Mercati azionari. Il ribasso è finito?

E se il ribasso fosse finito? Abbiamo avuto modo di parlare, su queste colonne, del dato inaspettato e semplicemente eccezionale dell’andamento dell’occupazione negli Stati Uniti. Due trimestri di recessione, ma disoccupazione ai minimi e il doppio dei posti di lavoro creati rispetto alle attese. E se non ci fosse la recessione? Gli Stati Uniti hanno completamente rimpiazzato i posti di lavoro persi con il Covid.

In Asia e nel Pacifico, l’ASX australiano, il Nifty indiano e il Nikkei giapponese sono a massimi plurimensili. Quest’ultimo sta disegnando una figura geometrica molto giapponese con un triplo massimo leggermente decrescente che sembrano corrispondere a tre punti particolari del ciclo di medio termine.

La Cina e Hong Kong hanno avuto un comportamento inverso, con minimi per l’Hang Seng, sceso sotto il livello più basso del 12 maggio e lo Shanghai Composite, affondato sotto il prezzo del 31 maggio.

In Europa, indici positivi con nuovi massimi del ciclo recente successivo al minimo di giugno.

Nelle Americhe, il modello è stato simile, con nuovi massimi ovunque: il Dow Jones ai massimi il giorno 1 agosto, l’S&P500 il 3 agosto e il Nasdaq il 4 agosto.

In Brasile, il Bovespa è salito senza interruzione durante tutta la settimana, raggiungendo i massimi relativi nella giornata di venerdì.

L’oro è salito al massimo relativo di 1812, in forte rimbalzo rispetto al minimo a 1678 del 21 luglio. La stessa cosa per l’argento salito da 18.00, segnato il 14 luglio, fino al nuovo massimo plurisettimanale di 20.51 il primo di agosto. Entrambi sembrano essere stati bloccati nella salita dalla notizia del non-farm payroll e dalla conseguente proiezione di afflusso di rinnovato interesse sul dollaro.

Il petrolio continua la sua annunciata discesa estiva toccando 87.01, il prezzo più basso degli ultimi sei mesi.

✅ Stai cercando un corso completo per avere successo con il trading? Questo è l’ebook che fa per te… Una guida completa al trading scritta con parole semplici e comprensibili, per aiutare gli aspiranti trader a muoversi con sicurezza.
👉 Scarica la guida gratuita!

Ora, siamo di fronte all’ennesimo dubbio sulla rottura o meno delle resistenze sulle quali gli indici americani ed europei sono andati a cozzare, per ritrarsi dopo il non-farm payroll.

La caduta momentanea degli indici americani sulla scia della volatilità della notizia inattesa è stata rilevante, ma contenuta all’interno dei supporti e il mercato ha recuperato durante la seduta di contrattazione, anche se con molti su e giù. Molti commentatori sostengono che continuiamo ad essere in un mercato ribassista e che questo è un rimbalzo.

In effetti, perché possiamo credere ad una fase rialzista che sia più di un rimbalzo, avremmo bisogno di vedere un ri-test dei minimi: proviamo a supporre che questo sia il momento perché inizi un’onda ribassista.

Un doppio minimo a quota 3640/3630 di S&P500 sarebbe perfetto per convincere ad una ripartenza del mercato. Peraltro, al momento, ritengo questa ipotesi poco probabile. L’area 3910/3950 sarebbe invece perfetta per consolidare un supporto, che vedrebbe, come figura grafica, un doppio minimo rispetto ai minimi di maggio e ci farebbe considerare i minimi di giugno un affondo temporaneo. In questo caso, l’area 4000 farebbe da supporto temporaneo, diciamo da fermata intermedia. Dal lato alto, il primo sintomo di un rialzo effettivo sarebbe dato dal superamento di quota 4202. Questo livello di prezzo dovrebbe essere superato e poi ritestato dall’alto: e costituirebbe un primo concreto sintomo di rottura dell’overbalance in direzione rialzista. La massima probabilità che vediamo ora è il test del supporto di cui sopra, prima a 4000 e poi a 3910/3950.

La volatilità sul mercato, durante la giornata di venerdì, è inaspettatamente calata. La volatilità calcolata sul time frame a 4 ore dell’S&P500 è su un doppio minimo, che sarebbe perfetto per un suo rialzo. Nel contempo alcuni indicatori sull’S&P500 sono in divergenza ribassista. Sembra tutto perfetto per l’inizio di un ritracciamento.

Ma è agosto. Mese particolare sempre, più che mai in questo 2022.

Report curato dall’Istituto Svizzero della Borsa, il portale della Conoscenza e della Cultura finanziaria. Sito: www.istitutosvizzerodellaborsa.ch

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite Doveinvestire su Google News, Facebook, Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Per restare aggiornati sulle notizie pubblicate sul nostro portale attiva le notifiche dal pulsante verde in alto (Seguici) o iscriviti al nostro canale Telegram di Dove Investire

Disclaimer: L’opinione qui espressa non è un consiglio di investimento, ma viene fornita solo a scopo informativo. Non riflette necessariamente l’opinione di doveinvestire.com. Ogni investimento e ogni trading comporta dei rischi, quindi dovresti sempre eseguire le tue ricerche prima di prendere decisioni. Non consigliamo di investire denaro che non puoi permetterti di perdere. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite o danni commerciali a causa di affidamento sulle informazioni contenute all’interno di questo sito, compresi i dati, le citazioni, i grafici e i segnali di acquisto/vendita. Il testo riportato non costituisce attività di consulenza da parte di Dove Investire né, tanto meno, offerta o sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari. Le informazioni ivi riportate sono di pubblico dominio e sono considerate attendibili, ma il portale Dove Investire non è in grado di assicurarne l’esattezza. Si invita a fare affidamento esclusivamente sulle proprie valutazioni delle condizioni di mercato nel decidere se effettuare un’operazione finanziaria e nel valutare se essa soddisfa le proprie esigenze. La decisione di effettuare qualunque operazione finanziaria è a rischio esclusivo dei destinatari della presente informativa.

FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
ActivTrades Licenza Consob, FCA, CSSF
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
XTB Licenza FCA, CySEC, KNF
Piattaforma professionale
Affidabilità e supporto
apri ora
IG Licenza FCA, BaFin, Consob
Oltre 45 anni di esperienza
Trading su CFD e Turbo24
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 62 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Mercati azionari sempre più in crisi. Che cosa aspettarci?

La propensione al rischio su scala globale continua a dominare il sentiment degli investitori con il mercato azionario sempre più in crisi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.