Home / Mercati finanziari / Il Dollaro Usa avanza con forza schiacciando le valute concorrenti

Il Dollaro Usa avanza con forza schiacciando le valute concorrenti

Il dollaro continua a schiacciare le valute concorrenti e la pressione non accenna a diminuire. Se si eccettua il dollaro neozelandese, che ha tenuto le posizioni dopo che la Rbnz non ha tagliato il costo del denaro, e il UsdJpy, che però non sale in ragione dell’aumento possibile del risk off che rende lo Jpy la valuta rifugio per eccellenza, le altre valute majors o legate alle materie prime, sono schiacciate dalla forza della divisa americana, che resta vicino ai massimi e anche come indice, cerca di violare la resistenza chiave a 98.00. Il superamento di quest’area riproporrebbe i livelli di 98.25-30 come possibili nuovi obiettivi senza però escludere l’area di 98.90-99.00 e soprattutto il massimo precedente, già visto tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre a 99.22.
Del resto le indicazioni che arrivano dai dati macro evidenziano una economia a stelle e strisce che non rivela alcun segnale di rallentamento, sia sul fronte occupazionale, ma anche e soprattutto su quello che è l’indicatore che maggiormente preoccupa i banchieri centrali statunitensi, ovvero l’inflazione. Il dato, pubblicato ieri pomeriggio, ha evidenziato un’inflazione che su base annua, nel dato generale, cresce dell’1.8% contro un consensus a +1.7% mentre il dato core, ovvero depurato da alimentari ed energia, cresce nello stesso periodo del 2.3% contro attese del 2.4%, ma comunque superiore al 2% che nell’immaginario collettivo rappresenta sempre il livello obiettivo che le banche centrali si prefiggono. E la Fed non è quindi lontana se consideriamo entrambi i dati. Tra l’altro il dato del mese di ottobre, ha fatto segnare un incremento dello 0.4% rispetto a previsioni dello 0.3% a dimostrazione che nel breve l’economia Usa ha mantenuto un alto livello di consumi. Lo stesso Powell, che ha parlato al Comitato Economico del Congresso ha ribadito il proprio ottimismo in relazione all’andamento dell’economia e ha spiegato che la politica monetaria è in questo momento appropriata fintanto che i dati rimarranno favorevoli. Certamente, ha spiegato ancora, le incertezze globali derivanti dalle problematiche irrisolte, (dazi, Brexit), potrebbero rallentare una congiuntura che però allo stato attuale non pare in indebolimento.
Sui dazi Trump, ha ribadito che l’accordo commerciale si avvicina, nella sua solita retorica, ma senza fornire ulteriori dettagli. Ma è chiaro che tale accordo sta trovando nuovi ostacoli, in quanto tutti si attendevano una firma per metà novembre, che ora è slittata.

Sul fronte notizie macro pubblicate questa notte, segnaliamo i dati australiani sull’occupazione, usciti sorprendentemente negativi, e lontani anche dal consensus, forse per ragioni congiunturali e stagionali (in Australia comincia l’estate e molte aziende potrebbero aver rimandato investimenti in personale), ma certamente non positivi. L’employment di ottobre è uscito a -19k contro attese di +15k e un dato precedente di +14.7k. La disoccupazione è rimasta invariata al 5.3%, ma sono diminuiti di 10.3k sia i contratti a tempo indeterminato sia quelli a tempo determinato (-8.3k). Il tasso di partecipazione della forza lavoro è rimasto quasi invariato al 66% contro il 66.1 delle attese. L’unica buona notizia si segnala sul dato che misura le aspettative di inflazione basate sul consumo, salito a novembre a +4% dal 3.6% del dato precedente. Insomma dati contrastanti che hanno fatto scendere AudUsd sotto quota 0.6800 in una price action a senso unico e con poche correzioni.

Successivamente segnaliamo i dati cinesi, usciti sempre questa notte, con le vendite al dettaglio salite del 7.2% a ottobre ma inferiori al consensus di +7.9%. Su base annua restano invariate a +8.1% come da consensus. La produzione industriale sale su base annua del 5.6% come da attese, mentre il tasso di disoccupazione scende al 5.1% rispetto al 5.2% delle aspettative. Insomma dati in rallentamento anche se restano positivi, segno che la congiuntura globale si trova di fronte ad effetti legati all’incertezza sui commerci. Il UsdYuan è tornato sopra quota 7.00 in attesa di notizie.

