Home / Guida trading / Trading su Commodities | CFD su Oro, Petrolio, Argento |

Trading su Commodities | CFD su Oro, Petrolio, Argento |

Commodities è un termine inglese che indica un bene fungibile, cioè lo stesso indipendentemente da chi lo produce, come per esempio il petrolio, i metalli o i prodotti agricoli. Le commodities sono la più antica forma di strumenti finanziari. Il mercato delle commodities, infatti, può definirsi antico tanto quanto la civiltà umana; la storia ci suggerisce che la prima commodity negoziata sia stata il riso, circa 6000 anni fa, ai tempi dei Sumeri (4500 a.C.) gettoni di argilla venivano utilizzati come forma di denaro per comprare il bestiame.

Oggi il trading su commodities è alla base dell’ecosistema globale dei mercati finanziari. Con l’avvento del trading online sulle commodities sulle più comuni piatteforme dei Broker, i trader privati hanno avuto accesso a questi strumenti in modo relativamente facile e con un capitale basso.

Le commodities sono diventate un mezzo piuttosto diffuso di copertura dell’inflazione e di diversificazione del portafoglio. Per molti trader e investitori, il trading su commodities è una via privilegiata per proteggere i fondi, ridurre i rischi ma anche approfittare delle enormi opportunità offerte da questi asset class.

Le principali commodities

Generalmente, le commodities si dividono in 4 principali categorie:

  1. Materie prime agricole, comprese le colture alimentari (cacao, caffè, cotone, granoturco…), bestiame (suini, bovini…) e colture industriali (lana, legname…).
  2. Materie prime energetiche, come il gas naturale, il greggio e la benzina, carbone e uranio, etanolo ed elettricità.
  3. Materie prime metalliche, come i metalli comuni (ferro, zinco, alluminio, nichel, acciaio…) e metalli preziosi (oro, argento, palladio e platino).
  4. Materie prime ambientali, come i certificati di energia rinnovabile, le emissioni di carbonio e i certificati bianchi.

Storia del prezzo delle commodities

Storicamente ogni singola materia prima è legata a diversi fattori che ne influenzano il prezzo. Tuttavia, esistono alcuni fattori generali che hanno sempre giocato un ruolo importante nello stabilire il prezzo delle commodities.

  • Domanda dai mercati emergenti: Economie in rapido sviluppo, come la Cina e l’India stanno vivendo un bisogno sempre crescente di materie prime e di beni di prima necessità per alimentazione, costruzione delle infrastrutture, riscaldamento per case e fabbriche. Questo tipo di domanda produce il maggiore impatto sui prezzi delle commodities.
  • Risorse: L’abbondanza o la carenza di risorse e di materie prime sono fattori che influenzano in modo significativo i movimenti di prezzo. I problemi ambientali, politici o di manodopera che affliggono le maggiori nazioni produttrici possono avere un forte impatto sulle risorse e, di conseguenza, sul loro prezzo.
  • Il dollaro americano: Preservando il proprio status di valuta di riserva mondiale, il dollaro americano può influenzare la direzione dei prezzi delle commodities. Quando il dollaro è forte, chi vende le commodities guadagna meno dollari e vice versa.
  • Sostituzione: Quando il prezzo per una data commodity si alza, chi acquista prova a trovare sostituti più economici, se ce ne sono. Per esempio, l’economico alluminio spesso può sostituire il rame in diverse applicazioni industriali.
  • Condizioni meteorologiche: Diversi tipi di commodities dipendono fortemente dalle condizioni atmosferiche: per esempio, una severa siccità o piogge eccessive possono essere fatali per il granoturco. Tempeste, uragani e temperature rigide possono causare una crescita nella domanda di riscaldamento comportando, di conseguenza, prezzi più alti per le energy commodities come il gas e il petrolio.

Come fare trading sulle commodities

Esistono diverse buone ragioni per fare trading su commodities:

  • Diversificazione: La presenza di commodities in un portfolio equity-only può abbassare la volatilità per via dell’assenza di correlazione fra le due asset class.
  • Safe Heaven: Le commodities possono rappresentare un ‘porto sicuro’ in tempi di incertezza economica internazionale e turbolenze di mercato, perché possono mantenere invariato il proprio valore.
  • Rischio di inflazione: Il valore intrinseco delle commodities è indipendente dalle valute. Spesso rimane inalterato anche se una valuta perde valore durante il periodo di inflazione.
    Speculazione sul prezzo delle materie prime: Le commodities possono essere altamente volatili ed mostrare importanti oscillazioni di prezzo. Fare trading su commodities con i CFD può diventare un buon modo per trarre vantaggio da drastiche oscillazioni di prezzo.

