Home / Mercati finanziari / Mercati ancora alla ricerca di chiari spunti direzionali

Mercati ancora alla ricerca di chiari spunti direzionali

Gli operatori sui mercati finanziari sono ancora alla ricerca di chiari spunti direzionali. Situazione economica, covid-19, coppie di valute, petrolio, sono i temi trattati nel nuovo report sui mercati da parte dell’esperto in materia Saverio Berlinzani. Buona lettura

Riparte una nuova settimana, la prima di una estate che tarda ancora ad arrivare, di un anno estremamente particolare, e che passerà alla storia come l’anno della grande paura. Riparte all’insegna di un allentamento della tensione, che si era vista venerdì dopo che era uscita la notizia che Apple aveva chiuso dei negozi negli Stati Uniti in seguito ai pessimi dati sul virus, che negli Usa sembrerebbe ritrovare forza, quando molti speravano invece in un suo ridimensionamento. L’avversione al rischio di venerdì sera non è stata confermata dai mercati asiatici, nei quali, le valute, sono rimaste stabili o addirittura in ripresa rispetto al dollaro che invece aveva riacquistato vigore proprio in relazione al suo status di valuta rifugio. Ma questo è e rimane un anno molto particolare, nel quale passiamo molto rapidamente da uno status all’altro e quindi questa caratteristica per il biglietto verde, potrebbe anche sparire improvvisamente, soprattutto se gli investitori si renderanno conto un investimento in una valuta significa puntare sulla crescita del paese di riferimento nel medio e lungo termine. E quest’anno, bisogna avere il coraggio di dirlo, la pandemia e la sua gestione dimostrano che il vecchio continente hanno gestito discretamente questa fase di lockdown, meglio degli Usa, che invece hanno evidenziato maggiore improvvisazione nella gestione della sanità pubblica. Inoltre il caos sociale generatosi in seguito al caso Floyd hanno minato la credibilità del Presidente, che ora, non sembra avere più le certezze che c’erano fino a qualche mese orsono di rivincere le elezioni di metà novembre prossimo. Questa incertezza, se da un lato potrebbe far tornare la paura e favorire il dollaro, dall’altro potrebbe invece minarne la credibilità, e la divisa potrebbe perdere questo status di valuta risk off. Anche perché le alternative sembrano tutto sommato esserci, Yen, Franco Svizzero, ma anche l’Euro, che ha tenuto egregiamente i supporti, e che, se riuscirà a trovare una certa unità di intenti, con una Banca centrale capace di fare il proprio mestiere, potrebbe assurgere al ruolo di principale alternativa alla divisa Usa in un momento tanto delicato.

Abbiamo detto e ripetuto più volte che la diversificazione valutaria ritornerà il fulcro di questo mercato e qualcosa si comincia ad intravedere. Nonostante, infatti, Il Governatore Lowe della Rba, banca centrale australiana, abbia ribadito di auspicarsi un dollaro australiano più basso, ha anche ammesso di non essere sorpreso del suo livello attuale, dato che ha recuperato quasi tutto quanto aveva perso a inizio anno con la diffusione globale del virus. Ma ha anche affermato che i tassi australiani rimarranno al livello attuale per anni. Noi non ci crediamo, in ragione dei dati che osserviamo proprio in Australia, la vera sorpresa sarà vedere come gli effetti della pandemia in Oceania, alla fine, saranno stati irrisori rispetto al resto del mondo occidentale, con conseguenze importanti proprio sulla diversificazione valutaria. Stessa cosa, anche se in misura leggermente inferiore, vale per Nzd. Sul dollaro canadese, interviene, come spesso accade, la valutazione del petrolio che, volente o nolente, rimarrà il fulcro per la sua valutazione, ma anche in questo caso, ci sembra possibile vedere un rafforzamento della divisa canadese nel medio e lungo termine, proprio in ragione della necessaria e imposta stabilizzazione del prezzo del greggio, tornato intorno ai 40 dollari al barile. Come sembrano lontani i tempi del -37 dollari della scadenza del mese di maggio, ricordate? Per il resto, resterà un anno di grandi oscillazione nel breve termine, ma forse, con assenza di trend veri e proprio perché il mondo cerca una stabilizzazione ed un ritorno progressivo alla normalità. Prima o poi qualcuno tirerà fuori il vaccino o terapie definitive (di efficaci ce ne sono già moltissime) e anche questa storia finirà nei libri e tra qualche anno molti non se ne ricorderanno più. Siamo assuefatti a quasi tutto, soprattutto chi opera nei mercati finanziari da una vita.

