Home / Guida trading / Consigli su quando acquistare un’azione e quando vendere un’azione

Consigli su quando acquistare un’azione e quando vendere un’azione

Con tutte le azioni disponibili sul mercato, trovare quella su cui investire può essere un’attività impegnativa per gli investitori. Ma il lavoro degli investitori non finisce nel momento in cui si è valutato su quale azione investire, dopo la scelta è importante valutare anche il momento giusto per entrare in borsa.

In questo articolo sono riportati sette suggerimenti per gli investitori per aiutarli a identificare il momento migliore per acquistare una azione e quando venderla in modo da avere buone possibilità di assicurarsi un futuro più ricco.

Consigli su quando acquistare un’azione e quando vendere un’azione

Quando le azioni sono ipervendute

Considera l’acquisto di un’azione come se stessi facendo shopping. I consumatori aspettano sempre con impazienza un affare quando si tratta di fare acquisti. I primi esempi di prezzi bassi che stimolano la domanda di prodotti sono durante il periodo natalizio e il Black Friday.

Ma nel mercato azionario, per qualche ragione, gli investitori non sono così entusiasti quando un’azione viene messa in vendita. La solita mentalità per tutti gli investitori è che tendono ad evitare le azioni quando i prezzi sono bassi.

La fine del 2008 e l’inizio del 2009 sono stati tempi di grandi opportunità per gli investitori. Le azioni erano a un prezzo basso, era il momento migliore per raccogliere azioni per un ottenere rendimento futuro. Era il momento migliore per gli investitori per acquistare azioni a un prezzo d’occasione. Ma al contrario, questi erano i periodi di eccessivo pessimismo in borsa e gli investitori hanno avuto paura di comprare.

Una volta che i prezzi delle azioni sono ipervenduti, è facile per gli investitori decidere se sono ‘in vendita’ o se probabilmente aumenteranno in futuro. È imperativo stabilire un intervallo in cui acquistare un’azione piuttosto che arrivare a un unico obiettivo di prezzo delle azioni.

Uno dei migliori punti di partenza sono i rapporti degli analisti e gli obiettivi di prezzo di consenso. Queste sono una media di tutte le opzioni disponibili per gli analisti. Gli investitori dovrebbero affrontare problemi cruciali nel determinare quando acquistare un’azione senza decidere una fascia di prezzo. Queste cifre sono pubblicate su quasi tutti i siti Web finanziari e sono facili da consultare.

Quando un titolo è sottovalutato

Identificare se un titolo è sottovalutato è un modo per stabilire una fascia di prezzo. Analizzare la crescita stimata e il profitto del futuro di un’azienda è il modo migliore per determinare il livello di sopravvalutazione o sottovalutazione del titolo sul mercato.

Il Discounted Cash Flow (DCF) è una delle tecniche di valutazione cruciali. Tiene conto dei flussi di cassa futuri previsti di un’azienda. Utilizzando fattori di rischio ragionevoli, li sconta al presente. L’obiettivo di prezzo teorico è quindi la somma complessiva di questi flussi di cassa futuri attualizzati. Pertanto, il titolo sarà probabilmente un buon acquisto se il prezzo corrente del titolo è inferiore a questo valore.

L’analisi della crescita dei dividendi di una società e il confronto del multiplo prezzo/utili (P/E) di un’azione con quello di un concorrente è un’altra tecnica di valutazione per determinare quando acquistare un’azione. Guardare il prezzo alle vendite e il prezzo al flusso di cassa è un altro parametro per determinare se un titolo sembra economico rispetto ai suoi principali rivali.

Acquistare dopo un dettagliata ricerca

Non c’è niente di sbagliato nell’affidarsi ai prezzi e ai consigli degli analisti nelle newsletter finanziarie. È un buon punto di partenza. Ma la parte importante è fare i compiti. I grandi investitori decidono quando acquistare un titolo ed entrare nel mercato dopo la dovuta diligenza e la contemplazione della ricerca di un titolo.

Ci sono diversi modi per fare una ricerca dettagliata. Alcuni stanno leggendo il rapporto annuale di un’azienda, seguendo i suoi comunicati stampa più recenti e controllando alcune delle sue recenti presentazioni disponibili online o persino alle fiere del settore. Puoi trovare questi dati facilmente nella pagina delle relazioni con gli investitori sul sito Web aziendale di ogni azienda.

Subito dopo una fusione

Il miglior consiglio su quando vendere un titolo è venderlo subito dopo una fusione. Il prezzo a cui è stata acquistata una società è il suo premio medio di acquisizione, che probabilmente varia tra il 20-40%. Se possiedi un titolo acquistato per essere un premio, è sempre meglio venderlo immediatamente.

Sebbene ci siano meriti nel detenere azioni dopo la fusione, dal punto di vista del costo opportunità, è sempre meglio trovare un’opportunità di investimento alternativa con un potenziale di rialzo migliore.