Negoziare le commodities richiede molta accortezza, per via dell’alta volatilità del mercato e della vasta scelta di strumenti disponibili, dagli strumenti derivati, come i futures i CFD (contratti per differenza), ai titoli delle società produttrici di materie prime.

Con le commodities la possibilità di ottenere buoni profitti va di pari passo col rischio di ingenti perdite. Il prezzo di una commodity può essere molto difficile da stabilire con anticipo. Può cambiare improvvisamente per via di diversi fattori, come tempo atmosferico, instabilità politica o persino scioperi. A differenza dei titoli, in questo caso non abbiamo misurazioni finanziarie fondamentali, come la proporzione prezzo/guadagno, tassi d’interesse, ecc…

Prima di fare un qualsiasi investimento in materie prime è importante pensare ad un’analisi tecnica e fondamentale per comprendere le prospettive dell’andamento dei prezzi tra l’apertura e la chiusura della posizione. Per approfondire questo argomento ti invito a leggere l’articolo “Le tre principali forme di analisi di mercato. La guida completa“.

Come fare trading su CFD sulle commodities?

I CFD (contratti per differenza) sono uno dei modi più semplici e comuni per negoziare le commodities. Un contratto per differenza (Contract for difference, o CFD) è un tipo di contratto che intercorre fra un trader e un Broker, e mira a trarre profitto dalla differenza di prezzo fra la posizione di apertura e quella di chiusura di una negoziazione.

Investire in CFD sulle commodities ti solleva dall’inconveniente di dover pagare per il deposito, in caso di una consegna fisica. Utilizzando i CFD per fare trading sulle commodities potrai aprire una posizione al rialzo o al ribasso senza avere a che fare con i commodities exchange convenzionali, come CME, ICE o NYMEX.

Inoltre i CFD offrendo l’opportunità di negoziare sulle commodities in entrambe le direzioni, non importa che si abbia una visione positiva o negativa delle previsioni di prezzo, è possibile investire in entrambe le direzioni e trarre profitti dai movimenti dei prezzi.

Il trading delle commodities su CFD spesso è privo di commissioni, i migliori Broker Forex CFD applicano solamente un spread.

Un’altra cosa utile da sapere è che i CFD sono un prodotto a leva. Operando con un margine d’offerta pari al 10% (questo dato può variare a seconda della commodity e del Broker di CFD), significa che è necessario versare solo il 10% del valore della negoziazione che si vuole aprire, mentre il resto viene coperto dal broker di CFD. Per esempio, se si desidera aprire un ordine di 1.000 euro su una particolare commodity, e il proprio Broker richiede un margine pari al 10%, il capitale iniziale di cui è necessario disporre per aprire la negoziazione ammonta a soli 100 €.

Migliori Broker per fare trading su commodities

Scegliere un buon Broker è il primo passo importante per fare trading su commodities in modo sicuro e beneficiare di piattaforme e strumenti ottimizzati per questa tipologia di investimento. Le commodities sono tra gli asset più scambiati al mondo, ma i Broker che le offrono non sono tutti uguali.

Un buon Broker per fare trading su commodities deve offrire un giusto compromesso tra numero e tipologie di materie prime negoziabili, strumenti di trading come piattaforme, grafici avanzati, segnali, analisi tecniche, analisi di mercato, ecc, e condizioni di trading, ovvero spread e margini il più possibile competitivi.

I Broker online offrono generalmente tutte le materie prime considerate più liquide, ovvero petrolio, argento e oro, il metallo prezioso più scambiato, mentre i migliori e più completi offrono un range molto più ampio di commodities su cui fare trading online, il che consente di diversificare il proprio portafoglio e l’investimento stesso.