Buona giornata e buon trading.

Saverio Berlinzani per ActivTrades.

Profilo dell’analista

Saverio Berlinzani

Nel 1989 inizia il suo percorso lavorativo nel mercato valutario come spot trader per il Banco Lariano. Dal ’91 per la Banque San Paolo di Parigi come trader su lira e franco francese. Dal ‘92 presso il Banco Lariano di Milano spot trader su tutte le valute SME. Dal ’95 per Swiss Bank Corporation capo cambista – Lugano, Ginevra, Londra.

In questi anni, oltre alla specializzazione sul mercato dello spot come market maker, ha sviluppato conoscenze del mercato dei derivati come trader di posizionamento per l’Istituto (Opzioni vanilla ed esotiche), nonché conoscenza diretta delle valute legate ai paesi emergenti (carry trades).

Dal ’98 è rientrato in Italia come Libero professionista in qualità di Consulente Finanziario e Patrimoniale – Presidente e socio fondatore di una società broker in forex. Dal 2009 ad oggi, trader indipendente nel mercato valutario fondatore del sito www.saveforex.it, community di traders con cui condivide quotidianamente in tempo reale la sua operatività forex attraverso una chat e un webinar live.

Chi è ActivTrades

ActivTrades (www.activtrades.eu/it) è un Broker specializzato nella negoziazione di Forex e CFD. Fondata nel 2001, è oggi una delle società leader del settore.
Il suo obbiettivo è quello di massimizzare le attività di trading dei propri clienti, offrendo ad essi una combinazione unica di elementi quali una vasta gamma di strumenti finanziari, spread competitivi e un eccezionale servizio di assistenza.

Dal suo quartier generale, situato nella City di Londra, ActivTrades offre i suoi servizi a una vasta clientela globale che, negli anni, ha potuto apprezzarne l’innovazione continua, l’eccellente ambiente di trading e un’efficace gestione del rischio.

Il Servizio di assistenza ai clienti di ActivTrades è disponibile 24 ore al giorno, da domenica sera a venerdì sera, in 14 lingue tra cui Italiano, Inglese, Francese, Spagnolo, Cinese e Arabo.

La società ActivTrades Plc è autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority. Registrazione presso la FCA n. 434413. Iscritta all’Albo delle imprese di investimento comunitarie con succursale al n. 97. ActivTrades Corp è autorizzata e regolata dalla Securities Commission of The Bahamas. ActivTrades Corp è una azienda commerciale internazionale registrata nel Commonwealth delle Bahamas, con numero di registrazione 199667 B.

I vantaggi di fare trading con ActivTrades

Il Broker londinese ActivTrades offre le migliori condizioni di trading confermate dai più prestigiosi riconoscimenti e sostenuta da trader di tutto il mondo

Miglior esecuzione

Trading con precisione a partire da 0,5 pip su EURUSD, senza requote o costi nascosti.

Supporto Clienti Pluripremiato

Assistenza 24/5, via email, chat e telefono in oltre 14 lingue.

Protezione dei fondi

Assicurazione integrativa per proteggerti fino a 1.000.000£

Il trading mobile

Fai trading ovunque tu sia, con la nostra piattaforma web o mobile.

  • No commissioni nè costi nascosti per aprire o chiudere un ordine;
  • Trading a partire da un micro lotto e massimizza la flessibilità del tuo trading con leva;
  • Supporto clienti italiano rapido e disponibile;
  • Le migliori piattaforme di trading;
  • Webinar settimanali e formazione personalizzata con formatori specializzati;
  • Demo gratuita.
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 76% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con ActivTrades. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
FXCM Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Sicurezza dei fondi
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
GMO Trading Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
Plus500 Licenza ‎ASiC, CySEC, FCA
Il fornitore più quotato di CFD
Piattaforma WebTrader
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 68 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Dollaro USA in caduta libera. Teniamo le cinture allacciate

Il dollaro Usa non tiene proprio i supporti. La discesa del biglietto verde sostiene la corsa delle altre valute e dell'oro che vola sopra la soglia psicologica 2.000 dollari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.