Home / Analisi dei mercati / Coinbase fa il suo debutto nel Nasdaq. Ecco cosa dovrebbero sapere gli investitori

Coinbase fa il suo debutto nel Nasdaq. Ecco cosa dovrebbero sapere gli investitori

Coinbase, la piattaforma di scambio di valuta digitale, è pronta a fare il suo debutto in Borsa. Che cosa aspettarsi? Con un valore di mercato di circa 100 miliardi dollari, la parola d’ordine è attenzione.

Le criptovalute hanno ricevuto molta attenzione ultimamente e il debutto pubblico di Coinbase, una piattaforma per il trading di diverse valute digitali, è probabile che aumenti ulteriormente quell’attenzione e potenzialmente generi una certa volatilità nel mercato delle criptovalute.

Il titolo Coinbase inizierà ad essere negoziato sul Nasdaq Exchange con il simbolo ‘COIN’ domani. Ecco cosa dovrebbero sapere gli investitori su questa azienda con circa 1.750 dipendenti remoti e una valutazione del mercato privato di circa 100 miliardi di dollari.

La missione e l’opportunità di mercato

La missione di Coinbase è creare un sistema finanziario aperto per il mondo. Questo obiettivo si basa sulla convinzione che il tradizionale sistema finanziario fiat – il modo in cui attualmente spendiamo, risparmiamo e investiamo denaro – è inefficiente. Coinbase vede invece una soluzione migliore: la criptoeconomia.

La criptoeconomia è un sistema finanziario in cui le risorse digitali (criptovalute) sono costruite sulla tecnologia blockchain.

Se non hai familiarità con il termine, il concetto è abbastanza semplice: Blockchain è un database autonomo e ampiamente distribuito che convalida e registra tutte le transazioni su una rete. Ciò elimina la necessità per una banca centrale (o autorità) di coniare e gestire la valuta. Ciò a sua volta elimina molte delle commissioni di transazione addebitate dai processori di pagamento e dalle banche. Fondamentalmente, la blockchain è la base di un sistema finanziario più efficiente.

Quando Coinbase è stata fondata nel 2012, la società con sede a San Francisco è nata come una piattaforma in cui gli utenti potevano acquistare e vendere Bitcoin (BTC). Da allora, ha ampliato la sua offerta per gli utenti al dettaglio e la società ha aggiunto altre criptovalute e prodotti per istituzioni e partner dell’ecosistema.

Nel 2018, Coinbase ha iniziato a lanciare prodotti e servizi in abbonamento, inclusa la possibilità di immagazzinare, eseguire operazioni, prendere in prestito e prestare attraverso la sua piattaforma. Oggi, la società concede in licenza anche strumenti di analisi alle forze dell’ordine e alle istituzioni finanziarie, fornisce software per aiutare gli sviluppatori a creare applicazioni blockchain e consente ai commercianti di accettare pagamenti in criptovaluta.

Il punto è questo: il mercato totale indirizzabile (TAM) di Coinbase dipende fortemente dall’adozione della criptovaluta. A tal fine, il CEO Brian Armstrong ha recentemente affermato: ‘Riteniamo che la criptoeconomia potrebbe eventualmente crescere fino a diventare una parte considerevole del PIL globale‘. Se è vero, Coinbase ha un’enorme opportunità di mercato.

Posizione competitiva

Coinbase è il più grande scambio di criptovalute negli Stati Uniti. L’azienda si è differenziata investendo molto in sicurezza e conformità normativa. In effetti, Coinbase è una delle piattaforme crittografiche più longeve che non ha mai perso i fondi dei clienti a causa di una violazione della sicurezza.

Questa attenzione alla fornitura di un’esperienza utente semplice e sicura si è tradotta in un fiorente ecosistema finanziario. Alla fine del 2020, Coinbase aveva 43 milioni di utenti al dettaglio, 7.000 istituzioni e 115.000 partner dell’ecosistema sulla sua piattaforma.

Questa base di clienti in espansione crea un effetto di rete: man mano che più utenti al dettaglio e istituzioni archiviano risorse virtuali su Coinbase, la liquidità dell’azienda migliora, il che significa che ha più denaro per costruire nuovi prodotti innovativi in grado da attirare più utenti. Allo stesso tempo, con la crescita della criptoeconomia, la scala di Coinbase dovrebbe attrarre più partner dell’ecosistema, aggiungendo ulteriore valore alla sua attività.

Coinbase attualmente memorizza 223 miliardi di dollari in risorse crittografiche sulla sua piattaforma. Per riferimento, quella cifra rappresenta l’11,3% di tutte le risorse crittografiche nel mondo, il che rende questa azienda uno dei più grandi attori in un mercato in rapida crescita.

Rendimento finanziario

Attualmente, Coinbase genera la stragrande maggioranza delle sue entrate attraverso le commissioni di transazione, che sono altamente volatili, poiché dipendono dal volume degli scambi. Anche così, il volume degli scambi è aumentato nel tempo, passando da 17 miliardi di dollari nel 2018 a 38 miliardi di dollari nel 2020. Ciò si è tradotto in una forte performance finanziaria.