Questo è l’elenco dei migliori Broker per fare trading su commodities selezionati da doveinvestire.com

Broker Caratteristiche Inizia
Markets.com CySEC, FSCA, FCA e ASIC
Strumenti di trading avanzati
Strategie personalizzate
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
GMO Trading Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 68 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Fare trading su Oro

L’oro è il metallo più famoso e prezioso al mondo e occupa un ruolo importante nell’economia mondiale. Il metallo giallo è sempre stato stimato di valore molto elevato in tutte le culture e i mercati del mondo, funzionando come misuratore del benessere e della prosperità della società.

Molto apprezzato anche al di là del suo uso industriale, l’oro è una fra le commodities metalliche più negoziate. I giacimenti sono rari e difficili da individuare: la sua estrazione dalle miniere è un’impresa che richiede molto tempo e molti soldi.

Dagli anni ’70 ad oggi la produzione annuale di oro ha triplicato il suo volume ogni anno, mentre la quantità di oro acquistato si è addirittura quadruplicata.

Unità di contratto: 100 once troy
Prezzo della quotazione: $10 per una tick
Minimum tick: $0,10 per oncia troy
Simbolo: GC

Orari di trading del mercato dell’oro

La CME Globex permette il trading elettronico 24 ore al giorno per 6 giorni a settimana:

  • Da domenica a venerdì, dalle 17:00 alle 16:00, con pausa di un’ora ogni giorno

Se scegli di negoziare con i CFD, puoi seguire live il prezzo dell’oro in dollari USA:

  • Dal lunedì al venerdì, 00:00 – 21:00 e 22:05 – 00:00
  • Venerdì, 00:00 – 21:00
  • Domenica, 22:05 – 00:00

Come fare trading sull’oro?

Esistono diverse buone ragioni per fare trading sull’oro, eccone alcune fra le più comuni:

  • Tutela dell’inflazione: A differenza delle valute correnti, l’oro preserva tradizionalmente il suo potere d’acquisto durante i periodi di inflazione crescente.
  • Tutela dall’instabilità internazionale: In tempi turbolenti per l’economia globale, l’oro mantiene buone performance a spese degli altri asset: l’oro è visto storicamente come un safe heaven.
  • Negoziare sul prezzo dell’oro: L’oro è sempre stato considerato un allettante strumento di trading, per via della sua storica volatilità.
  • Diversificazione del portfolio: L’oro può essere allettante per gli investitori che intendono bilanciare i propri investimenti in un portfolio diversificato.

Fare trading sull’oro richiede molta accortezza, per via dell’alta volatilità del mercato e della vasta scelta di strumenti disponibili, dagli strumenti derivati dell’oro, come i futures e i CFD, ai titoli delle società che estraggono l’oro.

Grafico in tempo reale dell’oro

Investire sull’oro può rivelarsi estremamente volatile e rischioso. La probabilità di ottenere profitti elevati è pari a quella di subire perdite gravose.

I cinque migliori titoli di mercato sull’oro per capitalizzazione

Acquistare azioni delle società di estrazione e di prospezione è un altro modo molto comune, sebbene indiretto, di negoziare il metallo. Coloro che hanno investito in titoli legati all’oro iniziano a guadagnare dal momento in cui il prezzo dell’oro si alza. Ecco una lista dei titoli più rilevanti relativi al mercato dell’oro:

  • Barrick:Con sede a Toronto, Canada, la Barrick è la maggiore società di estrazione d’oroal mondo. Originariamente era specializzata nell’estrazione del petrolio e del gas. Le azioni della società sono quotate sulle Borse di Toronto (TSX) e di New York (NYSE).
  • Newcrest Mining: Principale società di estrazione d’oroin Australia, la Newcrest era originariamente una società sussidiaria della Newmont Mining. Le azioni della società sono quotate sulla Borsa australiana (ASX).
  • Polyus Gold: Con sede a Mosca, la Polyus è la maggiore società di estrazione d’oro in Russia. Le sue azioni sono quotate sulle Borse di Londra (LSE) e di Mosca (MCX).
  • AngloGold Ashanti:Con sede a Johannesburg, l’AngloGold Ashanti è una società internazionale specializzata nell’estrazione dell’oro. Opera in 17 miniere e in 9 Stati. Le sue azioni sono quotate sulle Borse di Johannesburg (JSE), di New York (NYSE) e sulla Borsa australiana (ASX).

