Home / Mercati finanziari / Sul Forex l’attenzione degli operatori è rivolta al Consiglio Europeo

Sul Forex l’attenzione degli operatori è rivolta al Consiglio Europeo

Dopo la decisione della Bce di lasciare i tassi di interesse invariati, la Presidente Lagarde sposta l’attenzione sulla necessità di un accordo politico per non vanificare gli sforzi fatti dalla Banca Centrale per aiutare i paesi ad uscire dalla pandemia con una iniezione di liquidità senza precedenti. Oggi l’attesa degli operatori Forex è rivolta al Consiglio Europeo che dovrà definire le modalità operative del Recovey Fund. Questo il commento sui mercati dei cambi da parte del trader indipendente ed esperto materia Saverio Berlinzani.

Se analizziamo gli ultimi sei mesi e mezzo di mercato, da un punto di vista dei movimenti e delle price action, scopriremo come si possano dividere chiaramente in quattro periodi (nell’analisi abbiamo considerato il cambio AudUsd, uno di quelli più sensibili agli andamenti risk on risk off, specie in questo 2020). Una prima fase nella quale gli investitori, moderatamente preoccupati della situazione legata alla pandemia, appena scoppiata in Cina, (mesi di Gennaio e Febbraio) avevano venduto ma senza grande timore di un crollo dei mercati. Una seconda fase, invece, caratterizzata (dal 9 Marzo fino al 19 dello stesso mese), da un panic selling generalizzato, con movimenti durati solo 10 giorni ma di una intensità paragonabile solo a quella che vedemmo nel 2008 in occasione della crisi Lehman. Una terza fase, nella quale le banche centrali sono intervenute con una potenza di fuoco mai vista prima e con grande decisione, nella quale i prezzi sono risaliti in modo deciso e sostenuto, andando a generare una classica ripresa a V che tutti ricordano e durata almeno fino al 10 giugno, quando si sono visti i massimi di questo recupero, che poi mediamente sono rappresentati da quei livelli da cui tutto era partito a inizio anno. Infine, una quarta fase, che ancora perdura, e che è caratterizzata da una chiara riduzione della volatilità e nella quale si è costruita una chiara fase di congestione tra massimi e minimi di periodo.

Abbiamo specificato che abbiamo preso in considerazione Audusd per suddividere questi periodi in 4 fasi, perché il cambio in questione è sicuramente quello più sensibile alle variazioni delle correlazioni e dei periodi risk on risk off che abbiamo potuto notare. Se prendessimo il Cable, l’individuazione di queste 4 fasi sarebbe meno chiara, semplicemente per il fatto che la fase di congestione dopo la ripresa a V, sembra essere partita prima, ovvero nel mese di aprile e anche la vola è parsa meno importante. Detto ciò comunque, rimane il fatto che dopo la grande discesa e la ripresa, la fase di congestione e di compressione di volatilità è attuale per la maggior parte dei tassi di cambio, ad eccezione forse di EurUsd, ancora diverso per motivi specifici legati all’Europa e ai cambiamenti in atto nei rapporti di forza tra Commissione, Istituzioni politiche e Banca Centrale, che sta mostrando i muscoli come aveva fatto già con Draghi e l’ormai famoso “Whatever it takes” per salvare l’Euro nel 2012. Questo cambiamento potrebbe portare la moneta unica verso livelli più alti e tecnicamente il trend sembrerebbe cambiare, anche se decisiva sembra proprio la chiusura di questa settimana, con i prezzi che oscillano intorno alla ema (media mobile esponenziale) a 200 periodi su base settimanale, che passa ora a 1.1380. Una chiusura, stasera, al di sopra di quest’area potrebbe cambiare lo scenario di lungo termine con la possibilità di salire anche verso 1.2000, specie se il Consiglio Europeo, sempre in programma da oggi a domenica, riuscirà a trovare un accordo sul Recovery Fund, ancora in alto mare per le chiare divergenze tra alcuni paesi del nord Europa e quelli del sud.

Ieri il Presidente Lagarde, nella conferenza stampa che ha fatto seguito alla decisione sui tassi, rimasti ovviamente invariati, ha richiamato l’attenzione sulla necessità di un accordo politico per non vanificare gli sforzi fatti dalla Banca Centrale per aiutare i paesi ad uscire dalla pandemia con una iniezione di liquidità senza precedenti, ma soprattutto con gli acquisti di titoli dei paesi coinvolti anche al di fuori delle regole determinate dai capital Key, che impedirebbero acquisti superiori alle quote di partecipazione di azioni della Bce che ogni paese detiene. Tale sforzo, secondo il Presidente, ha bisogno di un sostegno delle Istituzioni politiche che devono mostrare finalmente, coesione nel trovare accordi politici ugualmente importanti. Vedremo come finirà, certamente l’Euro ad oggi ha beneficiato di questo intervento delle autorità monetarie, e in parte anche di un rallentamento degli Stati Uniti, che vivono una fase assai delicata sia perché sono oggi in piena pandemia sia perché la congiuntura economica mostra difficoltà nella ripresa. Ma questo paradossalmente, potrebbe, se la borsa cominciasse a scendere, a far risalire il dollaro in una nuova situazione di risk off che potrebbe generarsi prossimamente. E le indicazioni che abbiamo dal Forex, evidenziano una difficoltà dei tassi di cambio a rompere le resistenze contro dollaro, il quale tiene per ora i supporti chiave. E ancora ieri, dopo un ennesimo tentativo di ribasso del biglietto verde, questo ha reagito, segno che non è morto e sembra rialzare la testa.

