Home / Mercati finanziari / La ridotta volatilità sul mercato dei cambi non limita le opportunità

La ridotta volatilità sul mercato dei cambi non limita le opportunità

In un mercato dei cambi che resta dentro dei parametri e dei livelli ben definiti, scrivere ogni giorno un pezzo che eviti di ripetersi appare una impresa assai complicata, dato che viviamo una fase in cui i livelli sono sempre gli stessi e anche le questioni macro sono in una fase di cristallizzazione generale. Ciò che sembrerebbe riportare serenità a livello globale, sono i numeri della pandemia in occidente, con un calo dei contagi in Europa e negli Usa mentre in Asia già in precedenza si erano visti numeri migliori. Tutto ciò fa credere che da qui in avanti non ci possano più essere scossoni o aumenti del risk off, ma noi non ci fidiamo. E’ vero che le oscillazioni, in questo periodo, sono contenute ed è vero che manca la benzina per smuovere i mercati dalla fase di congestione attuale, ma come abbiamo ricordato anche venerdì, se osserviamo le crisi del passato, esse hanno avuto una durata minima di 12-13 mesi prima di allentare la tensione. E la possibilità che vi possa essere una seconda fase nel prossimo autunno, oppure un rallentamento economico più lungo del previsto, non è assolutamente da escludere.

Vi sono poi le questioni geopolitiche, di cui ci occupiamo saltuariamente, ma che probabilmente, alla fine di tutto questo, porterà ad una resa dei conti tra i grandi della terra, Cina e Usa in testa. E il segnale che la tensione non si è esaurita, arriva dal livello del tasso di cambio UsdYuan, abbondantemente ormai sopra 7.0000 a 7.1500, ricordando che il livello di 7 rappresenta comunque un qualcosa che divide risk on da risk off, almeno da quando tale livello è stato violato al rialzo. Era andato sopra tale area lo scorso anno quando la crisi e la mancanza dell’accordo commerciale Usa Cina, aveva creato una tensione sui mercati poi risoltasi tra novembre e dicembre. Infatti era tornato in area 6.85 con la firma dell’accordo nel mese di dicembre, facendo segnare dei minimi a 6.8470 a Gennaio per poi ricominciare a salire durante la pandemia in Cina e l’allargamento a ovest. Perché non scendiamo ora, con il virus che parrebbe ormai sotto controllo e con il vaccino che parrebbe non lontano? La sensazione è che molto dipenda dall’entità della tensione che sta emergendo relativamente al dopo, quando necessariamente molti paesi cominceranno a chiedere chi, come e perchè, il virus si è diffuso. Alcuni Stati potrebbero iniziare a intentare cause di risarcimento, il che andrebbe a creare delle questioni spinose nelle relazioni internazionali e un aumento ulteriore della tensione globale. Ecco perchè non ci fidiamo di questo risk on apparente attuale, che ci sembra poco logico in relazione ai potenziali futuri effetti. Ma tant’è, seguiamo l’onda del mercato e cerchiamo di capirne la portata.

Sul fronte prezzi oggi ci piace segnalare l’EurJpy che ha sviluppato un canale ribassista di medio termine, dall’inizio di dicembre dello scorso anno e continua a seguirlo con una certa regolarità. Ultimamente, in occasione della discesa della moneta unica, in seguito alle polemiche sugli aiuti ai paesi colpiti dalla pandemia, EurJpy aveva testato i supporti in area 114.40, toccando la parte bassa del canale, per poi riprendersi con una certa forza e tornare vicino alla parte alta, la settimana scorsa, con il test di 118.50, non lontano dalla resistenza chiave posta a 119.30-40 area. Dopo una correzione vista venerdì con i prezzi tornati a 117.25, rimane comunque valida la possibilità di un nuovo test delle resistenze chiave. Per quel che riguarda le altre coppie di valute, non c’è molto da segnalare, se non che si rimane nei trading range della settimana scorsa, senza grande impulsività in attesa di qualcosa che ne sposti gli equilibri attuali.

Sul fronte dati non c’è quasi nulla di interessante se non la seconda rilevazione del Pil del primo trimestre della Germania, atteso a -2.2%.