Storia sul prezzo dell’oro

Considerata una fra le più antiche valute al mondo, l’oro è sempre stato piuttosto volatile. Tuttavia ci sono stati periodi di inattività caratterizzati da movimenti minimi nel prezzo dell’oro fino agli anni ’70.

Nel 1971, quando venne rimosso il gold standard per il dollaro americano, iniziò un lungo trend positivo. L’oro raggiunse il record di $2.076 per oncia nel febbraio 1980. Da allora il prezzo è oscillato, trend che rende l’oro così diffuso sia fra i trader, sia fra gli investitori.

Ti potrebbe interessare:

Fare trading su Petrolio WTI

Il petrolio greggio, una delle materie prime più preziose ed essenziali al mondo, venne scoperto per la prima volta durante la rivoluzione Industriale. È composto da depositi di idrocarburo e viene utilizzato in gran parte per la produzione di gasolio, benzina e numerosi prodotti petrolchimici.

Oggi il greggio e i suoi derivati sono considerate le commodities più negoziate su scala globale, informazione che non sorprende, dato che il petrolio ha a che fare con quasi tutti i settori dell’economia mondiale.

Oltre all’uso più diffuso, come carburante, il greggio è un componente fondamentale anche nella produzione di plastica, fertilizzanti, computer, cosmetici e persino dell’acciaio.

Al momento esistono due principali punti di riferimento per il prezzo del petrolio: il West Texas Intermediate (WTI) e il greggio Brent. Il WTI è un tipo di petrolio leggero e dolce a basso contenuto di solfuro e gravità specifica pari a 40, secondo la scala di gravità dell’American Petroleum Institute (API).

Unità di contratto: 1.000 barili di petrolio
Prezzo della quotazione: dollari americani per barile
Fluttuazione minima: $0,01 per barile
Simbolo: LO

Fai Trading su Valute, Materie Prime, Azioni e Molto Altro. Conto DEMO gratuito, Formazione Completa. Vincitore Migliore Broker!

Il 73,9% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con Markets. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Orari di trading del petrolio WTI

La CME Globex permette il trading elettronico 24 ore al giorno per 6 giorni a settimana:

  • Dalla domenica al venerdì, dalle 18:00 alle 17:00, con pausa pranzo di un’ora ogni giorno

Se scegli di negoziare con i CFD, puoi seguire ‘live’ il prezzo del petrolio WTI in dollari USA:

  • Dal lunedì al giovedì, 00:00 – 21:00 e 22:05 – 00:00
  • Venerdì, 00:00 – 21:00
  • Domenica, 22:05 – 00:00

Come fare trading sul petrolio WTI?

Esistono diverse buone ragioni per fare trading su prodotti energetici, compreso il petrolio WTI:

  • Diversificazione: Le materie prime petrolifere in un portfolio equity-only possono abbassare la volatilità per via dell’assenza di una correlazione fra le asset class.
  • Safe Heaven: Le commodities possono rappresentare un porto sicuro in tempi di incertezza economica internazionale e di turbolenze di mercato, perché possono mantenere invariato il proprio valore.
  • Rischio di inflazione: Il valore intrinseco delle commoditiesè indipendente dalle valute. Spesso rimane inalterato anche se una valuta perde valore durante il periodo di inflazione.
  • Speculazione sul prezzo del WTI:Le commodities possono essere altamente volatili ed assistere a importanti oscillazioni di prezzo. fare trading con il petrolio WTI con i CFD può diventare un buon modo per trarre vantaggio da drastiche oscillazioni di prezzo.

Negoziare il petrolio WTI richiede molta accortezza, per via dell’alta volatilità del mercato e della vasta scelta di strumenti disponibili, dagli strumenti derivati, come i future e i CFD, ai titoli delle compagnie di gas e petrolifere.

Negoziare sul petrolio WTI può risultare estremamente volatile e si possono incontrare alti livelli di rischio. La probabilità di ottenere profitti elevati è pari a quella di subire perdite gravose.

Come fare trading sul petrolio WTI con i CFD?

I CFD sono uno dei modi più semplici e comuni per negoziare il petrolio WTI.

Un contratto per differenza (CFD) è un tipo di contratto che intercorre fra un trader e un broker, e mira a trarre profitto dalla differenza di prezzo fra la posizione di apertura e quella di chiusura di una negoziazione.

