Home / Mercati finanziari / Missili iraniani contro una base Usa in Iraq. Impennata dei prezzi di Oro e Petrolio

Missili iraniani contro una base Usa in Iraq. Impennata dei prezzi di Oro e Petrolio

Ritornano prepotentemente i venti di guerra sulla scena internazionale, dopo che l’Iran avrebbe lanciato una dozzina di missili balistici in una prima fase e altri 10 (in totale fonti citano 22 missili) contro due basi americane in Iraq. Immediatamente la propaganda della Tv Iraniana ha dichiarato di aver causato vittime ingenti tra le forze Usa, mentre i media Usa, tra cui la Cnn, hanno parlato di vittime tra gli Iracheni nella base aerea di Ain al Asad e nessuna vittima americana. Comincia quindi il balletto della propaganda di parte, in un momento in cui certamente la tensione dimostra di essere nuovamente salita tra i due paesi. Teatro di questa tensione, un paese terzo, e questa sembra il più grande paradosso. I mercati appaiono tranquilli, eccezion fatta per il Gold che ha toccato un massimo a 1.612 dollari l’oncia per poi recedere a 1593.
Trump in un tweet ha dichiarato che non vi sono ingenti danni e non vi sono feriti (so far so good le testuali parole). Insomma, senza voler esagerare possiamo dire che si tratta di una ritorsione attesa ma per ora dagli effetti minimi, molto probabilmente. Questo ovviamente non deve farci pensare o illudere che la situazione potrà rasserenarsi in fretta, anzi, ma potrebbe anche rimanere confinata a questa tipologia di ritorsioni. Molto dipenderà ora dal buon senso americano, sperando che non sfoci in un qualcosa di più importante. Oggi Trump rilascerà molto probabilmente delle dichiarazioni e da queste capiremo se potrà essere potrà essere escalation o de escalation della tensione.

Sul fronte valutario, non assistiamo ad alcun rialzo dello Jpy. UsdJpy infatti, dopo un ribasso improvviso subito dopo la notizia del lancio dei missili, è sceso a 107.65 da 108.60, per poi riprendersi immediatamente e tornare a 108.30, segno che il mercato forse sta già scontando anche questo tipo di eventi. EurUsd ha reagito salendo a 1.1170 sulla news per poi recedere nuovamente a 1.1150 mentre la Sterlina è rimasta praticamente invariata nel range 1.3100-1.3130. Le oceaniche, colpite ieri da ondate di vendite, specialmente Aud, in ragione di un aumento delle probabilità di taglio dei tassi a febbraio, legato anche alle conseguenze negative che potrebbero esserci sull’economia in seguito agli incendi di queste ultime settimane, hanno comunque tenuto, proprio in ragione dei dati usciti sul mercato immobiliare, migliori delle attese. I permessi di costruzione sono saliti dell’11.8% nello scorso mese di novembre mentre quelli delle residenze private del 6.1%. Ma entrambe le valute restano strutturalmente sotto pressione e le ragioni ovviamente vanno ricercate anche nel risk off generalizzato con cui è cominciato questo 2020, oltre al fatto che la firma di fase uno dell’accordo Usa-Cina non è ancora avvenuta.

Il Petrolio, che era salito sulla news di questa notte fino a 65,50 dollari al barile, è sceso nuovamente a 63,20 mentre il UsdCad che sembrava aver rotto 1.3000 è nuovamente sceso invece in area 1.2980. Su questo cambio segnaliamo che le posizioni del mercato retails sembrano molto importanti in favore di dollaro Usa a differenza delle posizioni degli istituzionali, almeno osservando i dati del Cme ovvero dei future. Questo dovrebbe far pendere la bilancia del UsdCad ancora verso il basso e i movimenti di rialzo paiono solo correzioni, almeno per ora. Sui cross non c’è molto da dire se non che lo Jpy potrebbe beneficiare di un aumento della tensione, a patto che vengano rotti i supporti chiave di UsdJpy a 107.50. Le correlazioni in questa fase, sono decisamente dollaro centriche, ma potrebbero sfociare in correlazione atipica con avversione al rischio, nel caso di un aumento della tensione globale. Queste fasi, per il trading sono sempre molto delicate, perchè il passaggio da un tipo di correlazione durata per un certo tempo ad un altro, rischia di fare danni. Per ultimo segnaliamo come il AudNzd potrebbe scendere fino a 1.0270-80 nelle prossime ore, area molto interessante di supporto di medio e lungo termine. Buona giornata e buon trading.

