Home / Notizie Economiche / Irlanda, Portogallo e Grecia.. Finanza europea in crisi.

Irlanda, Portogallo e Grecia.. Finanza europea in crisi.

I paesi del ventre molle dell’Europa sono di nuovo al centro del tormentone mondiale.
Molti nell’impero della finanza si chiedono: dopo la Grecia, ora toccherà a Irlanda e Portogallo? E poi? La Polonia e, poi, chi viene dopo?
Questa è la domanda che deve angosciare gli italiani, chi li governa ma anche le opposizioni, dato che l’Italia è considerata parte di quello che a Wall Street chiamano “la periferia dell’Europa”, meglio degli altri, ma non troppo.

E tutti temono, e anche noi dobbiamo temere, l’effetto domino. La commissione europea ha proposto una legislazione più dura, sanzioni più severe contro i Paesi che violano le regole Ue.

La turbolenza finanziaria della periferia dell’euro-zona può finire col minacciare il sistema bancario europeo e anche la ripresa della sua economia.
Scrive la bibbia della finanza americana, il Wall Street Journal che le preoccupazioni sono aumentate dopo che Moody’s ha tagliato il rating della banca irlandese Anglo Irish Bank di ben tre livelli, a Baa3.

FAI TRADING SU CRIPTOVALUTE

www.plus500.com

Scopri tutte le opportunità offerte da Bitcoin, Ethereum, Bitcoin Cash e le altre
Spread bassi, zero commissioni e leva finanziaria

Il collasso del mercato immobiliare irlandese, nota il quotidiano, ha paralizzato il sistema bancario, costringendo il Governo a intervenire in soccorso, spendendo 33 miliardi di euro, pari a un quinto del prodotto lordo.

Intanto il ministro delle finanze portoghese sta spingendo perché il governo insista con i piani per tagliare il deficit di bilancio, nonostante i legali dell’opposizione minaccino di bloccare l’aumento delle tasse. L’incertezza riguardo alla capacità del Portogallo di adottare ulteriori misure fiscali sta facendo schizzare le rendite in relazione al debito del Paese, segno della crescente preoccupazione degli investitori.

C’è un dato che impressiona, il divario tra i rendimenti dei bond a dieci anni di Germania e Portogallo, che è salito di 4,2 punti percentuali.


Trai vantaggio dall’instabilità del mercato

Apri un conto di trading

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti sui indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Il risparmio parte dalla banca on line

conti correnti in Italia offre pacchetti che comprendono all’interno del canone un numero illimitato di operazioni e circa l’84% dei conti comprende nei costi anche l’accesso alla banca on line

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *