Home / Mercati finanziari / La Reserve Bank of Australia mantiene i tassi invariati. Attenzione al dollaro australiano

La Reserve Bank of Australia mantiene i tassi invariati. Attenzione al dollaro australiano

La Reserve Bank of Australia, lascia, come da attese, i tassi invariati all’1.50%, in un mercato che vede il dollaro australiano al centro dell’interesse generale perché rappresenta il termometro del sentiment che gli investitori hanno nei confronti dell’accordo Usa Cina sui dazi.

Prima della decisione della Rba, Aud era sceso in seguito alla pubblicazione dei dati sulle vendite al dettaglio, uscite in calo dello 0.4% su base mensile a dicembre, solitamente un mese che, in ragione delle festività, si fa notare per un aumento invece delle vendite. Dopo essere sceso momentaneamente sotto quota 0,7200, poi ci ha pensato la Rba a risollevare le sorti della valuta, che ha guadagnato circa l’1% nel giro di una ventina di minuti.

Ma cosa ha detto di diverso dal solito per riportare Aud sopra le prime resistenze?

Nello statement che ha seguito la decisione si legge che i tassi sono ancora accomodanti e supportano la ripresa dell’economia, il che probabilmente viene interpretato come la quasi impossibilità di ulteriore riduzione, e questa probabilmente è la principale spiegazione al movimento, perché forse qualcuno si attendeva un commento dovish dopo la pubblicazione di un dato negativo ed invece la Rba ha mantenuto la barra dritta per così dire. Inoltre ha aggiunto che i progressi di inflazione e disoccupazione continuano ad essere costanti anche se non così rapidi, pur notando un miglioramento del tasso di disoccupazione, che dovrebbe scendere intorno al 4,75% nel giro dei prossimi due anni. L’inflazione è in ripresa e dovrebbe attestarsi intorno al 2,2% nel 2019 e 2020 e il Pil dovrebbe crescere del 3% quest’anno per poi leggermente rallentare leggermente nel 2020. Insomma quelle aspettative di possibile taglio del costo del denaro che qualche analista aveva previsto, sono state disattese anche se lo stesso mercato dei futures sui tassi non esclude un taglio del costo del denaro entro la fine del 2019, proprio in seguito all’uscita del dato negativo sulle vendite al dettaglio.

Da un punto di vista tecnico, osservando il grafico giornaliero, si nota una ripartenza dopo il test delle due ema 100 e 21, che per ora ha contenuto i ribassi e la possibilità dell’incrocio delle due medie rappresenta una possibile svolta rialzista, nel caso di tenuta dell’area compresa tra 0,7180 e 0,7200. Ma solo il superamento dell’area di 0,7300, potrà rappresentare la conferma che la compressione delle ultime settimane è superata e gli obiettivi potrebbero quindi essere più alti, ovvero tra 0,7400 e 0,7450 dove passano le resistenze visibili sui grafici settimanali. Non si può avere quindi la certezza di un movimento rialzista perché le incognite che gravano sull’accordo Cina Usa sono ancora significative e perché a livello globale, sembra ci si avvii verso un periodo di rallentamento economico che striderebbe rispetto ad una ulteriore ripresa consolidata delle valute oceaniche, che quindi potrebbero rimanere nel range ancora per un certo periodo.

Queste considerazioni dovrebbero valere anche per le majors, in quanto non possiamo in questa fase, avere alcuna certezza, perché le incognite restano troppe, ad ogni livello, quello macro ma anche quello tecnico. L’idea probabilmente più saggia, per chi opera, rimane probabilmente quella di lavorare i trading range attuali senza grandissime aspettative. Sterlina nel range 1,3000 1,3150 mentre l’Euro non si riprende, ma fatica anche a rompere i supporti, restando di fatto tra 1,1400 e 1,1500, almeno per il momento. I cross dell’euro, contro Cad, Aud e Nzd tendono lentamente a scivolare, mentre il dollaro canadese sembra aver rallentato la propria corsa al rialzo nelle ultime ore, con l’area di 1,3050 di UsdCad a fare da supporto interessante. EurGbp rimane l’unico cross dell’euro leggermente controtendenza perché rappresenta il termometro della Brexit e degli sviluppi di quel caos che rappresenta ormai l’estenuante tentativo di Theresa May di trovare un accordo interno. Per ultimo, lo Jpy consolida leggermente dopo aver ceduto ieri contro dollaro, ma non pare avere volatilità. 109,50 rappresenta il supporto di breve di UsdJpy mentre le resistenze sono poste in area 110,20 30, per ora difficili da violare. Sul fronte dati la giornata non appare così significativa, con i dati sui pmi service e composite in Eurozona, a cui seguiranno quelli inglesi alle 10.30 e quelli Usa verso le 16.00. Non c’è molto altro.

Saverio Berlinzani per ActivTrades.