Saverio Berlinzani per ActivTrades.

ActivTrades

Profilo dell’analista

Saverio Berlinzani

Nel 1989 inizia il suo percorso lavorativo nel mercato valutario come spot trader per il Banco Lariano. Dal ’91 per la Banque San Paolo di Parigi come trader su lira e franco francese. Dal ‘92 presso il Banco Lariano di Milano spot trader su tutte le valute SME. Dal ’95 per Swiss Bank Corporation capo cambista – Lugano, Ginevra, Londra.

In questi anni, oltre alla specializzazione sul mercato dello spot come market maker, ha sviluppato conoscenze del mercato dei derivati come trader di posizionamento per l’Istituto (Opzioni vanilla ed esotiche), nonché conoscenza diretta delle valute legate ai paesi emergenti (carry trades).

Dal ’98 è rientrato in Italia come Libero professionista in qualità di Consulente Finanziario e Patrimoniale – Presidente e socio fondatore di una società broker in forex. Dal 2009 ad oggi, trader indipendente nel mercato valutario fondatore del sito www.saveforex.it, community di traders con cui condivide quotidianamente in tempo reale la sua operatività forex attraverso una chat e un webinar live.

Chi è ActivTrades

ActivTrades (www.activtrades.eu/it) è un Broker specializzato nella negoziazione di Forex e CFD. Fondata nel 2001, è oggi una delle società leader del settore.
Il suo obbiettivo è quello di massimizzare le attività di trading dei propri clienti, offrendo ad essi una combinazione unica di elementi quali una vasta gamma di strumenti finanziari, spread competitivi e un eccezionale servizio di assistenza.

Dal suo quartier generale, situato nella City di Londra, ActivTrades offre i suoi servizi a una vasta clientela globale che, negli anni, ha potuto apprezzarne l’innovazione continua, l’eccellente ambiente di trading e un’efficace gestione del rischio.

Il Servizio di assistenza ai clienti di ActivTrades è disponibile 24 ore al giorno, da domenica sera a venerdì sera, in 14 lingue tra cui Italiano, Inglese, Francese, Spagnolo, Cinese e Arabo.

La società ActivTrades Plc è autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority. Registrazione presso la FCA n. 434413. Iscritta all’Albo delle imprese di investimento comunitarie con succursale al n. 97. ActivTrades Corp è autorizzata e regolata dalla Securities Commission of The Bahamas. ActivTrades Corp è una azienda commerciale internazionale registrata nel Commonwealth delle Bahamas, con numero di registrazione 199667 B.

I vantaggi di fare trading con ActivTrades

Il Broker londinese ActivTrades offre le migliori condizioni di trading confermate dai più prestigiosi riconoscimenti e sostenuta da trader di tutto il mondo

Miglior esecuzione

Trading con precisione a partire da 0,5 pip su EURUSD, senza requote o costi nascosti.

Supporto Clienti Pluripremiato

Assistenza 24/5, via email, chat e telefono in oltre 14 lingue.

Protezione dei fondi

Assicurazione integrativa per proteggerti fino a 1.000.000£

Il trading mobile

Fai trading ovunque tu sia, con la nostra piattaforma web o mobile.

  • No commissioni nè costi nascosti per aprire o chiudere un ordine;
  • Trading a partire da un micro lotto e massimizza la flessibilità del tuo trading con leva;
  • Supporto clienti italiano rapido e disponibile;
  • Le migliori piattaforme di trading;
  • Webinar settimanali e formazione personalizzata con formatori specializzati;
  • Demo gratuita.
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 71% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con ActivTrades. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.
Broker Caratteristiche Inizia
ATFX Licenza FCA
Spread competitivi
Zero commissioni
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
ETFinance Licenza CySEC, Consob
Spread stretti
Piattaforma MT4
apri ora
GMO Trading Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 68 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

L’oro riacquista una trazione positiva. Possibili opportunità di trading

Prezzi dell'oro sono in rialzo raggiungendo la regione di $ 1.555-56 anche se l'umore prevalente in termini di rischio e i rendimenti obbligazionari statunitensi positivi sembrano limitare gli utili

Regolamento dei commenti di Dove Investire

Puoi commentare anche come ospite secondo le finalità della Privacy Policy e della normativa privacy Disqus.

Leggi il nostro REGOLAMENTO dei commenti prima di commentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.