Home / Mercati finanziari / La forza del biglietto verde domina il mercato dei cambi

La forza del biglietto verde domina il mercato dei cambi

Lo yoyo delle dichiarazioni relative all’accordo commerciale Usa Cina, prosegue imperterrito, contribuendo a creare incertezza e incognite in un mercato, quello dei cambi, che non sa letteralmente dove andare.

La sessione europea ha, negli ultimi tempi, perso appeal e interesse, con movimenti assolutamente poco rilevanti nel breve termine, caratterizzati, secondo noi , dalla presenza di algo traders che mantengono per ore i range in 10 15 pips al massimo per poi sparire o quasi, in corrispondenza di news o rumors che creano volatilità. Per questa ragione è diventato indispensabile lavorare sui livelli, predefinendoli e cercando di andare a prendere il movimento successivo atteso.

Del resto, sul fronte macro, stiamo vivendo una fase nella quale è ritornata in auge la forza del biglietto verde, caratterizzata da numeri e dati che non segnalano recessione negli States. Del resto ciò accade anche per altre aree, inutile nascondercelo, ma la vera differenza, che poi è la principale ragione della tenuta vicino ai massimi del biglietto verde, è l’atteggiamento delle diverse banche centrali di fronte alla congiuntura globale e locale, ovvero riferita al loro paese. Se osserviamo la Rba e la Rbnz per esempio, i dati macro usciti ultimamente, segnalano addirittura una leggera ripresa, soprattutto in Australia, mentre in Nuova Zelanda il dato leggermente peggiore sull’occupazione preoccupa maggiormente Orr e la Rbnz, ma sostanzialmente siamo in linea con le previsioni. Ma le due banche centrali mantengono un atteggiamento dovish, ovvero di possibile ulteriore riduzione del costo del denaro, mantenendo quindi sotto pressione le proprie valute.
Nello statement della Rba pubblicato questa notte, si legge che il Board è pronto a facilitare ulteriormente l’accesso al credito, e la pausa di Novembre sarebbe stata necessaria per valutare gli effetti del precedente taglio e della congiuntura globale, attesa comunque in ribasso. Così anche la Boe e la Bce, continuano a privilegiare il lato dovish sui tassi nei loro commenti, mentre la Fed resta neutrale, con una parte del board addirittura hawkish e un’altra neutrale, e solo pochi Governatori, tra i votanti nel Consiglio direttivo, sarebbero disposti ad accettare una riduzione dei fed funds. Questa sostanziale differenza è la molla che tiene il dollaro sui massimi anche se, non dobbiamo dimenticarlo, a livello di price action, non sale più come nel recente passato e trova spesso venditori sui punti chiave. Da un punto di vista prettamente tecnico, questo tipo di andamento altalenante vicino a dei livelli importanti di massimo o minimo, rappresentano quel che viene definito climax, ovvero uno o più movimenti ad alta volatilità vicino a dei livelli storici, che di solito, sono stati spesso, in passato, il preludio ad una inversione di medio e lungo termine. Sarà così anche questa volta? Potremmo non escluderlo a priori.

Intanto questa notte è uscita la bilancia commerciale cinese, a 42.8 miliardi di surplus contro il 40.8 del consensus, con l’export diminuito di uno 0.9% ma con le importazioni calate addirittura del 6.4% su base annua. Effetto probabilmente dei dazi interni ai prodotti esteri, mentre sull’export l’effetto dumping si farebbe sentire limitando gli effetti negativi dei dazi esteri verso i prodotti cinesi. Per quel che riguarda l’accordo commerciale, i portavoce dei due paesi che stanno trattando hanno dichiarato che l’accordo includerà il rollback delle tariffe, ovvero la cancellazione delle tariffe già introdotte, e nelle ultime ore sembra che vi sia una accelerazione per arrivare a firmare la fase 1 durante la prossima settimana.

Ma oggi è importante segnalare anche che la Bank of England ieri ha lasciato invariati i tassi ma senza unanimità, in quanto Haskel e Saunders avrebbero votato per tagliare il costo del denaro. Carney ha poi dichiarato che la congiuntura in rallentamento potrebbe causare una decrescita dell’inflazione e conseguentemente anche avvicinarsi a quella che inizia a sembrare una recessione. Ciò ha generato una ondata di vendite sulla sterlina che però poi ha tenuto quota 1.2800 dimostrando una certa stabilità.

EurUsd ancora vicino ai supporti di 1.1050 con possibilità di scendere anche a 1.1000. UsdCnh vicino al supporto chiave a 6.9650 che se violato alimenterebbe il risk on che ieri si è notato sia su UsdJpy, tornato sopra 109.00 ma anche sull’oro che ha rotto 1481, che era il supporto chiave e ora potrebbe indirizzarsi verso 1450 e perché no, nel medio termine nuovamente sotto 1400 dollari.