La maggior parte dei provider di CFD permette ai trader di negoziare sul prezzo del future sul petrolio, anche se i contratti sono spesso di dimensioni ridotte rispetto ai future standard. Per esempio, un CFD sul petrolio WTI può arrivare a 25 barili, mentre un contratto future standard può arrivare a 1.000 barili.

Grafico in tempo reale del petrolio

Inoltre, il trading del petrolio WTI tramite CFD spesso è privo di commissioni: i Broker traggono un profitto minimo dallo spread, e i trader provano a trarre guadagno dalle oscillazioni di prezzo.

Bisogna aggiungere che operando con un margine d’offerta pari al 10%, significa che è necessario versare solo il 10% del valore della negoziazione che si vuole aprire, mentre il resto viene coperto dal broker di CFD. Per esempio, se si desidera aprire un ordine di 1.000 euro sul petrolio WTI è il proprio broker richiede un margine pari al 10%, il capitale iniziale di cui è necessario disporre per aprire la negoziazione ammonta a soli 100 euro.

Storia sul prezzo del petrolio WTI

Nel caso del greggio WTI, domanda e fornitura giocano un ruolo importante nell’elaborazione del prezzo. La International Energy Agency (EIA) afferma che la richiesta globale di petrolio crescerà per via dell’aumento demografico e del conseguente consumo di energia, ma anche a causa della crescita delle industrie dell’aviazione, dei trasporti e di prodotti petrochimici. In termini di prezzi storici, il petrolio WTI ha raggiunto il suo record positivo di 145,31 dollari al barile nel luglio 2008.

Quali sono quindi i motivi di queste drastiche fluttuazioni di prezzo? Ecco i due principali:

  • Fattori economici: Per esempio un rallentamento dell’economia, che limita la domanda di energia da parte dell’industria e degli individui, così come la loro capacità di spesa.
  • Fattori geopolitici: Per esempio, guerre e instabilità politica presenti in un’area del mondo possono influenzare il lavoro dei produttori di petrolio in quella stessa area. Inoltre, aumenti o tagli di produzione del petrolio da parte dell’OPEC possono influenzarne il prezzo (come quando vengono limitati i rifornimenti e il prezzo del WTI è destinato a salire).

Ti potrebbe interessare:

Fare trading sull’Argento

L’argento, una fra le commodities di metallo più negoziate, ha molte caratteristiche: è flessibile, malleabile e lucente. È anche un buon conduttore di elettricità e un antibatterico, caratteristiche che lo rendono un metallo di elevato valore in diverse industrie, come quella energetica, medica, elettronica e, naturalmente, l’industria dei gioielli.

Per secoli l’uomo ha utilizzato l’argento come una riserva di valore e un valido investimento. Come l’oro e il platino, l’argento è raro e appartiene alla categoria dei metalli preziosi.

L’estrazione dell’argento iniziò 5.000 anni fa in Asia. Più tardi, in Grecia, iniziò ad essere utilizzato come moneta, per poi diventare una vera e propria materia prima di scambio già ai tempi dell’Impero Romano.

Unità di contratto: 5.000 once troy
Prezzo della quotazione: dollari americani per oncia troy
Minimum tick: $0,005 per oncia troy
Simbolo: SI

Orari di trading del mercato dell’argento

La CME Globex permette il trading elettronico 24 ore al giorno per 6 giorni a settimana:

  • Dalla domenica al venerdì, dalle 18:00 alle 17:00, con pausa di un’ora ogni giorno

Se scegli di negoziare con i CFD, puoi seguire live il prezzo dell’argento in dollari USA:

  • Dalla domenica al giovedì, 00:00 – 21:00 e 22:05 – 00:00
  • Venerdì, 00:00 – 21:00
  • Domenica, 22:05 – 00:00

Come fare trading sull’argento?

