Home / Mercati finanziari / La caduta del dollaro USA preoccupa le banche centrali

La caduta del dollaro USA preoccupa le banche centrali

La discesa del Dollaro sta assumendo dimensioni significative e, nel breve, anche sorprendenti, tanto da costringere per esempio, le autorità monetarie di Tokyo, a rilasciare alcune prime dichiarazione atte a frenarne la perdita di valore. Il Ministro delle Finanze Aso ha infatti dichiarato che la stabilità sul mercato dei cambi è importante. Non è certo un intervento sul mercato ma se la storia della Boj ci ha insegnato qualcosa è proprio questo ovvero che gli interventi sono stati sempre preceduti da dichiarazioni verbali di avviso e di allerta a chi provava a speculare eccessivamente sullo Jpy. Il UsdJpy ha perso circa il 3.5% in 6/7 sedute e ciò è ritenuto eccessivo. Questo non vuol dire che da oggi si dovranno comprare dollari ma che si dovrà fare attenzione a venderli con tanta leggerezza. Questo è il messaggio che la Boj vuol far passare. Detto ciò assistiamo ad una discesa del biglietto verde contro tutto e tutti, tanto da far ripartire pure il Gold che ieri sembrava ben impostato ad una discesa verso 1.900 e che invece è tornato prepotentemente in area 1.970.

L’Euro ha, dal canto suo, accelerato con forza, arrivando a ridosso di 1.19. Se pensiamo che un mese fa, ovvero a fine giugno, eravamo in area 1.12, e oggi abbiamo visto un guadagno di 7 figure pari a circa il 6% che per EurUsd e la sua volatilità degli ultimi anni non è poco. A dire la verità avevamo abbondantemente chiamato questa salita, ma avevamo pensato ad una pausa in area 1,1800 ed invece la moneta unica si è mangiata pips senza soluzione di continuità. Anche il Cable si è avvicinato a 1.3150, con un incremento addirittura superiore in termini percentuali, visto che a fine del mese scorso quotava 1.2250 e ha ripreso, da allora, quasi 900 pips, pari al 7%.

Insomma, ora la caduta del dollaro, a parte l’essere guidata da un chiaro real money flows (un evidente flusso di dollari in uscita) di istituzionali che erano short euro e long dollari, e si sono girati (lo avevamo richiamato qualche giorno orsono), sta assumendo proporzioni che potrebbero anche preoccupare le autorità monetarie, in Europa per esempio, in cui il cambio debole è risultato essere una manna dal cielo per l’export negli ultimi anni. A questo punto dobbiamo capire quelli che saranno i livelli in cui il mercato si fermerà e non è facile quando la volatilità assumete le dimensioni di un free-fall.
E pensare che a fine marzo l’indice del dollaro, faceva registrare un 103.90 che, alla luce di quel che vediamo oggi, è realmente espressione di un anno particolare. Il Dollar index infatti oggi quota 92.58, il 10% più basso di 4 mesi fa. E non è che le cose, a livello macro, siano così diverse da allora, a pensarci bene. Ma i cambi sono così, nel bene e nel male, e quando parte un flusso del genere, bisogna lasciarlo andare e aspettare che il momentum si esaurisca. Potremmo quindi vedere 1.2200-1.2500 area su EurUsd così come 1.35-1.36 su Cable e 0.7400 o 0.69 sulle oceaniche o ancora 1.3000 su UsdCad e 100 su UsdJpy.

Buona giornata e buon trading.

Saverio Berlinzani per ActivTrades.

Profilo dell’analista

Saverio Berlinzani

Nel 1989 inizia il suo percorso lavorativo nel mercato valutario come spot trader per il Banco Lariano. Dal ’91 per la Banque San Paolo di Parigi come trader su lira e franco francese. Dal ‘92 presso il Banco Lariano di Milano spot trader su tutte le valute SME. Dal ’95 per Swiss Bank Corporation capo cambista – Lugano, Ginevra, Londra.

In questi anni, oltre alla specializzazione sul mercato dello spot come market maker, ha sviluppato conoscenze del mercato dei derivati come trader di posizionamento per l’Istituto (Opzioni vanilla ed esotiche), nonché conoscenza diretta delle valute legate ai paesi emergenti (carry trades).

Dal ’98 è rientrato in Italia come Libero professionista in qualità di Consulente Finanziario e Patrimoniale – Presidente e socio fondatore di una società broker in forex. Dal 2009 ad oggi, trader indipendente nel mercato valutario fondatore del sito www.saveforex.it, community di traders con cui condivide quotidianamente in tempo reale la sua operatività forex attraverso una chat e un webinar live.

Chi è ActivTrades

ActivTrades (www.activtrades.eu/it) è un Broker specializzato nella negoziazione di Forex e CFD. Fondata nel 2001, è oggi una delle società leader del settore.
Il suo obbiettivo è quello di massimizzare le attività di trading dei propri clienti, offrendo ad essi una combinazione unica di elementi quali una vasta gamma di strumenti finanziari, spread competitivi e un eccezionale servizio di assistenza.

Dal suo quartier generale, situato nella City di Londra, ActivTrades offre i suoi servizi a una vasta clientela globale che, negli anni, ha potuto apprezzarne l’innovazione continua, l’eccellente ambiente di trading e un’efficace gestione del rischio.

Il Servizio di assistenza ai clienti di ActivTrades è disponibile 24 ore al giorno, da domenica sera a venerdì sera, in 14 lingue tra cui Italiano, Inglese, Francese, Spagnolo, Cinese e Arabo.

La società ActivTrades Plc è autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority. Registrazione presso la FCA n. 434413. Iscritta all’Albo delle imprese di investimento comunitarie con succursale al n. 97. ActivTrades Corp è autorizzata e regolata dalla Securities Commission of The Bahamas. ActivTrades Corp è una azienda commerciale internazionale registrata nel Commonwealth delle Bahamas, con numero di registrazione 199667 B.

I vantaggi di fare trading con ActivTrades

Il Broker londinese ActivTrades offre le migliori condizioni di trading confermate dai più prestigiosi riconoscimenti e sostenuta da trader di tutto il mondo

Miglior esecuzione

Trading con precisione a partire da 0,5 pip su EURUSD, senza requote o costi nascosti.

Supporto Clienti Pluripremiato

Assistenza 24/5, via email, chat e telefono in oltre 14 lingue.

Protezione dei fondi

Assicurazione integrativa per proteggerti fino a 1.000.000£

Il trading mobile

Fai trading ovunque tu sia, con la nostra piattaforma web o mobile.

  • No commissioni nè costi nascosti per aprire o chiudere un ordine;
  • Trading a partire da un micro lotto e massimizza la flessibilità del tuo trading con leva;
  • Supporto clienti italiano rapido e disponibile;
  • Le migliori piattaforme di trading;
  • Webinar settimanali e formazione personalizzata con formatori specializzati;
  • Demo gratuita.
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 76% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con ActivTrades. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
FXCM Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Sicurezza dei fondi
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
GMO Trading Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
Plus500 Licenza ‎ASiC, CySEC, FCA
Il fornitore più quotato di CFD
Piattaforma WebTrader
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 68 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Dollaro USA in caduta libera. Teniamo le cinture allacciate

Il dollaro Usa non tiene proprio i supporti. La discesa del biglietto verde sostiene la corsa delle altre valute e dell'oro che vola sopra la soglia psicologica 2.000 dollari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.