Oro e Argento sotto pressione ma c’è spazio per ulteriori recuperi

Riportiamo l’analisi del mercato dell’oro e dell’argento di oggi venerdì 16 luglio pubblicata da Carlo Alberto De Casa per Kinesis. Buona lettura

Analisi dell’Oro Kinesis

I lingotti hanno superato la resistenza posta a 1.820 dollari, raggiungendo un nuovo massimo di 4 settimane a 1.835 dollari. Il recupero del biglietto verde, visto nelle ultime ore, ha leggermente frenato il rimbalzo del metallo giallo, senza modificare però lo scenario principale. In effetti, nonostante questo modesto calo, il quadro tecnico rimane favorevole, poiché i lingotti si mantengono al di sopra del livello chiave di 1.820 dollari, confermando il suo slancio positivo. Solo una nuova discesa al di sotto di questa zona potrebbe innescare qualche nuova correzione, in quanto il prezzo rientrerà nel canale laterale tra i 1.790 e i 1.820 dollari.

Nel complesso la correlazione inversa tra dollaro USA, rendimenti USA e il Gold resta uno dei temi principali sul tavolo, anche se l’oro ha dimostrato di poter performare moderatamente anche mentre il biglietto verde è in ripresa, come nelle ultime ore.

Da un punto di vista fondamentale, il balzo mostrato nella seconda parte di questa settimana dovrebbe essere visto come una reazione del mercato al discorso di Jerome Powell, dopo aver spiegato che la Federal Reserve non ha fretta di ridurre l’attuale politica monetaria espansiva. Nonostante l’inflazione in crescita e la ripresa economica, la banca centrale statunitense non cambierà immediatamente la sua politica monetaria, mentre è ancora necessario uno stimolo monetario, poiché la Federal Reserve attenderà ‘ulteriori sostanziali progressi’. Nel complesso, i mercati hanno interpretato questo come un discorso accomodante e gli investitori hanno aumentato le loro posizioni rialziste sull’oro.

Analisi dell’Argento Kinesis

Il prezzo dell’argento viene scambiato in perdita oggi, ma si mantiene sopra i 26 dollari, mentre lo scenario rimane favorevole. Una chiara rottura della zona di resistenza di 26,5 – 26,6 dollari potrebbe aprire lo spazio per ulteriori rally. In caso contrario, i prezzi potrebbero continuare la lenta danza nel trading range laterale tra i 26 – 26,5 dollari come è successo negli ultimi giorni.

Finora l’argento non ha ancora mostrato appieno il suo potenziale rialzista, ma ci sono buone possibilità di vedere nuovi rally a nuovo test con le due maggiori resistenze, poste a 28,3 (o meglio, in area 28,2-28,5) e con la soglia psicologica di 30 dollari.

L’aumento dell’inflazione, infatti, non dovrebbe essere visto come un grosso problema per l’argento. È vero che l’aumento dei tassi di interesse non è generalmente positivo per l’oro e l’argento, ma entrambi proteggono gli investitori dalle impennate dell’inflazione.

Commento finale

Dobbiamo sottolineare che l’oro viene scambiato appena il 10% al di sotto dei suoi record storici – raggiunti nell’estate 2020 a 2.070 dollari l’oncia – mentre l’argento è ancora quasi il 50% al di sotto dei suoi livelli massimi raggiunti a 50 dollari nei primi anni ’80 e nel 2011 e questo potrebbe aumentare lo spazio per ulteriori recuperi.

Carlo Alberto De Casa, Analista di mercato per Kinesis

Profilo dell’analista

Carlo Alberto De Casa è Market Analyst per Kinesis. Scrive anche come analista tecnico per il quotidiano italiano La Stampa. Carlo Alberto fornisce regolarmente commenti per i punti vendita del Regno Unito, tra cui BBC, Telegraph, l’Independent Bloomberg e Reuters. È anche opinionista per CNBC Italia. Ha lavorato per Bloomberg come analista fondamentale per la ricerca sull’equità prima di entrare a far parte del broker ActivTrades nel 2011 per specializzarsi in mercati valutari e materie prime. Nel 2014 ha pubblicato un libro di 250 pagine sull’oro e il mercato dell’oro, seguito da una nuova edizione aggiornata nel 2018.

Questo report non è un’offerta o una sollecitazione per una transazione in alcuno strumento finanziario. Non viene fornita alcuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o alla completezza di queste informazioni. Qualsiasi materiale fornito non ha riguardo all’obiettivo di investimento specifico e alla situazione finanziaria di qualsiasi persona che potrebbe riceverlo. La performance passata non è un indicatore affidabile della performance futura.

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
Capixal Licenza CySEC
Piattaforma MT4 e Mobile
Oltre 350 CFD disponibili
apri ora
eToro Licenza CySEC, FCA
Social Trading
Protezione dei fondi
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 67 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Analisi dei mercati finanziari del 19 Ottobre | ActivTrades Markets Commentary

La propensione al rischio degli investitori sembra essere in aumento oggi anche a causa di un inasprimento globale delle politiche monetarie. Questo il report sui mercati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.