Esistono diverse buone ragioni per fare trading sull’argento, eccone alcune fra le più comuni:

  • Diversificazione: La presenza di una commodity come l’argento in un portfolio equity-only può abbassare la volatilità per via dell’assenza di correlazione fra il metallo e altre asset class.
  • Safe Heaven: Le commodities possono rappresentare un porto sicuro in tempi di incertezza economica internazionale e di turbolenze di mercato, perché possono mantenere invariato il proprio valore.
  • Rischio di inflazione: Il valore intrinseco delle commodities è indipendente dalle valute. Spesso rimane inalterato anche se una valuta perde valore durante un periodo di inflazione.
  • Speculazione sul prezzo dell’argento: Le commodities possono essere altamente volatili ed è possibile assistere a importanti oscillazioni di prezzo. Negoziare l’argento con i Cfd può diventare un buon modo per trarre vantaggio da drastiche oscillazioni di prezzo.

Negoziare l’argento richiede molta accortezza, per via dell’alta volatilità del mercato e della vasta scelta di strumenti disponibili, dagli strumenti derivati dell’argento, come i future e i CFD, ai titoli delle società che estraggono l’argento.

Negoziare sull’argento può risultare estremamente volatile e si possono incontrare alti livelli di rischio. La probabilità di ottenere profitti elevati è pari a quella di subire perdite gravose.

Come fare trading sull’argento con i CFD?

I CFD sono uno dei modi più semplici e comuni per negoziare l’argento.

Un contratto per differenza (CFD) è un tipo di contratto che intercorre fra un trader e un broker, e mira a trarre profitto dalla differenza di prezzo fra la posizione di apertura e quella di chiusura di una negoziazione.

Grafico in tempo reale dell’argento

I CFD danno l’opportunità di negoziare l’argento in entrambe le direzioni. Quindi, che la tua visione sull’argento sia positiva o negativa, ti è possibile negoziare in entrambe le direzioni.

Inoltre, il trading dell’argento tramite CFD spesso è privo di commissioni: i broker traggono un profitto minimo dallo spread, e i trader provano a trarre guadagno dalle oscillazioni di prezzo.

Investire sull’argento con i CFD ti solleva dall’inconveniente di doverne pagare il deposito. Bisogna aggiungere che operando con un margine d’offerta pari al 10%, significa che è necessario versare solo il 10% del valore della negoziazione che si vuole aprire, mentre il resto viene coperto dal broker di CFD.
Per esempio, se si desidera aprire un ordine di 1.000 euro sull’argento e il proprio broker richiede un margine pari al 10%, il capitale iniziale di cui è necessario disporre per aprire la negoziazione ammonta a soli 100 euro.

Storia sul prezzo dell’argento

Considerato come una fra le prime valute al mondo, l’argento è sempre stato piuttosto volatile. È soggetto sia agli investimenti, sia alla richiesta industriale, che ne influenza il prezzo in modo significativo.

I principali responsabili del prezzo dell’argento sono:

  • La domanda industriale: L’argento ha diverse applicazioni tecnologiche ed è spesso utilizzato nelle industrie automobilistiche, elettroniche e sanitarie.
  • Altre tipologie di domanda: L’argento è utilizzato anche per trofei, gioielli e fotografie.
  • Il prezzo dell’argento: Storicamente, oro e argento hanno vissuto una forte correlazione positiva. Per questo l’argento tende a seguire la direzione del prezzo dell’oro.
  • Inflazione e dollaro americano: Durante i periodi di inflazione, spesso i trader considerano l’argento una riserva di valore affidabile. Quando il prezzo del dollaro americano si abbassa, quello dell’argento tende a salire.

In termini di picchi storici, l’argento ha raggiunto il prezzo più alto nel gennaio 1980, pari a  49,45 dollari. Il picco più basso, invece, è stato raggiunto nel febbraio 1991 con 3,55 dollari.

Vantaggi del trading su CFD su commodities

Per capire quali sono i benefici di fare trading su commodities attraverso i CFD, qui di seguito ne elenchiamo tutti i vantaggi:

  • Possibilità di guadagnare dai ribassi e sui rialzi dei prezzi delle commodities.
  • Leva finanziaria. Con la leva finanziaria si possono effettuare operazioni con un valore superiore di quello che effettivamente investito.
  • Piattaforme di trading professionali. A differenza dei “comuni” strumenti offerti dalla banca, le piattaforme di trading CFD offrono strumenti di investimento professionali.
  • Commissioni di acquisto e vendita. Le commissioni per investire su CFD su commodities non sono presenti, l’unico ‘costo’ è rappresentato dallo spread.
  • Investire in tempi brevi. A differenza degli investimenti tradizionali, nelle quali è raro che dia risultati in tempi brevi, il trading su CFD invece è pensato per periodi molto più brevi, già in pochi minuti è possibile aprire e chiudere una posizione con un profitto.

