Home / Mercati finanziari / Dollaro debole, il progresso dell’euro e materie prime, i punti caldi dei mercati

Dollaro debole, il progresso dell’euro e materie prime, i punti caldi dei mercati

A volte basta poco, ma quel poco può creare i suoi effetti e oggi ne potremo avere eventuali conferme.

In una seduta sonnolenta e contraddistinta da pochi movimenti interessanti, quantunque il progresso dell’euro e di altre valute verso il dollaro abbia cominciato a farsi vistoso già dalle 14:00, la mattinata è trascorsa sufficientemente serena e accompagnata dall’uscita dei buoni dati Eurozone Composite, sopra le attese e in conferma di un’economia dell’area Euro in crescita sopra il 3% annualizzato (Italia è un discorso a parte visto che noi abbassiamo parecchio la media).

Si sono fatti invece notare nel pomeriggio, intorno alle 16 ora italiana, le dichiarazioni del segretario del Tesoro americano Mnuchin.

Oggettivamente il governo Trump ha scoperto le sue carte, ammettendo e certificando tramite il suo rappresentante che la presidenza Usa non è assolutamente preoccupata per il dollaro debole; a queste affermazioni sono seguite poi le parole del ministro del Commercio Ross, che ha candidamente confermato come ormai sia in atto una vera e propria guerra delle valute.

Se già il Nikkei aveva iniziato la seduta disturbato dallo yen forte, le borse europee sospinte già di per sé poco corali (Dax su nuovi massimi con gap up e gli altri listini invece appesantiti dalle banche) hanno accusato il colpo.

Direi che la faccenda più che altro pesa psicologicamente, poiché smonta la retorica di una America che ha sempre desiderato un dollaro forte, e certifica che il governo Trump intenderà sostenersi svalutando il cambio e regalando il denaro alle grandi corporation abbassando le tasse.

Poco interessa agli americani che le materie prime salgano: almeno per quanto riguarda il petrolio, loro non hanno problemi di approvvigionamento, e peraltro sanno benissimo che invece strozzare l’Europa facendoli importare inflazione prima di ogni altra cosa significa vincere una guerra importante.

Sarà interessante vedere oggi Mario Draghi come giustificherà questi attacchi e il rinforzo dell’euro, che in nottata a bellamente superato 1,24 . A 1,23 passa una importante trend line mensile (vedi grafico) e se la chiusura settimanale si attestasse su questi livelli certo non sarebbe un buon segnale per le nostre borse, dove già Ue conferma che comunque l’applicazione dell’addendum sugli Npl potrebbe slittare di qualche mese ma non verrà revocata.

Ovviamente c’è pressione anche sui Bond, anche se l’eccesso di vendite nel breve potrebbe oggi – soprattutto se Draghi saprà farsi valere – dare vita ad un rimbalzo.

Per le borse del nostro continente siamo su livelli tecnici importanti, che qualificano 13.320 e 13.284 come supporti importanti per il Dax; i volumi e l’area di prezzo più interessante passa però a 13.135. Per Eurostoxx osserverò 3620 e 3597, e per Piazza Affari ho degli allarmi per verificare il comportamento della nostra borsa in caso di contatto con 23.475 e 23.335.
Come resistenze, nell’intraday si potrebbe vedere della positività soltanto sopra i massimi della prima ora per Dax ed Eurostoxx e valicando 23.650 per il Ftsemib40.

I livelli di equilibrio per oggi sono così da me identificati:

  • 13.435per il Dax
  • 3640 per Eurostoxx
  • 160.55 per il Bund
  • 23.665 per Ftsemib40
  • 2.840 su SP500
  • 6.939 per Nasdaq
  • 26.260 per Dow Jones
  • 1356 per Oro
  • 1.2395 per EurUsd
  • 109.25 per UsdYen

Buon trading a tutti

Giovanni Lapidari per ActivTrades

I vantaggi di fare trading con ActivTrades

  • Fai trading con ActivTrades, no commissioni nè costi nascosti per aprire o chiudere un ordine;
  • Stabilisci il tuo rischio, negozia a partire da un micro lotto e massimizza la flessibilità del tuo trading con la leva fino a 1:400;
  • Puoi fare trading 24 ore al giorno, ActivTrades ti fornisce assistenza dalle 11 p.m. della domenica fino alle 11 p.m. del venerdì;
  • Metti in pratica le tue capacità con le migliori piattaforma di trading;
  • Webinar settimanali e formazione personalizzata con formatori specializzati;
  • Prova la demo gratuita oggi stesso – REGISTRATI QUI

I prodotti finanziari negoziati in marginazione presentano un elevato rischio per il tuo capitale.
ActivTrades PLC è autorizzata e regolata dalla Financial Conduct Authority. Registrazione presso la FCA n. 434413.
ActivTrades Plc. Via Borgonuovo 14/16 20121 Milano – iscritta all’Albo delle imprese di investimento comunitarie con succursale al numero 97.
I livelli di prezzo utilizzati in questa analisi, si riferiscono ai contratti CFD presenti nell’offerta di Activtrades.
Qualsiasi previsione ivi fornita non è un indicatore affidabile di risultati futuri. I pensieri e le opinioni espresse sono esclusivamente quelle dell’autore e non riflettono necessariamente le opinioni di ActivTrades Plc. Questa analisi è solo a scopo informativo e non deve essere considerata una consulenza finanziaria. La decisione di agire in base alle idee ed ai suggerimenti presentati è a sola discrezione del lettore.
Broker Caratteristiche Inizia
activtrades Licenza CONSOB, FCA
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
24Option Licenza CONSOB, CySEC
Supporto clienti
Formazione professionale
apri ora
GMO Trading Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 68 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Mario Draghi sarebbe intenzionato a sferrare il “colpo finale”. Oggi la riunione della BCE

L'attesa è finita, è prevista per oggi la riunione della BCE. Un appuntamento tanto atteso che si presenta con qualche incertezza e in un contesto europeo contrastato. Cosa aspettarsi?

Regolamento dei commenti di Dove Investire

Puoi commentare anche come ospite secondo le finalità della Privacy Policy e della normativa privacy Disqus.

Leggi il nostro REGOLAMENTO dei commenti prima di commentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.