Home / Analisi dei mercati / La variante Delta, un’ombra sui mercati finanziari

La variante Delta, un’ombra sui mercati finanziari

L’inizio di agosto si è confermato in linea con le previsioni riguardo ai Futures, le posizioni degli hedge fund su materie prime, forex, obbligazioni e indici azionari. Giorni di calma relativa che hanno visto le azioni salire fino a nuovi massimi, mentre il rendimento dei Treasury a 10 anni ha raggiunto un nuovo ciclo minimo. Nella settimana in corso è tornato, però, forte il tema del timore per la variante Delta con le materie prime scambiate in ribasso per le preoccupazioni sul virus guidate dal petrolio greggio e dal rame, mentre l’oro in questi giorni è alle prese con una serie di altalene che preannunciano tempesta.

La situazione sui mercati

Materie prime

L’indice Bloomberg Spot ha perso lo 0,5% durante i primi giorni di agosto, dal momento che la rapida diffusione della variante Delta coronavirus in Asia e in alcune parti degli Stati Uniti ha sollevato preoccupazioni sulla domanda di materie prime chiave come petrolio greggio e rame. Questi sviluppi sono stati in qualche modo compensati dai guadagni dei metalli preziosi poiché sia ​​il dollaro che i rendimenti si sono indeboliti prima della brusca inversione di venerdì. Il mercato dei cereali ha visto un forte balzo dei prezzi del grano legato alle condizioni meteorologiche avverse.

Nel complesso, queste evoluzioni non hanno portato a cambiamenti importanti nell’esposizione complessiva alle materie prime detenuta dai fondi, con la vendita di petrolio greggio, soia, gas naturale e rame compensata dall’acquisto di grano, mais, zucchero e argento.

Energia

Il rally di fine luglio del petrolio greggio si è esaurito dopo che l’attenzione del mercato si è spostata sempre più dall’OPEC all’Asia, e in particolare alla Cina, dove la variante delta del coronavirus ha continuato a diffondersi, alimentando dubbi sulle prospettive della domanda a breve termine. Di conseguenza, la posizione lunga netta nel WTI e nel Brent è stata ridotta di 18,4k lotti combinati a 614k lotti, invertendo così un terzo di quanto aggiunto nelle scorse settimane. La maggior parte del cambiamento è stata condizionata da una lunga liquidazione senza segni di aumento dell’attività di vendita allo scoperto. Il gas naturale lungo è stato, nonostante l’aumento dei prezzi, ridotto del 4% a 312k lotti. Questa quarta settimana consecutiva di vendite nette si è verificata mentre il prezzo ha continuato a salire e ha chiuso la settimana a $ 4,14, il più alto da dicembre 2018 in risposta al clima caldo e alla robusta esportazione di GN, sollevando preoccupazioni per le scorte insufficienti per il prossimo inverno.

Dopo la peggiore settimana per il petrolio greggio in dieci mesi, il mercato segue da vicino il rapporto mensile dell’OPEC di domani per eventuali segnali di cambiamento nelle prospettive della domanda. Da rilevare comunque che la rapida diffusione della variante delta coronavirus in Asia e in alcune parti degli Stati Uniti ha visto l’attenzione del mercato tornare alle preoccupazioni sulla domanda derivanti dalla capacità dell’OPEC di mantenere i prezzi sostenuti mantenendo le forniture sufficientemente limitate.

Metalli

In questo inizio di settimana l’oro (XAUUSD) e l’argento (XAGUSD), già sotto pressione a seguito del rapporto sull’occupazione statunitense più forte del previsto del 6 agosto, hanno subito un flash crash durante le prime parti della sessione asiatica. Dopo la chiusura debole di venerdì, entrambi i metalli erano rimasti vulnerabili all’apertura e, con Singapore e Giappone in vacanza, l’apertura asiatica ha offerto ancora meno liquidità del solito. In pochi minuti l’oro è sceso di oltre il 4% mentre l’argento è crollato del 7%, prima di accoppiare le perdite in vista dell’apertura europea. I trader sono stati sorpresi dallo strano comportamento dell’oro nelle ultime settimane quando i rendimenti in calo non sono riusciti ad aumentare il prezzo, mentre la piccola inversione di tendenza dei rendimenti della scorsa settimana ha innescato una risposta negativa immediata e forte. Questo tipo di capitolazione può spesso coincidere con un minimo significativo nel mercato ma, perché ciò accada, sono necessari che i dati economici diventino più favorevoli all’oro. Attenzione anche al rame che viene venduto a causa delle preoccupazioni per il virus che compensano il rischio di un’interruzione della fornitura legata allo sciopero in Cile, il produttore numero uno al mondo.