Più recentemente, Coinbase ha riportato i risultati preliminari per il primo trimestre del 2021. In particolare, i ricavi sono aumentati a 1,8 miliardi di dollari, l’844% in più rispetto ai ricavi del primo trimestre del 2020. Inoltre, gli utenti verificati sono balzati a 56 milioni, con un aumento del 65% anno su anno.

In futuro, gli sforzi dell’azienda per aumentare i ricavi da abbonamenti e servizi dovrebbero ridurre la sua dipendenza dalle commissioni di transazione. Per alcuni di questi prodotti, come la possibilità di immagazzinare, operare, prendere in prestito e prestare, Coinbase guadagna entrate in base alla percentuale di risorse sulla sua piattaforma che partecipano al prodotto o servizio specifico. In altre parole, gli investitori dovrebbero prestare attenzione alla capacità di Coinbase di guidare la crescita sia degli utenti che delle risorse crittografiche archiviate sulla sua piattaforma.

La cautela è d’obbligo

Investire in una nuova società pubblica è sempre rischioso. Le IPO possono avere un prezzo errato e talvolta le aziende non riescono a esibirsi sotto i riflettori del pubblico. Semmai, questa situazione è più rischiosa del normale, poiché è intrisa di entusiasmo frenetico per la criptovaluta.

Lo scorso settembre, Coinbase è stato scambiato a una valutazione di 5,3 miliardi di dollari nei mercati di private equity. Nel marzo 2021, gli acquirenti privati ​​hanno valutato l’azienda a circa 68 miliardi di dollari. Più recentemente, quella cifra è salita a 100 miliardi di dollari. Ciò significa che Coinbase vale circa 20 volte di più oggi rispetto a sette mesi fa. Questo è un grande salto, ed è stato guidato dal crescente interesse per la criptovaluta. Se tale interesse scompare, il valore di Coinbase quasi certamente precipiterà.

Ecco perché è necessario prestare attenzione e non acquistare subito azioni di Coinbase. Per lo meno, è consigliabile aspettare di vedere dove arriva la capitalizzazione di mercato dell’azienda quando diventa pubblica; poi chiediti se Coinbase vale quella cifra. In altre parole, Coinbase può avere un impatto sul mondo abbastanza ampio da giustificare una valutazione di 100 miliardi di dollari? E se la valutazione fosse di 150 miliardi di dollari? In caso di dubbi, potrebbe essere prudente attendere alcuni trimestri prima di investire su Coinbase. Questo ti dà il tempo di monitorare le prestazioni finanziarie di Coinbase come società per azioni.

Se Coinbase è davvero un buon investimento a lungo termine, aspettare qualche trimestre non sarà la fine del mondo.

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite Doveinvestire su Google News, Facebook, Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Per restare aggiornati sulle notizie pubblicate sul nostro portale attiva le notifiche dal pulsante verde in alto (Seguici) o iscriviti al nostro canale Telegram di Dove Investire

Avviso esplicito sui rischi: non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite o danni commerciali a causa di affidamento sulle informazioni contenute all’interno di questo sito, compresi i dati, le citazioni, i grafici e i segnali di acquisto/vendita. La negoziazione sui mercati finanziari è una delle forme più rischiose di investimento possibili. Tutti i prezzi e i segnali di acquisto/vendita sono indicativi e non adeguati ai fini di negoziazione, inoltre, non sono forniti da un cambio, ma piuttosto dai market maker, quindi potrebbero non essere precisi e possono differire dal prezzo effettivo di mercato. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite commerciali nelle quali si potrebbe incorrere come conseguenza dell’utilizzo di questi dati. Il testo riportato non costituisce attività di consulenza da parte di Dove Investire né, tanto meno, offerta o sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari. Le informazioni ivi riportate sono di pubblico dominio e sono considerate attendibili, ma il portale Dove Investire non è in grado di assicurarne l’esattezza. Tutte le informazioni sono date in buona fede sulla base dei dati disponibili, ma sono suscettibili di variazioni anche senza preavviso in qualsiasi momento dopo la pubblicazione. Si declina ogni responsabilità per qualsivoglia informazione esposta in questa pubblicazione. Si invita a fare affidamento esclusivamente sulle proprie valutazioni delle condizioni di mercato nel decidere se effettuare un’operazione finanziaria e nel valutare se essa soddisfa le proprie esigenze. La decisione di effettuare qualunque operazione finanziaria è a rischio esclusivo dei destinatari della presente informativa.

FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
Plus500 Licenza ‎ASiC, CySEC, FCA
Il fornitore più quotato di CFD
Piattaforma WebTrader
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
Markets.com CySEC, FSCA, FCA e ASIC
Tecnologie all’avanguardia
Strumenti di trading
apri ora
Roinvesting Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
GKFX Licenza MFSA, Consob
Fondi dei clienti protetti
Segnali di trading in piattaforma
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Coinbase debutta col botto. Quotazione salita alle stelle

La società di criptovaluta Coinbase è entrata ufficialmente nel listino del Nasdaq nella giornata di ieri. Una partenza col botto come da previsione, che cosa aspettarsi ora?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.