Tracciamento degli indicatori tecnici

Il modo migliore per decidere quando acquistare un titolo o vendere un titolo è analizzare il grafico azionario degli ultimi cinque anni. Il modo per stimare il valore di un titolo a lungo termine è tenere traccia degli indicatori tecnici. Ciò include le variazioni stagionali del prezzo delle azioni, il trading di azioni è al di sopra o al di sotto della sua media, scambia milioni di azioni al giorno, ecc.

L’analisi del volume del titolo è un indicatore utile. Se il volume delle azioni è diminuito, probabilmente potrebbe essere un segno di un minore interesse per l’azione, portando a un calo del prezzo delle sue azioni. Se ha mostrato un aumento recente, mostra che i fondamentali sottostanti sono solidi e il titolo ha maggiori opportunità di crescita.

Il monitoraggio delle tendenze macro è cruciale

Tenere traccia degli indicatori tecnici non significa negare le tendenze macro che potrebbero avere un impatto sul titolo. Alcuni parametri che aiuteranno gli investitori a decidere quando acquistare un titolo o quando venderlo sono l’analisi dei suoi tassi di interesse in aumento, tasse più elevate, comportamento dei consumatori, ecc. Queste tendenze comuni costituiscono anche una parte cruciale della ricerca degli investitori.

Tenere un titolo con pazienza

Considera che hai già fatto la tua ricerca, identificato l’obiettivo di prezzo di un’azione e hai una stima che l’azione è sottovalutata. Non pianificare investimenti immediati. Il mercato azionario è imprevedibile. Tutto ciò che hai fatto non significa che il titolo che hai acquistato aumenterà immediatamente di valore.

Ci vuole tempo e pazienza per essere un grande investitore. Un titolo richiede tempo per essere scambiato fino al suo vero valore. Che si tratti degli analisti che proiettano i prezzi nel mese successivo o addirittura nel trimestre successivo. La stima è la stessa in quanto stanno anche ipotizzando che lo stock aumenterà rapidamente.

Supponiamo che tu sia sicuro della tua ricerca e della capacità del titolo di crescere. È sempre meglio tenere le scorte per quasi tre o cinque anni. Di solito, ci vogliono alcuni anni prima che un’azione si avvicini a un intervallo di prezzo target.

Conclusioni su quando acquistare un’azione e quando vendere un’azione

Il leggendario investitore azionario Peter Lynch ha un buon consiglio per gli investitori. Raccomanda agli investitori di acquistare ciò che sanno, analizzare un’azienda, fare ricerche o parlare con altri investitori.

Combinando tutti i sette consigli e poi usando il buon senso, potrai decidi quando acquistare un titolo e quando venderlo e questo può darti il ​​risultato più redditizio in futuro.

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite Doveinvestire su Google News, Facebook, Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Per restare aggiornati sulle notizie pubblicate sul nostro portale attiva le notifiche dal pulsante verde in alto (Seguici) o iscriviti al nostro canale Telegram di Dove Investire

Avviso esplicito sui rischi: non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite o danni commerciali a causa di affidamento sulle informazioni contenute all’interno di questo sito, compresi i dati, le citazioni, i grafici e i segnali di acquisto/vendita. La negoziazione sui mercati finanziari è una delle forme più rischiose di investimento possibili. Tutti i prezzi e i segnali di acquisto/vendita sono indicativi e non adeguati ai fini di negoziazione, inoltre, non sono forniti da un cambio, ma piuttosto dai market maker, quindi potrebbero non essere precisi e possono differire dal prezzo effettivo di mercato. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite commerciali nelle quali si potrebbe incorrere come conseguenza dell’utilizzo di questi dati. Il testo riportato non costituisce attività di consulenza da parte di Dove Investire né, tanto meno, offerta o sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari. Le informazioni ivi riportate sono di pubblico dominio e sono considerate attendibili, ma il portale Dove Investire non è in grado di assicurarne l’esattezza. Tutte le informazioni sono date in buona fede sulla base dei dati disponibili, ma sono suscettibili di variazioni anche senza preavviso in qualsiasi momento dopo la pubblicazione. Si declina ogni responsabilità per qualsivoglia informazione esposta in questa pubblicazione. Si invita a fare affidamento esclusivamente sulle proprie valutazioni delle condizioni di mercato nel decidere se effettuare un’operazione finanziaria e nel valutare se essa soddisfa le proprie esigenze. La decisione di effettuare qualunque operazione finanziaria è a rischio esclusivo dei destinatari della presente informativa.

FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
Roinvesting Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
Brokereo Licenza CySEC
No commissioni su CFD
Segnali di trading
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

La variante Delta, un’ombra sui mercati finanziari

È tornato forte il tema del timore per la variante Delta con le materie prime scambiate in ribasso in particolare il petrolio e l'oro, mentre si mantengono in rialzo le azioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.