Agricoltura

La vendita di semi di soia è stata più che compensata dal forte acquisto di mais e da entrambi i contratti di grano su KCB e CBOT. I futures sul grano CBOT sono stati scambiati vicino al massimo di maggio con sviluppi meteorologici avversi che puntano sempre più a forniture globali più limitate a causa delle aspettative di una produzione inferiore da parte dei principali esportatori Russia e Stati Uniti. Le piogge hanno danneggiato la qualità del grano in alcune parti dell’Europa e della Cina, mentre il caldo e la siccità hanno ridotto le prospettive di produzione in Russia e Nord America. Oltre agli sviluppi meteorologici in corso, giovedì il mercato guarderà anche un rapporto mensile su domanda e offerta del Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti.

Forex

La leggera debolezza del dollaro nella settimana fino a martedì scorso ha visto gli speculatori ridurre le scommesse rialziste sul dollaro da un massimo di 17 mesi del 18% a $ 3,6 miliardi. Questo prima del commento “da falco” di Clarida, vicepresidente della Fed, e del forte rapporto sull’occupazione a livello generale che hanno portato a far salire il rendimento dei titoli del Tesoro a 10 anni all’1,3% e a rafforzare il dollaro contro i suoi principali pari, non ultimo l’euro che ha chiuso la settimana a un minimo da quattro mesi.

Il cambiamento menzionato è stato principalmente guidato dall’acquisto di GBP e JPY. La posizione sulla sterlina è tornata neutrale mentre lo yen short è stato ridotto al minimo di sei settimane. Nel complesso, e proprio come la settimana precedente, il tema dominante è stato la riduzione delle posizioni, sia lunghe che corte, poiché il periodo di picco delle vacanze estive continua a ridurre la propensione al rischio.

Articolo di Ole Hansen, Head of Commodity Strategy per BGSaxo. Altre informazioni su www.bgsaxo.it

Nessuna delle informazioni e analisi qui contenute costituisce un consiglio di investimento o un’offerta o sollecitazione ad acquistare o vendere qualsiasi valuta, prodotto o strumento finanziario, effettuare investimenti o partecipare a una particolare strategia di trading. L’investitore si assume la responsabilità di valutare, in modo indipendente, la precisione e la completezza delle informazioni e il relativo utilizzo. La presente comunicazione di marketing non è assimilabile ad alcuna forma di produzione o diffusione di ricerca in materia di investimenti e pertanto non è stata preparata conformemente ai requisiti giuridici volti a promuovere l’indipendenza della ricerca. Eventuali informazioni riportate che si riferiscano a rendimenti, non devono essere interpretate come indicazioni di rendimenti futuri o di garanzia di conservazione del capitale investito ma come indicazioni di rendimenti realizzati in passato. Con strumenti finanziari “più negoziati in piattaforma” si fa riferimento al controvalore nominale negoziato su tutte le piattaforme del Gruppo Saxo.

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite Doveinvestire su Google News, Facebook, Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Per restare aggiornati sulle notizie pubblicate sul nostro portale attiva le notifiche dal pulsante verde in alto (Seguici) o iscriviti al nostro canale Telegram di Dove Investire

Avviso esplicito sui rischi: non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite o danni commerciali a causa di affidamento sulle informazioni contenute all’interno di questo sito, compresi i dati, le citazioni, i grafici e i segnali di acquisto/vendita. La negoziazione sui mercati finanziari è una delle forme più rischiose di investimento possibili. Tutti i prezzi e i segnali di acquisto/vendita sono indicativi e non adeguati ai fini di negoziazione, inoltre, non sono forniti da un cambio, ma piuttosto dai market maker, quindi potrebbero non essere precisi e possono differire dal prezzo effettivo di mercato. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite commerciali nelle quali si potrebbe incorrere come conseguenza dell’utilizzo di questi dati. Il testo riportato non costituisce attività di consulenza da parte di Dove Investire né, tanto meno, offerta o sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari. Le informazioni ivi riportate sono di pubblico dominio e sono considerate attendibili, ma il portale Dove Investire non è in grado di assicurarne l’esattezza. Tutte le informazioni sono date in buona fede sulla base dei dati disponibili, ma sono suscettibili di variazioni anche senza preavviso in qualsiasi momento dopo la pubblicazione. Si declina ogni responsabilità per qualsivoglia informazione esposta in questa pubblicazione. Si invita a fare affidamento esclusivamente sulle proprie valutazioni delle condizioni di mercato nel decidere se effettuare un’operazione finanziaria e nel valutare se essa soddisfa le proprie esigenze. La decisione di effettuare qualunque operazione finanziaria è a rischio esclusivo dei destinatari della presente informativa.

FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
Roinvesting Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
Brokereo Licenza CySEC
No commissioni su CFD
Segnali di trading
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Analisi dei mercati finanziari del 8 Settembre | ActivTrades Markets Commentary

Le crescenti incertezze a breve termine e la prospettiva di una ripresa irregolare, che sta dissuadendo gli investitori dall'acquistare attività più rischiose

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.