Agosto è ormai alle porte, non dimentichiamolo. Storicamente i movimenti più importanti, negli anni passati, spesso sono avvenuti nel mese estivo, anche per una certa riduzione della liquidità che si evidenzia proprio in questo periodo. Non dimentichiamolo.

Buona giornata e buon trading.

Saverio Berlinzani per ActivTrades.

Profilo dell’analista

Saverio Berlinzani

Nel 1989 inizia il suo percorso lavorativo nel mercato valutario come spot trader per il Banco Lariano. Dal ’91 per la Banque San Paolo di Parigi come trader su lira e franco francese. Dal ‘92 presso il Banco Lariano di Milano spot trader su tutte le valute SME. Dal ’95 per Swiss Bank Corporation capo cambista – Lugano, Ginevra, Londra.

In questi anni, oltre alla specializzazione sul mercato dello spot come market maker, ha sviluppato conoscenze del mercato dei derivati come trader di posizionamento per l’Istituto (Opzioni vanilla ed esotiche), nonché conoscenza diretta delle valute legate ai paesi emergenti (carry trades).

Dal ’98 è rientrato in Italia come Libero professionista in qualità di Consulente Finanziario e Patrimoniale – Presidente e socio fondatore di una società broker in forex. Dal 2009 ad oggi, trader indipendente nel mercato valutario fondatore del sito www.saveforex.it, community di traders con cui condivide quotidianamente in tempo reale la sua operatività forex attraverso una chat e un webinar live.

Chi è ActivTrades

ActivTrades (www.activtrades.eu/it) è un Broker specializzato nella negoziazione di Forex e CFD. Fondata nel 2001, è oggi una delle società leader del settore.
Il suo obbiettivo è quello di massimizzare le attività di trading dei propri clienti, offrendo ad essi una combinazione unica di elementi quali una vasta gamma di strumenti finanziari, spread competitivi e un eccezionale servizio di assistenza.

Dal suo quartier generale, situato nella City di Londra, ActivTrades offre i suoi servizi a una vasta clientela globale che, negli anni, ha potuto apprezzarne l’innovazione continua, l’eccellente ambiente di trading e un’efficace gestione del rischio.

Il Servizio di assistenza ai clienti di ActivTrades è disponibile 24 ore al giorno, da domenica sera a venerdì sera, in 14 lingue tra cui Italiano, Inglese, Francese, Spagnolo, Cinese e Arabo.

La società ActivTrades Plc è autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority. Registrazione presso la FCA n. 434413. Iscritta all’Albo delle imprese di investimento comunitarie con succursale al n. 97. ActivTrades Corp è autorizzata e regolata dalla Securities Commission of The Bahamas. ActivTrades Corp è una azienda commerciale internazionale registrata nel Commonwealth delle Bahamas, con numero di registrazione 199667 B.

I vantaggi di fare trading con ActivTrades

Il Broker londinese ActivTrades offre le migliori condizioni di trading confermate dai più prestigiosi riconoscimenti e sostenuta da trader di tutto il mondo

Miglior esecuzione

Trading con precisione a partire da 0,5 pip su EURUSD, senza requote o costi nascosti.

Supporto Clienti Pluripremiato

Assistenza 24/5, via email, chat e telefono in oltre 14 lingue.

Protezione dei fondi

Assicurazione integrativa per proteggerti fino a 1.000.000£

Il trading mobile

Fai trading ovunque tu sia, con la nostra piattaforma web o mobile.

  • No commissioni nè costi nascosti per aprire o chiudere un ordine;
  • Trading a partire da un micro lotto e massimizza la flessibilità del tuo trading con leva;
  • Supporto clienti italiano rapido e disponibile;
  • Le migliori piattaforme di trading;
  • Webinar settimanali e formazione personalizzata con formatori specializzati;
  • Demo gratuita.
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 76% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con ActivTrades. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
Markets.com Licenza CySEC, FSCA
Strumenti di trading avanzati
Strategie personalizzate
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
FXCM Licenza FCA, Consob
Zero commissioni
Strumenti di trading esclusivi
apri ora
GMO Trading Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 68 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Grande attesa della Fed. Cosa aspettarci dalla riunione di questa sera?

I cambi valutari più importanti rimangono in congestione questa mattina, mentre gli operatori attendono con grande interesse la decisione della Fed questa sera alle ore 20.00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.