i timori sulla guerra commerciale tra Cina e Usa

Estrema volatilità sulla sterlina mentre restano i timori sulla guerra commerciale tra Cina e Usa

Nessuna novità nelle ultime 24 ore, rispetto a quanto già segnalato ieri nel post Dollaro australiano, tensione tra Cina e Usa, elezioni europee e Brexit. Sul mercato restano in timori di una eventuale escalation della guerra commerciale tra i due colossi Usa e Cina e per ora non sembrano esservi spiragli per una riapertura dei negoziati. Ieri la Pboc (People Bank of China) ha tagliato il coefficiente di riserva per le banche commerciali che concedono finanziamenti all’agricoltura dal 15% all’8%, segno che il Governo si attende un periodo in cui vi sarà necessità di liquidità per le aziende agricole. Ma non vi sono stati ulteriori riferimenti di alcun tipo ad un eventuale ritorno al tavolo dei negoziati da parte di entrambi.

La tensione resta evidente, almeno sul mercato valutario, con il UsdCnh che quota intorno ai 6.94 yuan per dollaro, con la possibilità che la Pboc sia in area 7.000 a difendere il cambio. Sulle altre valute non vi è stato molto, ad eccezione della sterlina che ha vissuto qualche ora sulle montagne russe dopo che Theresa May ha dichiarato di voler presentare una nuova offerta al Parlamento, che riguardasse i confini irlandesi da una parte, e spiegando che il Parlamento dovrà avere un ruolo più attivo nella prossima fase della Brexit. Tra queste proposte, sembra esserci anche una votazione che permetta alle Camere di esprimersi sulla eventualità di un nuovo referendum. È bastato questo per far partire la sterlina al rialzo violentemente, e dai minimi di 1.2687 si è saliti in poco meno di 3 ore fino a 1.2815. Poi, si è sgonfiato tutto nuovamente, in quanto di fatto il mercato ha compreso che per ora sono chiacchiere e non fatti, e si è tornati in area 1.2710 15.

La realtà è che stiamo vivendo un periodo di forza estrema del dollaro, che resta l’unica valuta appetibile, in quanto ha tassi remunerativi e gode della fiducia incondizionata degli investitori, in ragione della differenza tra le politiche monetarie degli altri paesi rispetto a quella della Fed. Fino a quando non vi saranno cambiamenti sostanziali nella politica della Fed, molto probabilmente questa pressione resterà presente e i movimenti contrari dovranno essere interpretati esclusivamente come semplici correzioni. Sappiamo tutti che il dollaro si trova su livelli di ipercomprato e di eccesso, anche di medio termine, non indifferenti, ma certamente ci vuole prudenza prima di andargli decisamente contro e soprattutto, occorre intravedere una qualche inversione. È, e si tratta infatti, di un movimento macro, contro il quale, almeno per il momento, non sembrano esserci ragioni plausibili e concrete.

Venendo alle altre valute, segnaliamo la stabilità della moneta unica, che è ferma tra 1.1140 e 1.1180, probabilmente in attesa dell’esito delle votazioni riguardante l’elezione del Parlamento Europeo, che si terranno tra 4 giorni, domenica prossima, e che saranno un bel banco di prova per il vecchio continente, alle prese con contrasti evidenti tra due diverse visioni dell’Europa che sarà. Tecnicamente l’Euro si trova su dei supporti chiave di medio termine, tra l’altro in condizioni di presenza di divergenze rialziste anche significative, ma da un punto di vista macro, sia il delta tasso, ma soprattutto le incertezze che avvolgono le prossime votazioni, farebbero pensare che possa avere spazio di discesa anche sotto quota 1.1000. Relativamente alle oceaniche, restiamo sui supporti chiave di medio termine, in ragione delle preoccupazioni legate alla guerra commerciale, che le penalizza e che lascia pensare a politiche ancora accomodanti da parte delle rispettive banche centrali. Lo Jpy invece rimane sostanzialmente stabile, in linea con l’andamento dei mercati azionari che non mollano.

Stasera saranno pubblicate le minute della Fed e sarà interessante coglierne le sfumature per capire se anche loro, cominceranno ad assumere un atteggiamento maggiormente accomodante.

