Home / Mercati finanziari / Sterlina, Dollaro Usa e Dollaro canadese, cosa aspettarci questa settimana?

Sterlina, Dollaro Usa e Dollaro canadese, cosa aspettarci questa settimana?

Non siamo lontani ormai alla fine di questo 2020, anno che sarà ricordato nei libri di scuola, ma ancora non sappiamo quale sarà l’esito della Brexit, i cui colloqui sono infiniti ed estenuanti, e durano ormai da oltre 4 anni, ma non hanno, purtroppo, ancora prodotto alcun risultato tangibile.

Ieri sera, in apertura in Asia, la sterlina era in discesa in ragione delle aspettative negative su un accordo che pareva ormai compromesso. Successivamente c’è stato un tentativo di recupero, quando è uscita una voce che parlava di progressi nella questione della pesca, che è poi quella più importante in questo momento e sulla quale lo scontro si è fatto più aspro tra ambo le parti. Poi una nota ufficiale ha smentito tale accordo e siamo nuovamente sotto pressione. La verità è che siamo ancora in alto mare, e anche se i colloqui vanno avanti e un accordo potrebbe essere trovato in extremis, siamo destinati a vivere ancora ore e giornate convulse, sulla moneta britannica.

EurGbp è tornata sopra quota 0.9000 in una fase di altalena sul Cable abbastanza evidente, con un tono tendenziale ribassista sul dollaro che consente alla valuta britannica di tenere le posizioni, anche in presenza di maggiori probabilità di no deal, ma questo è un altro fatto (Barnier poco fa ha detto che restano tre questioni sul tavolo da risolvere). Il dollaro scende perché in questo momento, la prospettiva di stimoli fiscali unitamente alla necessità di indebolire un cambio che per troppo tempo è stato eccessivamente forte, è prevalente su ogni altro aspetto, anche sulle difficoltà del vecchio continente di sostenere un Euro al di sopra di 1.2000. Per ora quindi le correzioni del biglietto verde, eventuali, sembrerebbero delle ottime opportunità per rientrare short e i livelli da osservare, sul cambio principe, ovvero EurUsd, sono posti in area 1.2100 e nel caso di violazione anche 1.2030-40, con 1.2000-10 a fare da eventuale ultimo baluardo. Per ora, la correzione fin qui vista, è solo il minimo per poter eventualmente considerare posizioni long dollari, e non è certamente sufficiente per poter parlare di pullback più importante e significativo.

La netta sensazione è che questo movimento strutturale non sia certo terminato, almeno fino a quando qualcuno da Francoforte non si alzerà e non farà qualche dichiarazione. Sulla sterlina quindi, abbiamo detto, meglio non avventurarsi troppo in congetture, siamo in balìa degli eventi, per dirla in modo chiaro, e tutto può accadere. Ma il vero vincitore della settimana scorsa è stato il dollaro canadese, che ha messo a segno la performance più eclatante, specie dopo i dati sull’occupazione, decisamente migliorata, a 8.5% contro un consensus di 8.9%. UsdCad ha mollato così come tutti i cross contro Cad, fino a 1.2765-70 area e un’eventuale accelerazione ribassista ha come target 1.2610-20 e successivamente anche 1.2400. Siamo in pieno trend, anche se le correzioni su tali eccessi, sono sempre possibili. Natale tra l’altro è alle porte e non vediamo come i trend in atto possano cambiare. Uno sguardo invece al UsdJpy che sotto 104.00 mostra sempre i muscoli, con la Boj che probabilmente monitora il tasso di cambio, così come la Snb su UsdChf.

Ci aspetta una settimana molto interessante cari amici, anche sulle oceaniche, sempre vicine ai massimi e apparentemente inarrestabili.

Saverio Berlinzani per ActivTrades.

Profilo dell’analista

Saverio Berlinzani

Nel 1989 inizia il suo percorso lavorativo nel mercato valutario come spot trader per il Banco Lariano. Dal ’91 per la Banque San Paolo di Parigi come trader su lira e franco francese. Dal ‘92 presso il Banco Lariano di Milano spot trader su tutte le valute SME. Dal ’95 per Swiss Bank Corporation capo cambista – Lugano, Ginevra, Londra.

