Serie Continua Di Riacquisti, Recordati Accelera Quello Delle Azioni Proprie

Recordati azioni

Negli ultimi giorni abbiamo scritto di molte società che riacquistavano azioni proprie per sostenere la quotazione dei rispettivi titoli.

Anche Recordati sta procedendo in questo senso dando alla delibera di riacquisto azioni del 29 aprile 2022. Nella giornata di lunedì UBS Europe SE, con mandato conferito dalla società stessa, ha iniziato il programma di riacquisto azioni. Il programma appena servirà per alimentare i vecchi piani di stock option a favore del management del Gruppo e quelli nuovi. Al 17 giugno la società deteneva l’1,6410% del capitale sociale, corrispondente a 3.431.802 azioni

Recordati, Ottimo Il Giudizio Degli Analisti Sulle Sue Azioni

Nonostante Recordati abbia un prezzo abbastanza elevato per gli standard italiani, per gli analisti le azioni della società sono un buon affare che potrebbe portare grandi vantaggi in futuro.

11 analisti sono concordi sul pricing medio del titolo, pari a € 46,38. Questo prezzo obiettivo vuol dire una sottovalutazione del 23% rispetto al prezzo attuale di € 37,51. Il più ottimista degli analisti ha stabilito un target price di € 53,00, mentre quello pessimista ha individuato un prezzo equo di € 39,00. Questi due prezzi determinano una forbice di variazione che va dal +4% al +41% rispetto al prezzo di oggi.

✅ Stai cercando un corso completo su come realizzare profitti con il trading? Questo è l’ebook che fa per te… Questa guida ti aiuterà a comprendere i concetti e le regole fondamentali per avere successo nel trading.
👉 Scarica la guida gratuita!

La maggior parte degli analisti consiglia di tenere il titolo in portafoglio per chi già lo possedesse, mentre i restanti pareri si dividono equamente tra i possibili giudizi.

Recordati In Grosse Difficoltà, Con Le Azioni Che Devono Affrontare Una Forte Zona Di Demand

RECORDATI AZIONI
Grafico settimanale Recordati

Recordati sta affrontando una brutta situazione di mercato, con un prezzo delle sue azioni calato di molto dai massimi del 2021.

Da un massimo di € 57,90, il prezzo è arrivato agli attuali € 37,51, perdendo il 35% del suo valore. La forza ribassista del prezzo ha rotto anche la zona di demand tra € 42,10 e € 39,00, sancendo il dominio dei venditori rispetto a quello degli acquirenti. L’RSI precipita sempre più in zona di ipervenduto, alimentando il sentimento negativo sul titolo. Il prezzo ha testato anche la parte inferiore dell’area di demand, ma non è riuscito a sfondarlo. Il ribasso dovrebbe ancora continuare, ma ala prosecuzione dipende dalla rottura settimanale di € 37,00

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite Doveinvestire su Google News, Facebook, Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Per restare aggiornati sulle notizie pubblicate sul nostro portale attiva le notifiche dal pulsante verde in alto (Seguici) o iscriviti al nostro canale Telegram di Dove Investire

Disclaimer: L’opinione qui espressa non è un consiglio di investimento, ma viene fornita solo a scopo informativo. Non riflette necessariamente l’opinione di doveinvestire.com. Ogni investimento e ogni trading comporta dei rischi, quindi dovresti sempre eseguire le tue ricerche prima di prendere decisioni. Non consigliamo di investire denaro che non puoi permetterti di perdere. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite o danni commerciali a causa di affidamento sulle informazioni contenute all’interno di questo sito, compresi i dati, le citazioni, i grafici e i segnali di acquisto/vendita. Il testo riportato non costituisce attività di consulenza da parte di Dove Investire né, tanto meno, offerta o sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari. Le informazioni ivi riportate sono di pubblico dominio e sono considerate attendibili, ma il portale Dove Investire non è in grado di assicurarne l’esattezza. Si invita a fare affidamento esclusivamente sulle proprie valutazioni delle condizioni di mercato nel decidere se effettuare un’operazione finanziaria e nel valutare se essa soddisfa le proprie esigenze. La decisione di effettuare qualunque operazione finanziaria è a rischio esclusivo dei destinatari della presente informativa.

FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
ActivTrades Licenza FCA, CSSF
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
XTB Licenza FCA, CySEC, KNF
Piattaforma professionale
Affidabilità e supporto
apri ora
IG Licenza FCA, BaFin, Consob
Oltre 45 anni di esperienza
Trading su CFD e Turbo24
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 62 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Angelo Papale

Analista finanziario per Word2invest con una rubrica su titoli quotati sulla borsa italiana, maggiormente aziende del comparto energetico, Dottore in Economia, Finanza e Mercati con Master in Corporate Finance.

Ti potrebbe interessare:

Azioni Unicredit, Le Previsioni Dopo L’Impact Group Graduate Program

Azioni Unicredit totalizzano oggi una performance del +4,42%, ma le previsioni sul suo andamento sono incerte, causa azioni di FED e BCE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.