Saverio Berlinzani per ActivTrades.

ActivTrades

Profilo dell’analista

Saverio Berlinzani

Nel 1989 inizia il suo percorso lavorativo nel mercato valutario come spot trader per il Banco Lariano. Dal ’91 per la Banque San Paolo di Parigi come trader su lira e franco francese. Dal ‘92 presso il Banco Lariano di Milano spot trader su tutte le valute SME. Dal ’95 per Swiss Bank Corporation capo cambista – Lugano, Ginevra, Londra.

In questi anni, oltre alla specializzazione sul mercato dello spot come market maker, ha sviluppato conoscenze del mercato dei derivati come trader di posizionamento per l’Istituto (Opzioni vanilla ed esotiche), nonché conoscenza diretta delle valute legate ai paesi emergenti (carry trades).

Dal ’98 è rientrato in Italia come Libero professionista in qualità di Consulente Finanziario e Patrimoniale – Presidente e socio fondatore di una società broker in forex. Dal 2009 ad oggi, trader indipendente nel mercato valutario fondatore del sito www.saveforex.it, community di traders con cui condivide quotidianamente in tempo reale la sua operatività forex attraverso una chat e un webinar live.

Chi è ActivTrades

ActivTrades (www.activtrades.eu/it) è un Broker specializzato nella negoziazione di Forex e CFD. Fondata nel 2001, è oggi una delle società leader del settore.
Il suo obbiettivo è quello di massimizzare le attività di trading dei propri clienti, offrendo ad essi una combinazione unica di elementi quali una vasta gamma di strumenti finanziari, spread competitivi e un eccezionale servizio di assistenza.

Dal suo quartier generale, situato nella City di Londra, ActivTrades offre i suoi servizi a una vasta clientela globale che, negli anni, ha potuto apprezzarne l’innovazione continua, l’eccellente ambiente di trading e un’efficace gestione del rischio.

Il Servizio di assistenza ai clienti di ActivTrades è disponibile 24 ore al giorno, da domenica sera a venerdì sera, in 14 lingue tra cui Italiano, Inglese, Francese, Spagnolo, Cinese e Arabo.

ActivTrades Plc è autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority. Registrazione presso la FCA n. 434413. Iscritta all’Albo delle imprese di investimento comunitarie con succursale al n. 97.
ActivTrades Corp è autorizzata e regolata dalla Securities Commission of The Bahamas. ActivTrades Corp è una azienda commerciale internazionale registrata nel Commonwealth delle Bahamas, con numero di registrazione 199667 B.

I vantaggi di fare trading con ActivTrades

ActivTrades offre le migliori condizioni di trading confermate dai più prestigiosi riconoscimenti e sostenuta da trader di tutto il mondo

Miglior esecuzione

Fai trading con precisione a partire da 0,5 pip su EURUSD, senza requote o costi nascosti.

Supporto Clienti Pluripremiato

Assistenza 24/5, via email, chat e telefono in oltre 14 lingue.

Protezione dei fondi

Assicurazione integrativa per proteggerti fino a 1.000.000£

Il trading mobile

Fai trading ovunque tu sia, con la nostra piattaforma web o mobile.

  • Trading senza commissioni nè costi nascosti per aprire o chiudere un ordine;
  • Trading a partire da un micro lotto e massimizza la flessibilità del tuo trading con leva;
  • Supporto clienti italiano rapido e disponibile;
  • Le migliori piattaforme di trading;
  • Webinar settimanali e formazione personalizzata con formatori specializzati;
  • Demo gratuita.
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 75,7% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con ActivTrades. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
FXCM Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Sicurezza dei fondi
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
GMO Trading Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
Plus500 Licenza ‎ASiC, CySEC, FCA
Il fornitore più quotato di CFD
Piattaforma WebTrader
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 68 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Sul Forex la finta bassa volatilità potrebbe nascondere insidie

Sul Forex i principali cambi rimangono ancora in trading-range, tipica situazione di bassa volatilità del periodo estivo. Questo il commento sulla discesa di Euro e la situazione delle altre valute

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.