Saverio Berlinzani per ActivTrades.

ActivTrades

Profilo dell’analista

Saverio Berlinzani

Nel 1989 inizia il suo percorso lavorativo nel mercato valutario come spot trader per il Banco Lariano. Dal ’91 per la Banque San Paolo di Parigi come trader su lira e franco francese. Dal ‘92 presso il Banco Lariano di Milano spot trader su tutte le valute SME. Dal ’95 per Swiss Bank Corporation capo cambista – Lugano, Ginevra, Londra.

In questi anni, oltre alla specializzazione sul mercato dello spot come market maker, ha sviluppato conoscenze del mercato dei derivati come trader di posizionamento per l’Istituto (Opzioni vanilla ed esotiche), nonché conoscenza diretta delle valute legate ai paesi emergenti (carry trades).

Dal ’98 è rientrato in Italia come Libero professionista in qualità di Consulente Finanziario e Patrimoniale – Presidente e socio fondatore di una società broker in forex. Dal 2009 ad oggi, trader indipendente nel mercato valutario fondatore del sito www.saveforex.it, community di traders con cui condivide quotidianamente in tempo reale la sua operatività forex attraverso una chat e un webinar live.

Chi è ActivTrades

ActivTrades (www.activtrades.com/it) è un Broker specializzato nella negoziazione di Forex e CFD. Fondata nel 2001, è oggi una delle società leader del settore.
Il suo obbiettivo è quello di massimizzare le attività di trading dei propri clienti, offrendo ad essi una combinazione unica di elementi quali una vasta gamma di strumenti finanziari, spread competitivi e un eccezionale servizio di assistenza.

Dal suo quartier generale, situato nella City di Londra, ActivTrades offre i suoi servizi a una vasta clientela globale che, negli anni, ha potuto apprezzarne l’innovazione continua, l’eccellente ambiente di trading e un’efficace gestione del rischio.

Il Servizio di assistenza ai clienti di ActivTrades è disponibile 24 ore al giorno, da domenica sera a venerdì sera, in 14 lingue tra cui Italiano, Inglese, Francese, Spagnolo, Cinese e Arabo.

La società ActivTrades Plc è autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority. Registrazione presso la FCA n. 434413. Iscritta all’Albo delle imprese di investimento comunitarie con succursale al n. 97. ActivTrades Corp è autorizzata e regolata dalla Securities Commission of The Bahamas. ActivTrades Corp è una azienda commerciale internazionale registrata nel Commonwealth delle Bahamas, con numero di registrazione 199667 B.

I vantaggi di fare trading con ActivTrades

Il Broker londinese ActivTrades offre le migliori condizioni di trading confermate dai più prestigiosi riconoscimenti e sostenuta da trader di tutto il mondo

Miglior esecuzione

Trading con precisione a partire da 0,5 pip su EURUSD, senza requote o costi nascosti.

Supporto Clienti Pluripremiato

Assistenza 24/5, via email, chat e telefono in oltre 14 lingue.

Protezione dei fondi

Assicurazione integrativa per proteggerti fino a 1.000.000£

Il trading mobile

Fai trading ovunque tu sia, con la nostra piattaforma web o mobile.

  • No commissioni nè costi nascosti per aprire o chiudere un ordine;
  • Trading a partire da un micro lotto e massimizza la flessibilità del tuo trading con leva;
  • Supporto clienti italiano rapido e disponibile;
  • Le migliori piattaforme di trading;
  • Webinar settimanali e formazione personalizzata con formatori specializzati;
  • Demo gratuita.
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 71% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con ActivTrades. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Migliori Broker Forex e CFD

Broker Caratteristiche Inizia
Itrader Licenza CONSOB, CySEC
Conto clienti protetto
Broker ECN
apri ora
24Option Licenza CONSOB, CySEC
Supporto clienti
Formazione professionale
apri ora
activtrades Licenza CONSOB, FCA
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
GMO Trading Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 68 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Analisi dei mercati finanziari del 21 Novembre | ActivTrades Markets Commentary

I mercati finanziari frenano la corsa a causa delle minori speranze di raggiungere un accordo commerciale entro la fine dell'anno. Dollaro e mercati azionari indietreggiano, mentre avanza l'oro

Regolamento dei commenti di Dove Investire

Puoi commentare anche come ospite secondo le finalità della Privacy Policy e della normativa privacy Disqus.

Leggi il nostro REGOLAMENTO dei commenti prima di commentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.