Primi passi nel trading su CFD su commodities

Un trader alle prime armi che desidera iniziare a fare trading su commodities CFD, si troverà di fronte vari ostacoli. Innanzitutto, il primo passo da compiere sarà quello di informarsi per bene sul funzionamento generale del mercato, i grafici e sui dati economici che potrebbero condizionare i prezzi. Su internet ci sono vari portali come per esempio doveinvestire.com che tengono costantemente aggiornati i propri lettori su analisi di mercato, report, webinar sul trading e suggerimenti vari per migliorare il più possibile i risultati limando le perdite.

Proprio su questi siti internet è possibile trovare un valido aiuto sia per i trader senza esperienza sia per quelli che cercano spunti operativi o strategie di trading collaudate. In ogni caso, tutto materiale utile e sopratutto gratuito in grado di offrire le nozioni necessarie per fare trading in maniera consapevole.

Chi muove i primi passi nel trading su CFD su commodities è consigliato utilizzare un condo demo offerto dai migliori Broker CFD. Si tratta di conti gratuiti che non richiedono alcun tipo di versamento e non hanno alcun vincolo. Il conto demo ti offre l’accesso ai mercati in tempo reale attraverso la piattaforma di trading del Broker, il quale mette a disposizione anche del denaro virtuale per poter investire senza il rischio di perdere soldi.

A questo link trovi tutte le informazioni necessarie sul conto demo: Come funziona il conto demo di trading. Quale è il migliore per iniziare

Migliori Broker per il trading su commodities

Sono molti i Broker CFD che danno la possibilità di fare trading sulle commodities, non tutti sono uguali e per questa la scelta potrebbe non essere facile per chi non ha esperienza in questo settore.

Il portale doveinvestire.com grazie all’esperienza dei nostri trader ed analisti, ha selezionato alcuni dei migliori Broker CFD seguendo alcuni criteri fondamentali come:

Sicurezza: per essere preso in considerazione il Broker deve essere necessariamente regolamentato da un organo internazionale;

Commissioni: il Broker deve avere un piano commissionale vantaggioso per il trader;

Piattaforma di trading: la piattaforma deve essere semplice e intuitiva ma, al tempo stesso, completa degli strumenti necessari;

Assistenza clienti: chiunque può aver bisogno di supporto, sopratutto quando si è in difficoltà e in “gioco” ci sono i propri soldi. Un servizio di assistenza rapido e pronto a rispondere ogni domanda è un requisito necessario per un buon Broker.

Qui di seguito è riportato l’elenco aggiornato dei migliori Broker per fare trading su commodities con i CFD:

Broker Caratteristiche Inizia
Markets.com CySEC, FSCA, FCA e ASIC
Strumenti di trading avanzati
Strategie personalizzate
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
GMO Trading Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 68 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Dove Investire la guida per Investire con i CFD

Questo ebook è stato scritto con l’obbiettivo di spiegare in modo semplice come investire con i CFD e tutti gli aspetti che caratterizzano il mondo del trading online. Una guida dettagliata alle diverse metodologie tecniche e grafiche per studiare il comportamento dei mercati finanziari e con lo scopo di individuare le migliori opportunità.

Nelle 78 pagine, l’ebook “Investire sui CFD” spiega come mettere in pratica diverse strategie operative direttamente nella piattaforma e individuare i momenti più opportuni per entrare ed uscire dal mercato.

Se stai cercando una guida completa al trading sei nel posto giusto. Clicca sul pulsante per scaricare una copia gratuita.


FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
Markets.com Licenza CySEC, FSCA
Strumenti di trading avanzati
Strategie personalizzate
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
Roinvesting Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
101investing Licenza CySEC

Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile

apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 68 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Analisi dei mercati finanziari del 16 Ottobre | ActivTrades Markets Commentary

Una nuova ondata di ottimismo domina i mercati azionari questa mattina. Ma rimangono molti fattori d'incertezza da risolvere, come vicenda Brexit, le elezioni e l'incremento delle infezioni da Covid-19

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.