Home / Analisi dei mercati / Il Risk-off torna a dominare i mercati dopo la notizia che il Trump è positivo al coronavirus

Il Risk-off torna a dominare i mercati dopo la notizia che il Trump è positivo al coronavirus

Una nuova ondata di avversione al rischio sta attraversando i mercati finanziari globali dopo che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha twittato che lui e la first lady Melania Trump sono risultati positivi al Covid-19 andranno in quarantena e inizieranno il loro processo di guarigione.

I futures sulle azioni statunitensi ed europee, insieme agli indici di riferimento asiatici, hanno tutti risentito la notizia. Lo yen giapponese è salito dello 0,68%, raggiungendo il suo livello più alto in oltre una settimana contro il dollaro USA, trascinando l’indice del dollaro (Dollar Index) nuovamente al di sotto del livello di 94,0.

Questo aumento dell’incertezza politica arriva appena un mese prima delle elezioni presidenziali del 3 novembre, aggiungendosi alle preoccupazioni che gli investitori stanno già affrontando. Ciò potrebbe potenzialmente pesare sulla volontà politica di raggiungere un accordo sul prossimo round di stimoli fiscali statunitensi, spingendo al contempo la gestione da parte dell’amministrazione Trump del fronte e del centro della pandemia nella campagna elettorale.

Dato questo ulteriore livello di incertezza, un crescente senso di avversione al rischio potrebbe dominare il sentimento del mercato fino a quando non ci sarà ulteriore chiarezza sulla risposta sanitaria del presidente al coronavirus.

Ti potrebbe interessare: Andamento delle azioni Usa in tempo reale

Nel frattempo, gli investitori continueranno anche a valutare gli ultimi sviluppi relativi all’impatto della pandemia sull’economia globale. Dato che molti dei principali paesi stanno ancora lottando per riuscire a contenere la diffusione del coronavirus, il viaggio del mondo nell’era post-pandemia è destinato a essere accidentato. Ciò suggerisce che sono necessarie ulteriori misure di sostegno, oltre ai 20 trilioni di dollari già stanziati, affinché l’economia globale si avvicini ai livelli pre-pandemici.

Con le prospettive di una svolta pre-elettorale ancora nell’aria, le azioni potrebbero lasciare una parte maggiore dei guadagni accumulati da marzo se gli investitori si rassegneranno al fatto che il tanto necessario sostegno finanziario per l’economia statunitense potrebbe non arrivare fino a dopo le elezioni di novembre. Lo spettro di una prolungata incertezza politica, attraverso un esito potenzialmente ritardato delle elezioni, potrebbe aumentare la propensione al rischio nelle prossime settimane.

Gli investitori che sono guidati dai fondamentali sono anche pronti per il rapporto sui libri paga non agricoli degli Stati Uniti del mese di settembre attesi più tardi oggi, con i mercati che attualmente si aspettano una stampa di 875.000, che sarebbe la più piccola quantità di posti di lavoro aggiunti in un mese da quando la più grande economia mondiale ha iniziato a riaprire in Maggio. Sebbene le richieste di sussidio di disoccupazione settimanali di giovedì abbiano registrato una cifra migliore del previsto, i dati mostrano che la disoccupazione nella più grande economia del mondo rimane ostinatamente alta. Ci sono anche crescenti preoccupazioni sul fatto che un numero maggiore di licenziamenti temporanei possa diventare permanente. Lo slancio di ripresa del mercato del lavoro si sta notevolmente rallentando, il che a sua volta sottolinea la pressante necessità di un maggiore sostegno fiscale.

Un marcato rallentamento nell’aumento di posti di lavoro potrebbe anche smorzare le aspettative su un’inflazione statunitense più rapida. Fino a quando non arriveranno ulteriori aiuti fiscali, l’indice futures del Dollaro potrebbe rimanere all’interno del range 91,8 – 94,8 in cui è stato scambiato dalla fine di luglio, con ulteriore supporto derivante dall’incertezza politica che ha portato alle elezioni del mese prossimo. Un dollaro forte a sua volta è destinato a tenere sotto controllo il rialzo dell’oro, fino a quando gli investitori non potranno anche capire meglio come esattamente la Fed intende aumentare le pressioni inflazionistiche degli Stati Uniti.

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite Doveinvestire su Google News, Facebook, Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Per restare aggiornati sulle notizie pubblicate sul nostro portale attiva le notifiche dal pulsante verde in alto (Seguici) o iscriviti al nostro canale Telegram di Dove Investire

Avviso esplicito sui rischi: non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite o danni commerciali a causa di affidamento sulle informazioni contenute all’interno di questo sito, compresi i dati, le citazioni, i grafici e i segnali di acquisto/vendita. La negoziazione sui mercati finanziari è una delle forme più rischiose di investimento possibili. Tutti i prezzi e i segnali di acquisto/vendita sono indicativi e non adeguati ai fini di negoziazione, inoltre, non sono forniti da un cambio, ma piuttosto dai market maker, quindi potrebbero non essere precisi e possono differire dal prezzo effettivo di mercato. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite commerciali nelle quali si potrebbe incorrere come conseguenza dell’utilizzo di questi dati. Il testo riportato non costituisce attività di consulenza da parte di Dove Investire né, tanto meno, offerta o sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari. Le informazioni ivi riportate sono di pubblico dominio e sono considerate attendibili, ma il portale Dove Investire non è in grado di assicurarne l’esattezza. Tutte le informazioni sono date in buona fede sulla base dei dati disponibili, ma sono suscettibili di variazioni anche senza preavviso in qualsiasi momento dopo la pubblicazione. Si declina ogni responsabilità per qualsivoglia informazione esposta in questa pubblicazione. Si invita a fare affidamento esclusivamente sulle proprie valutazioni delle condizioni di mercato nel decidere se effettuare un’operazione finanziaria e nel valutare se essa soddisfa le proprie esigenze. La decisione di effettuare qualunque operazione finanziaria è a rischio esclusivo dei destinatari della presente informativa.

FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
Plus500 Licenza ‎ASiC, CySEC, FCA
Il fornitore più quotato di CFD
Piattaforma WebTrader
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
Markets.com CySEC, FSCA, FCA e ASIC
Tecnologie all’avanguardia
Strumenti di trading
apri ora
Roinvesting Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
GKFX Licenza MFSA, Consob
Fondi dei clienti protetti
Segnali di trading in piattaforma
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Analisi dei mercati finanziari del 30 Marzo | ActivTrades Markets Commentary

L'accelerazione dei programmi di vaccinazione e la prospettiva di ulteriori stimoli stanno contribuendo fortemente a sostenere i mercati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.