In questi anni, oltre alla specializzazione sul mercato dello spot come market maker, ha sviluppato conoscenze del mercato dei derivati come trader di posizionamento per l’Istituto (Opzioni vanilla ed esotiche), nonché conoscenza diretta delle valute legate ai paesi emergenti (carry trades).

Dal ’98 è rientrato in Italia come Libero professionista in qualità di Consulente Finanziario e Patrimoniale – Presidente e socio fondatore di una società broker in forex. Dal 2009 ad oggi, trader indipendente nel mercato valutario fondatore del sito www.saveforex.it, community di traders con cui condivide quotidianamente in tempo reale la sua operatività forex attraverso una chat e un webinar live.

Chi è ActivTrades

ActivTrades (www.activtrades.eu/it) è un Broker specializzato nella negoziazione di Forex e CFD. Fondata nel 2001, è oggi una delle società leader del settore.
Il suo obbiettivo è quello di massimizzare le attività di trading dei propri clienti, offrendo ad essi una combinazione unica di elementi quali una vasta gamma di strumenti finanziari, spread competitivi e un eccezionale servizio di assistenza.

Dal suo quartier generale, situato nella City di Londra, ActivTrades offre i suoi servizi a una vasta clientela globale che, negli anni, ha potuto apprezzarne l’innovazione continua, l’eccellente ambiente di trading e un’efficace gestione del rischio.

Il Servizio di assistenza ai clienti di ActivTrades è disponibile 24 ore al giorno, da domenica sera a venerdì sera, in 14 lingue tra cui Italiano, Inglese, Francese, Spagnolo, Cinese e Arabo.

ActivTrades Europe SA è autorizzata e regolata dalla Commission de Surveillance du Secteur Financier (CSSF) in Lussemburgo. ActivTrades Europe SA è una società registrata in Lussemburgo, numero di registrazione B232167. ActivTrades Europe SA è una sussidiaria di ActivTrades PLC, autorizzata e regolata dalla Financial Conduct Authority, con numero di registrazione 434413. ActivTrades PLC è una società registrata in Inghilterra e Galles, numero di registrazione 05367727.

Per conoscere in dettaglio i prodotti e i servizi offerti visita il sito www.activtrades.eu/it. Vedi qui la nostra recensione e opinioni su ActivTrades.

I vantaggi di fare trading con ActivTrades

Il Broker londinese ActivTrades offre le migliori condizioni di trading confermate dai più prestigiosi riconoscimenti e sostenuta da trader di tutto il mondo

Miglior esecuzione

Trading con precisione a partire da 0,5 pip su EURUSD, senza requote o costi nascosti.

Supporto Clienti Pluripremiato

Assistenza 24/5, via email, chat e telefono in oltre 14 lingue.

Protezione dei fondi

Assicurazione integrativa per proteggerti fino a 1.000.000£

Il trading mobile

Fai trading ovunque tu sia, con la nostra piattaforma web o mobile.

  • No commissioni nè costi nascosti per aprire o chiudere un ordine;
  • Trading a partire da un micro lotto e massimizza la flessibilità del tuo trading con leva;
  • Supporto clienti italiano rapido e disponibile;
  • Le migliori piattaforme di trading;
  • Webinar settimanali e formazione personalizzata con formatori specializzati;
  • Demo gratuita.
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 77% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con ActivTrades. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
Plus500 Licenza ‎ASiC, CySEC, FCA
Il fornitore più quotato di CFD
Piattaforma WebTrader
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
Markets.com CySEC, FSCA, FCA e ASIC
Tecnologie all’avanguardia
Strumenti di trading
apri ora
Roinvesting Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
GKFX Licenza MFSA, Consob
Fondi dei clienti protetti
Segnali di trading in piattaforma
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

L’economia Americana mostra segnali di forza ma il dollaro continua a scendere. Che cosa aspettarci?

L'America (insieme alla Cina) sostiene la ripresa globale ma il dollaro continua a scendere. Potrebbe essere l'occasione per aprire posizioni long sul dollaro?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.