Inflazione in cresciuta nel mese di Luglio

Si chiude il mese di luglio con l’inflazione in cresciuta dell’1,7% su base annua, accelerando rispetto al +1,3% registrato a giugno. Si tratta del tasso più alto da dicembre 2008, un rialzo spinto dai prezzi dei beni energetici. Lo comunica l’Istat nella stima preliminare, precisando che su base mensile i prezzi sono aumentati dello 0,4%.

Sempre a luglio, per quanto riguarda i carburanti, la benzina verde ha segnato un +8,9% su base annua e un +0,8% rispetto a giugno.
Il gasolio, invece, ha avuto una crescita del 13,2% nel confronto con luglio dell’anno scorso e un calo dello 0,3% su base mensile.

Nel complesso, sottolinea l’istituto di statistica, a luglio i prezzi dei beni energetici non regolamentati sono aumentati del 10,6% tendenziale e dello 0,2% congiunturale.

✅ Conosci il social trading di eToro? Con la funzione CopyTrader™ puoi investire copiando in automatico le strategie dei migliori trader del mondo! Oggi puoi avere un conto Demo GRATUITO con 100.000€ di credito virtuale >>

Gli aumenti congiunturali più significativi si sono registrati per i capitoli trasporti, abitazione, acqua, energia elettrica e combustibili e servizi ricettivi e di ristorazione. Variazioni nulle si sono registrate nei capitoli abbigliamento e calzature, servizi sanitari e spese per la salute e istruzione mentre variazioni congiunturali negative si sono verificate nei capitoli prodotti alimentari e bevande analcoliche e comunicazioni.
Gli incrementi tendenziali piu’ elevati si sono registrati nei capitoli trasporti, altri beni e servizi e istruzione. Variazioni tendenziali negative si sono verificate nei capitoli comunicazioni e prodotti alimentari e bevande analcoliche.

Disoccupazione, in calo a giugno
Il tasso di disoccupazione scende all’8,5% a giugno dopo essere rimasto stabile all’8,6 per cento da marzo a maggio. L’Istat nelle stime provvisorie precisa che si tratta del primo calo da gennaio 2010.

Il tasso di disoccupazione giovanile è pari al 27,7%, con una riduzione di 0,7 punti percentuali rispetto al mese precedente ed un aumento di 2,5 punti percentuali rispetto a giugno 2009.
Anche il numero di inattivi di età compresa tra 15 e 64 anni resta stabile a giugno 2010 rispetto a maggio; il confronto con lo stesso periodo del 2009 registra, invece, un aumento dello 0,7%.
Il tasso di inattività è pari al 37,6%, stabile rispetto al mese precedente e in lieve aumento rispetto a giugno 2009.
Fonte: tgcom.mediaset.it


FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
XTB Licenza FCA, CySEC, KNF
Piattaforma professionale
Affidabilità e supporto
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, CSSF
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
eToro Licenza CySEC, FCA, ASIC
Social Trading
Deposito minimo 50€
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 62 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.