Buona giornata e buon trading

Saverio Berlinzani per ActivTrades.

Profilo dell’analista

Saverio Berlinzani

Nel 1989 inizia il suo percorso lavorativo nel mercato valutario come spot trader per il Banco Lariano. Dal ’91 per la Banque San Paolo di Parigi come trader su lira e franco francese. Dal ‘92 presso il Banco Lariano di Milano spot trader su tutte le valute SME. Dal ’95 per Swiss Bank Corporation capo cambista – Lugano, Ginevra, Londra.

In questi anni, oltre alla specializzazione sul mercato dello spot come market maker, ha sviluppato conoscenze del mercato dei derivati come trader di posizionamento per l’Istituto (Opzioni vanilla ed esotiche), nonché conoscenza diretta delle valute legate ai paesi emergenti (carry trades).

Dal ’98 è rientrato in Italia come Libero professionista in qualità di Consulente Finanziario e Patrimoniale – Presidente e socio fondatore di una società broker in forex. Dal 2009 ad oggi, trader indipendente nel mercato valutario fondatore del sito www.saveforex.it, community di traders con cui condivide quotidianamente in tempo reale la sua operatività forex attraverso una chat e un webinar live.

Chi è ActivTrades

ActivTrades (www.activtrades.eu/it) è un Broker specializzato nella negoziazione di Forex e CFD. Fondata nel 2001, è oggi una delle società leader del settore.
Il suo obbiettivo è quello di massimizzare le attività di trading dei propri clienti, offrendo ad essi una combinazione unica di elementi quali una vasta gamma di strumenti finanziari, spread competitivi e un eccezionale servizio di assistenza.

Dal suo quartier generale, situato nella City di Londra, ActivTrades offre i suoi servizi a una vasta clientela globale che, negli anni, ha potuto apprezzarne l’innovazione continua, l’eccellente ambiente di trading e un’efficace gestione del rischio.

Il Servizio di assistenza ai clienti di ActivTrades è disponibile 24 ore al giorno, da domenica sera a venerdì sera, in 14 lingue tra cui Italiano, Inglese, Francese, Spagnolo, Cinese e Arabo.

La società ActivTrades Plc è autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority. Registrazione presso la FCA n. 434413. Iscritta all’Albo delle imprese di investimento comunitarie con succursale al n. 97. ActivTrades Corp è autorizzata e regolata dalla Securities Commission of The Bahamas. ActivTrades Corp è una azienda commerciale internazionale registrata nel Commonwealth delle Bahamas, con numero di registrazione 199667 B.

I vantaggi di fare trading con ActivTrades

Il Broker londinese ActivTrades offre le migliori condizioni di trading confermate dai più prestigiosi riconoscimenti e sostenuta da trader di tutto il mondo

Miglior esecuzione

Trading con precisione a partire da 0,5 pip su EURUSD, senza requote o costi nascosti.

Supporto Clienti Pluripremiato

Assistenza 24/5, via email, chat e telefono in oltre 14 lingue.

Protezione dei fondi

Assicurazione integrativa per proteggerti fino a 1.000.000£

Il trading mobile

Fai trading ovunque tu sia, con la nostra piattaforma web o mobile.

  • No commissioni nè costi nascosti per aprire o chiudere un ordine;
  • Trading a partire da un micro lotto e massimizza la flessibilità del tuo trading con leva;
  • Supporto clienti italiano rapido e disponibile;
  • Le migliori piattaforme di trading;
  • Webinar settimanali e formazione personalizzata con formatori specializzati;
  • Demo gratuita.
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 75,7% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con ActivTrades. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
FXCM Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Sicurezza dei fondi
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
GMO Trading Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
Plus500 Licenza ‎ASiC, CySEC, FCA
Il fornitore più quotato di CFD
Piattaforma WebTrader
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 68 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Le conseguenze sui mercati del contagio del coronavirus fuori dai confini cinesi

Le tensioni legate alla diffusione del coronavirus hanno spinto le borse al ribasso, mentre sul mercato dei cambi il dollaro sta perdendo forza. Quale è la situazione attuale?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.