Home / Opzioni Binarie / Giusta tassazione su Opzioni binarie

Giusta tassazione su Opzioni binarie

Abbiamo parlato molte volte delle opzioni binarie e delle strategie per guadagnare soldi con questo strumento. Sul sito è possibile scaricare gratuitamente anche l’ebook “Strategie di trading sulle Opzioni Binarie“; una guida per far conoscere in modo semplice il trading sulle opzioni binarie e con strategie per investire con successo.

L’obbiettivo primario è sempre lo stesso; guadagnare, guadagnare, guadagnare…

Ma come comportarsi verso lo stato per i profitti? Quale è la tassazione su Opzioni binarie?

Sono diverse le risposte a questa domanda. C’è chi dice che i profitti ottenuti dal trading su opzioni binarie non sia da denunciare; alcuni invece danno consigli per non pagare le tasse aggirando la legge trattandosi di broker esteri.
La risposta giusta è che i profitti ottenuti dal trading su opzioni binarie sono da denunciare regolarmente. Noi consigliamo di fare questo sin da subito. E anche se trattasse di piccoli importi, possono sempre diventare grandi in futuro e rischiare non vale sicuramente la pena. Tutti i trasferimenti di denaro verso il broker all’estero sono ben visibili dall’Agenzia delle Entrate, e anche se ci possono essere scorciatoie o soluzioni per non rendere visibili questi, meglio non farlo.

FAI TRADING SU CRIPTOVALUTE

www.plus500.com

Scopri tutte le opportunità offerte da Bitcoin, Ethereum, Bitcoin Cash e le altre
Spread bassi, zero commissioni e leva finanziaria

La legge in merito alla tassazione su opzioni binarie è chiara; il legislatore italiano ha equiparato le opzioni binarie a contratti derivati. Il requisito fondamentale che i broker opzioni binarie devono ottemperare per poter operare è quello di rispettare la direttiva MIFID, che regola nell’Unione Europea ogni tipo di investimento e di trading. Se il broker rispetta tale direttiva allora pagare le tasse è sempre conveniente. In questo caso i profitti del trading su opzioni binarie vengono tassati con un’imposta sostitutiva del 20% al momento della dichiarazione dei redditi.

Come appena detto, le tasse vanno pagate al momento della dichiarazione dei redditi, in quanto, nessuna delle piattaforme di opzioni binarie non svolgono il compito di sostituzione di imposta. Questo avviene invece per le banche che nel territorio italiano e da poco per alcuni broker forex.

Questo modo di pagare le tasse può sembrare scomodo ma in realtà è molto più convenitene in quanto, l’imposta da pagare fa rifermento all’intero anno solare e vanno indicati solo gli effettivi profitti, togliendo quindi qualsiasi tipo di costo, spesa o commissione.

Pagare il 20% di tasse sui profitti non devono essere viste un ostacolo, in quanto non guadagnare on le opzioni binarie non è un lavoro faticoso.

Per avere un conteggio esatto della vostra posizione, sarà sufficiente contattare il supporto clienti del broker e chiedere la documentazione necessaria con il totale dei profitti ottenuti durante l’anno solare. A questo punto non vi resterà che inserire i profitti indicati nella dichiarazione dei redditi e pagare il 20% allo stato.


Trai vantaggio dall’instabilità del mercato

Apri un conto di trading

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L’amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza.
Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti sui indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore.
Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Opzioni Binarie o Forex, dove investire oggi?

Opzioni binarie o Forex? Dove Investire? Cosa scegliere? Vantaggi, caratteristiche, consigli su quali strumenti di trading è meglio investire oggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *