Home / Mercati finanziari / La Cina risponde agli USA, la tensione sui mercati aumenta

La Cina risponde agli USA, la tensione sui mercati aumenta

Aumenta la tensione sui mercati, in seguito alla decisione cinese di alzare a sua volta le tariffe su tutta una serie di prodotti di origine americana dal 1° Giugno prossimo. La lista di tali prodotti è lunga, circa 5000, e i dazi salgono dal 5% al 25% su quattro scaglioni, a seconda della tipologia dei prodotti. Circa la metà dei 5000, ovvero 2.493 saranno soggetti al 25%, altri 1.078 al 20%, 974 a al 10% e 595 rimarranno invariati al 5%.

L’Agenzia di stampa China Global Times Editor avrebbe poi avuto notizie di blocco degli acquisti di prodotti agricoli americani, ma anche il blocco di acquisti di energia, e inoltre sarebbe previsto il taglio degli ordini dalla Boeing. Dagli Stati Uniti rispondono con il blocco addirittura di cellulari, laptop, con circa 3805 categorie di prodotti che potrebbero essere inclusi oltre a quelli già esistenti.

Trump, questa volta, ha cercato di smorzare i toni, affermando di non aver ancora deciso l’applicazione di altri 325 miliardi di dazi sulle importazioni dalla Cina, fiducioso di raggiungere una soluzione prima o durante il prossimo incontro con il Presidente Xi al prossimo summit del G20 che si terrà ad Osaka il 28 e il 29 Giugno prossimo. Intanto il Segretario al Tesoro Mnuchin ha fatto sapere che sta sempre negoziando con il suo omologo cinese, e starebbe lavorando ad un prossimo viaggio a Pechino.

In buona sostanza, la diplomazia lavora sottotraccia, mentre i mercati si muovono per paura che un accordo non venga trovato. Alcune banche d’affari hanno però stimato l’impatto dei dazi in una riduzione del Pil Cinese di circa uno 0.50% mentre quello Usa potrebbe perdere circa lo 0.25% e quello globale solamente lo 0.15%, tutto sommato quindi un impatto non così significativo come si possa pensare. Eppure, la tensione aumenta. Gli indici provano a scendere mentre l’UsdJpy ha mollato fino a 109.00 risalendo poi questa notte sulle più concilianti parole del Presidente Usa. Le oceaniche invece sono e restano sotto pressione, soprattutto il dollaro australiano, che ha violato il supporto a 0.6960 e potrebbe attaccare quota 0.6900 10 e, perché no, anche il minimo visto durante il flash crash dello scorso gennaio a 0.6940. Per Nzd le cose stanno in modo leggermente differente, nel senso che tiene meglio i supporti chiave e l’area 0.6560, almeno per il momento, ha tenuto. Il cross AudNzd si avvicina al livello chiave posto a 1.0520 la cui rottura farebbe presupporre un nuovo ribasso con target in area 1.0400 nuovamente. L’Euro si è invece comportato da perfetta valuta rifugio ieri, perché ha tenuto e ha cercato di salire contro dollaro, mentre l’UsdJpy scendeva in misura maggiore tanto che UsdJpy aveva perso circa 70 pips, che peraltro sta cercando di recuperare ora. La moneta unica però ha trovato una resistenza molto forte in area 1.1260 65 e per ora non pare avere la forza di superarla. Il Cable invece ha ceduto terreno sulla spinta rialzista dell’EurGbp che sta arrivando su delle resistenze chiave poste sulla parte alta del rettangolo compreso tra 0.8500 e 0.8720, ovvero a 0.8685 90 e 0.8720 25 stesso. Contro dollaro la divisa inglese ha toccato un minimo a 1.2940 e potrebbe ancora provare a scendere in area 1.2900, soprattutto se il cross EurGbp arrivasse sui target richiamati. Interessanti anche sviluppi di AudJpy e NzdJpy con il primo che potrebbe anche andare al test di 74.80, ovvero circa il 2% ancora dai livelli attuali dopo un ribasso che negli ultimi due anni, ha raggiunto comunque il 20%. Ma anche NzdJpy dall’inizio del 2018 ha perso comunque il 15% circa. E non sembra di poter dire che il trend si sia ancora esaurito. Se poi il risk off dovesse aumentare ulteriormente, lo spazio di discesa potrebbe essere più importante ancora con target possibili in area 72.80 85 per AudJpy e 70.00 per NzdJpy.

