Home / Analisi dei mercati / Ecco cosa spinge le azioni Tesla verso i 600 dollari e oltre

Ecco cosa spinge le azioni Tesla verso i 600 dollari e oltre

Tesla è stata una delle più grandi azioni del 2020. Con guadagni di quasi il 550% dal 1° gennaio, chi ha creduto nel modello di business che il CEO Elon Musk ha costruito investendo in azioni Tesla, ha guadagnato profumatamente. Lo stesso Musk è stato tra i maggiori vincitori del rally delle azioni Tesla, arrivando al terzo posto tra le persone più ricche del mondo, secondo Forbes.

A lungo termine, i movimenti del pezzo delle azioni riflettono il successo o il fallimento dell’attività sottostante di un’azienda. Le oscillazioni del prezzo delle azioni a breve termine sono molto più difficili da valutare. Tuttavia, c’è una buona ragione per cui le azioni di Tesla sembrano essere dirette a 600 dollari per azione nel prossimo futuro e potrebbe andare molto più in alto se le condizioni sono giuste.

È una questione di domanda e offerta

Tesla ha molte metriche che gli investitori guardano di trimestre in trimestre. I dati sulle consegne sono probabilmente i più importanti, in genere vengono pubblicati nei primi giorni di ogni nuovo trimestre. Ovviamente anche i rapporti sugli utili hanno un peso notevole.

Con tutti questi catalizzatori alle spalle per il trimestre in corso, è probabile che la quantità di notizie fondamentali che interesseranno Tesla da qui alla fine dell’anno sarà piccola. Questo lascia il prezzo delle azioni più suscettibile a fattori che non coinvolgono la forza commerciale di Tesla.
In particolare, il principale motore delle azioni Tesla da qui alla fine dell’anno sarà probabilmente la decisione degli indici S&P Dow Jones di aggiungere Tesla all’indice S&P 500.Sapendo questo, la situazione attuale della domanda e offerta è piuttosto semplice:

  • Gli attuali azionisti sanno che i fondi indicizzati che tracciano l’S&P 500 dovranno acquistare azioni di Tesla in quantità sostanziali entro il 21 dicembre.
  • Sapendo che all’orizzonte è in arrivo un enorme domanda di acquisto di azioni, non c’è motivo per cui gli azionisti debbano vendere ora.

L’enorme massa di denaro che segue l’S&P 500 è incredibile. Gli indici S&P Dow Jones riportano che 11,2 trilioni di dollari di asset utilizzano l’S&P 500 come benchmark a fini di confronto del rendimento. Di tale importo, oltre il 40% – 4,6 trilioni di dollari – sono asset indicizzati e collegati direttamente ai componenti dell’S&P 500.

Sono in arrivo molti acquisti

Sulla base dell’attuale capitalizzazione di mercato di Tesla, le stime suggeriscono che probabilmente avrà una ponderazione compresa tra l’1% e l’1,5% dell’S&P 500. Prendi tale importo e applicalo ai 4,6 trilioni di dollari di asset di monitoraggio S&P e otterrai 46 miliardi dollari per 69 miliardi di dollari in azioni Tesla che i fondi indicizzati dovranno acquistare a fine dicembre.

Tale importo è così enorme che S&P Dow Jones ha cercato di diffondere l’inclusione di Tesla in un paio di giorni. Non è stata presa alcuna decisione finale su questo fronte, ma rompere la mossa potrebbe rendere più facile per quegli acquirenti costretti a trovare venditori disponibili.

È in arrivo una compressione?

L’altra cosa da tenere a mente è che Tesla ha già molti investitori che scommettono contro le sue azioni. Alla fine di ottobre, quasi 48 milioni di azioni di Tesla, per un valore di oltre 25 miliardi di dollari a prezzi correnti sono state vendute allo scoperto. Ciò rappresentava il 5% delle azioni in circolazione.

Se gli acquirenti legati all’indice finiscono per spingere il prezzo delle azioni più in alto, la conseguente stretta sui venditori allo scoperto potrebbe portare a un movimento al rialzo ancora più netto.

Le vacanze saranno interessanti per Tesla

Per molti investitori, l’aggiunta di Tesla alle loro partecipazioni in fondi indicizzati rappresenterà una vera novità in quanto è prima volta che azioni di una casa automobilistica elettrica entra a far parte del listino.

Se ritieni che l’attività sottostante di Tesla giustifichi il grande rialzo del prezzo delle sue azioni quest’anno, potresti scegliere di non aspettare fino all’acquisizione dei fondi indicizzati ed investire adesso. Nel breve periodo, un aumento del prezzo delle azioni Tesla attirerebbe ancor più gli investitori alimentano così la corsa.

Quotazioni azioni Tesla in tempo reale

Ti potrebbe interessare: Come iniziare ad investire in azioni di borsa

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite Doveinvestire su Google News, Facebook, Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Per restare aggiornati sulle notizie pubblicate sul nostro portale attiva le notifiche dal pulsante verde in alto (Seguici) o iscriviti al nostro canale Telegram di Dove Investire

Avviso esplicito sui rischi: non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite o danni commerciali a causa di affidamento sulle informazioni contenute all’interno di questo sito, compresi i dati, le citazioni, i grafici e i segnali di acquisto/vendita. La negoziazione sui mercati finanziari è una delle forme più rischiose di investimento possibili. Tutti i prezzi e i segnali di acquisto/vendita sono indicativi e non adeguati ai fini di negoziazione, inoltre, non sono forniti da un cambio, ma piuttosto dai market maker, quindi potrebbero non essere precisi e possono differire dal prezzo effettivo di mercato. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite commerciali nelle quali si potrebbe incorrere come conseguenza dell’utilizzo di questi dati. Il testo riportato non costituisce attività di consulenza da parte di Dove Investire né, tanto meno, offerta o sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari. Le informazioni ivi riportate sono di pubblico dominio e sono considerate attendibili, ma il portale Dove Investire non è in grado di assicurarne l’esattezza. Tutte le informazioni sono date in buona fede sulla base dei dati disponibili, ma sono suscettibili di variazioni anche senza preavviso in qualsiasi momento dopo la pubblicazione. Si declina ogni responsabilità per qualsivoglia informazione esposta in questa pubblicazione. Si invita a fare affidamento esclusivamente sulle proprie valutazioni delle condizioni di mercato nel decidere se effettuare un’operazione finanziaria e nel valutare se essa soddisfa le proprie esigenze. La decisione di effettuare qualunque operazione finanziaria è a rischio esclusivo dei destinatari della presente informativa.

FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
Plus500 Licenza ‎ASiC, CySEC, FCA
Il fornitore più quotato di CFD
Piattaforma WebTrader
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
Markets.com CySEC, FSCA, FCA e ASIC
Tecnologie all’avanguardia
Strumenti di trading
apri ora
Roinvesting Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
GKFX Licenza MFSA, Consob
Fondi dei clienti protetti
Segnali di trading in piattaforma
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Primo trimestre record per Tesla. Le aspettative sono schiaccianti

Le consegne di veicoli di Tesla nel primo trimestre del 2021 sono cresciute vertiginosamente superando di gran lunga le aspettative degli analisti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.