Home / Analisi dei mercati / Il Dollaro “pesa” sui metalli preziosi. Nuovi ribassi per Oro e Argento

Il Dollaro “pesa” sui metalli preziosi. Nuovi ribassi per Oro e Argento

Mentre i mercati finanziari attendo lo scontato rialzo dei tassi USA da parte della Fed, il Dollaro acquista forza nei confronti delle sue dirette contro-valute e a scapito dei metalli preziosi come Oro e Argento.

Sono proprio i metalli preziosi a subire maggiormente sulla mosse della Fed, che oltre al rialzo dei tassi si torna a ragionare sul dato migliore delle attese degli occupati mensili di febbraio e allo scenario della politica monetaria da qui a fine anno.

Uno scenario che favorisce il biglietto verde e rende le materie prime quotate in dollari (vedi Correlazioni tra Oro, Petrolio e Valute).
Se il Dollaro aumenta il suo valore ha, in virtù di una correlazione negativa, il prezzo dell’Oro e anche dell’Argento di solito tende a scendere.

A confermare di quello appena detto sono i mercati finanziari con il Future Indice del Dollaro (Dollari Index) in rialzo a 101,50 punti base e conseguente ribasso del prezzo dell’Oro giunto ormai a ridosso dei 1.200 dollari l’oncia e con il prezzo dell’Argento che resta sotto i 17 dollari l’oncia.

Per capire fino a quanto potranno scendere i prezzi o quali sono i livelli di prezzo importanti, riportiamo i report sul mercato dell’oro e dell’argento di breve/medio periodo.

Prezzo dell’Oro sulla soglia dei 1.200 dollari l’oncia

Nel momento n cui scriviamo il prezzo dell’oro si trova a 1.203 dollari l’oncia in prossimità di un livello di supporto importante a 1.200 dollari.

Se il prezzo del Gold continua a scendere sotto il livello di resistenza di 1.200 dollari, l’obiettivo sarà quello di raggiungere e testare 1.196 dollari e se il trend ribassista continua, il prossimo livello importante è a 1.191,50 dollari l’oncia.

SCOPRI LA DIFFERENZA

www.activtrades.com/it/

Fai trading su Forex e CFD con un Broker affermato
Supporto Clienti Pluripremiato, Protezione dei fondi, Conto demo gratuito

Se l’oro dovesse invece ritracciare e tornare a salire riuscendo a rompere il livello di resistenza a 1.209 dollari, l’obiettivo sarà quello di raggiungere e testare i 1.214 dollari e se il trend continua, il prossimo livello importante è a 1.217 dollari l’oncia.

Grafico dell’Oro in tempo reale

Argento ancora sotto i 17 dollari per oncia

Sotto pressione non solo l’Argento che negli ultimi giorni ha toccato i minimi a 16,80 dollari l’oncia per poi riportarsi questa a 16,95 dollari.

Se il Silver dovesse continuare a salire riuscendo a rompere il livello di resistenza a 17,06 dollari, l’obiettivo sarà quello di raggiungere e testare i 17,20 dollari e se il trend continua, il prossimo livello importante è a 17,25 dollari l’oncia.

Se il prezzo dell’argento dovesse invece scendere sotto il livello di resistenza a 16,89 dollari, l’obiettivo sarà quello di raggiungere e testare 16,81 dollari e se il trend ribassista continua, il prossimo livello importante è a 16,70 dollari l’oncia.

Grafico dell’Argento in tempo reale

Seguiremo l’evoluzione dei mercati con nuovi report e aggiornamenti. Seguici sulla pagina Facebook www.facebook.com/doveinvestire.blog

Questi i migliori broker per fare trading sull’ORO

Broker Caratteristiche Inizia
FXCM Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Sicurezza dei fondi
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
GMO Trading Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
Plus500 Licenza ‎ASiC, CySEC, FCA
Il fornitore più quotato di CFD
Piattaforma WebTrader
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 68 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.
Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
FXCM Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Sicurezza dei fondi
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
GMO Trading Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
Plus500 Licenza ‎ASiC, CySEC, FCA
Il fornitore più quotato di CFD
Piattaforma WebTrader
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 68 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

L’ORO potrebbe non essere in grado di sostenere i 1.800 $ nel breve termine

L'oro continua a salire aggiornando il suo livello più alto degli ultimi otto anni, ma secondo alcuni analisti il metallo prezioso potrebbe non riuscire a superare la resistenza critica dei 1.800 $

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.