I vantaggi di fare trading con ActivTrades

ActivTrades offre le migliori condizioni di trading confermate dai più prestigiosi riconoscimenti e sostenuta da trader di tutto il mondo

Miglior esecuzione

Fai trading con precisione a partire da 0,5 pip su EURUSD, senza requote o costi nascosti.

Supporto Clienti Pluripremiato

Assistenza 24/5, via email, chat e telefono in oltre 14 lingue.

Protezione dei fondi

Assicurazione integrativa per proteggerti fino a 1.000.000£

Il trading mobile

Fai trading ovunque tu sia, con la nostra piattaforma web o mobile.

  • Trading senza commissioni nè costi nascosti per aprire o chiudere un ordine;
  • Trading a partire da un micro lotto e massimizza la flessibilità del tuo trading con leva;
  • Supporto clienti italiano rapido e disponibile;
  • Le migliori piattaforme di trading;
  • Webinar settimanali e formazione personalizzata con formatori specializzati;
  • Demo gratuita.

Profilo dell’analista

Saverio Berlinzani

Nel 1989 inizia il suo percorso lavorativo nel mercato valutario come spot trader per il Banco Lariano. Dal ’91 per la Banque San Paolo di Parigi come trader su lira e franco francese. Dal ‘92 presso il Banco Lariano di Milano spot trader su tutte le valute SME. Dal ’95 per Swiss Bank Corporation capo cambista – Lugano, Ginevra, Londra.

In questi anni, oltre alla specializzazione sul mercato dello spot come market maker, ha sviluppato conoscenze del mercato dei derivati come trader di posizionamento per l’Istituto (Opzioni vanilla ed esotiche), nonché conoscenza diretta delle valute legate ai paesi emergenti (carry trades).

Dal ’98 è rientrato in Italia come Libero professionista in qualità di Consulente Finanziario e Patrimoniale – Presidente e socio fondatore di una società broker in forex. Dal 2009 ad oggi, trader indipendente nel mercato valutario fondatore del sito www.saveforex.it, community di traders con cui condivide quotidianamente in tempo reale la sua operatività forex attraverso una chat e un webinar live.

Profilo ActivTrades

ActivTrades (www.activtrades.eu/it), fondata nel 2001, è un broker specializzato nella negoziazione di Forex e CFD, tra I leader del settore. La società mira a massimizzare le attività di trading dei propri clienti, offrendo ad essi una combinazione unica di elementi quali una vasta gamma di strumenti finanziari, spread competitivi e un eccezionale servizio di assistenza.

Dal suo quartier generale, situato nella City di Londra, ActivTrades offre i suoi servizi a una vasta clientela globale che, negli anni, ha potuto apprezzarne l’innovazione continua, l’eccellente ambiente di trading e un’efficace gestione del rischio.

Il Servizio di assistenza ai clienti di ActivTrades è disponibile 24 ore al giorno, da domenica sera a venerdì sera, in 14 lingue tra cui Italiano, Inglese, Francese, Spagnolo, Cinese e Arabo.

ActivTrades PLC è autorizzata e regolata dalla Financial Conduct Authority. Registrazione presso la FCA n. 434413. ActivTrades PLC. Via Borgonuovo 14/16 20121 Milano – Iscritta all’Albo delle imprese di investimento comunitarie con succursale al numero 97.

Avvertenza al rischio

I livelli di prezzo utilizzati in questa analisi, si riferiscono ai contratti CFD presenti nell’offerta di ActivTrades.

Le informazioni qui fornite non costituiscono una ricerca di investimento. I materiali non sono stati preparati in conformità ai requisiti legali volti a promuovere l’indipendenza della ricerca di investimento e in quanto tali devono essere considerati come una comunicazione pubblicitaria.

Tutte le informazioni sono state preparate da ActivTrades PLC (altresì “AT”). Le informazioni non contengono una raccolta dei prezzi di AT, né possono essere intese come offerta, consulenza, raccomandazione o sollecitazione ad effettuare transazioni su alcuno strumento finanziario. Non viene fornita alcuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o alla completezza di tali informazioni. Qualsiasi materiale fornito non tiene conto dell’obiettivo di investimento specifico e della situazione finanziaria di chiunque possa riceverlo. I risultati passati non sono un indicatore affidabile dei risultati futuri. AT fornisce un servizio di sola esecuzione. Di conseguenza, chiunque agisca in base alle informazioni fornite lo fa a proprio rischio.

I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 75,7% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con ActivTrades. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
FXCM Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Sicurezza dei fondi
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
GMO Trading Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
Plus500 Licenza ‎ASiC, CySEC, FCA
Il fornitore più quotato di CFD
Piattaforma WebTrader
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 68 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Mercati azionari ancora in difficoltà. Le paure del coronavirus non diminuiscono

I mercati finanziari rimangono sotto pressione in seguito alle tensioni collegate alla diffusione del coronavirus. È ancora una giornata difficile per i mercati azionari globali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.