Sul fronte dati, segnaliamo i dati inglesi sull’occupazione oggi alle 10.30, e alle 11.00, un’ora dopo lo Zew, l’indice di fiducia del settore istituzionale tedesco. Nel pomeriggio pochi dati previsti, tra cui i prezzi alle importazioni ed esportazioni Usa del mese di Aprile. Chissà se emergeranno dei prezzi in salita in ragione dei dazi che sono stati decisi dall’amministrazione Trump.

Saverio Berlinzani per ActivTrades.

ActivTrades

Profilo dell’analista

Saverio Berlinzani

Nel 1989 inizia il suo percorso lavorativo nel mercato valutario come spot trader per il Banco Lariano. Dal ’91 per la Banque San Paolo di Parigi come trader su lira e franco francese. Dal ‘92 presso il Banco Lariano di Milano spot trader su tutte le valute SME. Dal ’95 per Swiss Bank Corporation capo cambista – Lugano, Ginevra, Londra.

In questi anni, oltre alla specializzazione sul mercato dello spot come market maker, ha sviluppato conoscenze del mercato dei derivati come trader di posizionamento per l’Istituto (Opzioni vanilla ed esotiche), nonché conoscenza diretta delle valute legate ai paesi emergenti (carry trades).

Dal ’98 è rientrato in Italia come Libero professionista in qualità di Consulente Finanziario e Patrimoniale – Presidente e socio fondatore di una società broker in forex. Dal 2009 ad oggi, trader indipendente nel mercato valutario fondatore del sito www.saveforex.it, community di traders con cui condivide quotidianamente in tempo reale la sua operatività forex attraverso una chat e un webinar live.

Chi è ActivTrades

ActivTrades (www.activtrades.eu/it) è un Broker specializzato nella negoziazione di Forex e CFD. Fondata nel 2001, è oggi una delle società leader del settore.
Il suo obbiettivo è quello di massimizzare le attività di trading dei propri clienti, offrendo ad essi una combinazione unica di elementi quali una vasta gamma di strumenti finanziari, spread competitivi e un eccezionale servizio di assistenza.

Dal suo quartier generale, situato nella City di Londra, ActivTrades offre i suoi servizi a una vasta clientela globale che, negli anni, ha potuto apprezzarne l’innovazione continua, l’eccellente ambiente di trading e un’efficace gestione del rischio.

Il Servizio di assistenza ai clienti di ActivTrades è disponibile 24 ore al giorno, da domenica sera a venerdì sera, in 14 lingue tra cui Italiano, Inglese, Francese, Spagnolo, Cinese e Arabo.

ActivTrades Plc è autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority. Registrazione presso la FCA n. 434413. Iscritta all’Albo delle imprese di investimento comunitarie con succursale al n. 97.
ActivTrades Corp è autorizzata e regolata dalla Securities Commission of The Bahamas. ActivTrades Corp è una azienda commerciale internazionale registrata nel Commonwealth delle Bahamas, con numero di registrazione 199667 B.

I vantaggi di fare trading con ActivTrades

ActivTrades offre le migliori condizioni di trading confermate dai più prestigiosi riconoscimenti e sostenuta da trader di tutto il mondo

Miglior esecuzione

Fai trading con precisione a partire da 0,5 pip su EURUSD, senza requote o costi nascosti.

Supporto Clienti Pluripremiato

Assistenza 24/5, via email, chat e telefono in oltre 14 lingue.

Protezione dei fondi

Assicurazione integrativa per proteggerti fino a 1.000.000£

Il trading mobile

Fai trading ovunque tu sia, con la nostra piattaforma web o mobile.

  • Trading senza commissioni nè costi nascosti per aprire o chiudere un ordine;
  • Trading a partire da un micro lotto e massimizza la flessibilità del tuo trading con leva;
  • Supporto clienti italiano rapido e disponibile;
  • Le migliori piattaforme di trading;
  • Webinar settimanali e formazione personalizzata con formatori specializzati;
  • Demo gratuita.
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 75,7% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con ActivTrades. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
FXCM Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Sicurezza dei fondi
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
GMO Trading Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
Plus500 Licenza ‎ASiC, CySEC, FCA
Il fornitore più quotato di CFD
Piattaforma WebTrader
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 68 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Eur/Usd, pronti a nuovi long? La coppia può continuare a correre?

Il cambio EurUsd nelle ultime due sedute ha riguadagnato quasi 200 pips ed ora l'ottimismo che circonda i mercati potrebbe dare maggiore forza alla moneta unica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.