Oggi attendiamo il Pil dell’Eurozona, mentre nel pomeriggio dati dal Canada e sull’occupazione settimanale Usa. Buona giornata e buon trading.

Saverio Berlinzani per ActivTrades.

ActivTrades

Profilo dell’analista

Saverio Berlinzani

Nel 1989 inizia il suo percorso lavorativo nel mercato valutario come spot trader per il Banco Lariano. Dal ’91 per la Banque San Paolo di Parigi come trader su lira e franco francese. Dal ‘92 presso il Banco Lariano di Milano spot trader su tutte le valute SME. Dal ’95 per Swiss Bank Corporation capo cambista – Lugano, Ginevra, Londra.

In questi anni, oltre alla specializzazione sul mercato dello spot come market maker, ha sviluppato conoscenze del mercato dei derivati come trader di posizionamento per l’Istituto (Opzioni vanilla ed esotiche), nonché conoscenza diretta delle valute legate ai paesi emergenti (carry trades).

Dal ’98 è rientrato in Italia come Libero professionista in qualità di Consulente Finanziario e Patrimoniale – Presidente e socio fondatore di una società broker in forex. Dal 2009 ad oggi, trader indipendente nel mercato valutario fondatore del sito www.saveforex.it, community di traders con cui condivide quotidianamente in tempo reale la sua operatività forex attraverso una chat e un webinar live.

Chi è ActivTrades

ActivTrades (www.activtrades.eu/it) è un Broker specializzato nella negoziazione di Forex e CFD. Fondata nel 2001, è oggi una delle società leader del settore.
Il suo obbiettivo è quello di massimizzare le attività di trading dei propri clienti, offrendo ad essi una combinazione unica di elementi quali una vasta gamma di strumenti finanziari, spread competitivi e un eccezionale servizio di assistenza.

Dal suo quartier generale, situato nella City di Londra, ActivTrades offre i suoi servizi a una vasta clientela globale che, negli anni, ha potuto apprezzarne l’innovazione continua, l’eccellente ambiente di trading e un’efficace gestione del rischio.

Il Servizio di assistenza ai clienti di ActivTrades è disponibile 24 ore al giorno, da domenica sera a venerdì sera, in 14 lingue tra cui Italiano, Inglese, Francese, Spagnolo, Cinese e Arabo.

La società ActivTrades Plc è autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority. Registrazione presso la FCA n. 434413. Iscritta all’Albo delle imprese di investimento comunitarie con succursale al n. 97. ActivTrades Corp è autorizzata e regolata dalla Securities Commission of The Bahamas. ActivTrades Corp è una azienda commerciale internazionale registrata nel Commonwealth delle Bahamas, con numero di registrazione 199667 B.

I vantaggi di fare trading con ActivTrades

Il Broker londinese ActivTrades offre le migliori condizioni di trading confermate dai più prestigiosi riconoscimenti e sostenuta da trader di tutto il mondo

Miglior esecuzione

Trading con precisione a partire da 0,5 pip su EURUSD, senza requote o costi nascosti.

Supporto Clienti Pluripremiato

Assistenza 24/5, via email, chat e telefono in oltre 14 lingue.

Protezione dei fondi

Assicurazione integrativa per proteggerti fino a 1.000.000£

Il trading mobile

Fai trading ovunque tu sia, con la nostra piattaforma web o mobile.

  • No commissioni nè costi nascosti per aprire o chiudere un ordine;
  • Trading a partire da un micro lotto e massimizza la flessibilità del tuo trading con leva;
  • Supporto clienti italiano rapido e disponibile;
  • Le migliori piattaforme di trading;
  • Webinar settimanali e formazione personalizzata con formatori specializzati;
  • Demo gratuita.
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 71% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con ActivTrades. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.
Broker Caratteristiche Inizia
ATFX Licenza FCA
Spread competitivi
Zero commissioni
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
ETFinance Licenza CySEC, Consob
Spread stretti
Piattaforma MT4
apri ora
GMO Trading Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 68 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Non-Farm Payrolls inferiore alle attese. La reazione dei mercati

145 mila nuove buste paga nel settore non agricolo contro i 164 mila attese, il dato sul NFP è inferiore alle attese, ma non spaventa gli operatori. Le reazione dei mercati è stata immediata

Regolamento dei commenti di Dove Investire

Puoi commentare anche come ospite secondo le finalità della Privacy Policy e della normativa privacy Disqus.

Leggi il nostro REGOLAMENTO dei commenti prima di commentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.