Home / Notizie Economiche / Christine Lagarde non sorprende, la BCE promette di agire a dicembre

Christine Lagarde non sorprende, la BCE promette di agire a dicembre

La BCE come da attesa lascia invariati i tassi d’interesse ma indicando, ma ha intenzione di agire nella prossima riunione di dicembre per contrastare gli effetti della seconda ondata della pandemia di coronavirus che sta investendo l’Europa.

In seguito alla decisione di questa sera il tasso principale rimane fermo a zero, il tasso sui depositi resta a -0,50% e il tasso sui prestiti marginali a 0,25%.

Ma la novità arriva in conclusione della riunione BCE e della conferenza stampa, dove Christine Lagarde promette nuovo stimolo in occasione del meeting di dicembre. La Banca Centrale Europea con tutta probabilità aumenterà il suo piano di stimolo in risposta alla pandemia da coronavirus, con l’obiettivo di dare stabilità all’economia dell’Eurozona alla luce delle recenti misure restrittive implementate da diversi governi nazionali.

I punti principali sui quali si concentrerà la BCE sono le dinamiche dell’epidemia, le prospettive sui vaccini, e l’andamento dell’euro.

L’Eurotower ha comunque confermato che il programma di acquisto di titoli pandemico, Pepp (Pandemic emergency purchase programme) che mira a compensare l’impatto negativo della crisi sull’inflazione andrà avanti almeno fino a fine giugno 2021 e anche oltre se a quel punto la fase di emergenza non sarà finita. La dotazione complessiva del Pepp dunque resta per ora pari a 1.350 miliardi di euro. Gli acquisti continueranno quindi al ritmo di 20 miliardi al mese con il “vecchio” QE più 120 miliardi del Pepp.

Durante la sua conferenza stampa, la presidente della BCE, Christine Lagarde ha spiegato che le previsioni di crescita a breve termine si stanno chiaramente deteriorando e le pressioni sui prezzi sono rimaste contenute.

La Lagarde  ha affermato inoltre:

L’aumento dei casi di COVID-19 e la conseguente intensificazione delle misure restrittive stanno pesando sulle economie, che è un fattore di netto deterioramento per le prospettive a breve termine

Questi annunci sono in linea con le previsioni degli operatori di mercato, che credevano già che che la BCE avrebbe aspettato la sua riunione di dicembre per agire contro la seconda ondata di COVID-19 che ha appena portato Francia e Germania ad annunciare nuove misure di contenimento.

La reazione del mercato è stata molto chiara sull’euro, che ha ampliato le perdite nei confronti del dollaro. I rendimenti dei titoli di Stato della zona euro di riferimento, tuttavia, sono stati poco mossi.

Gli indici azionari europei, che erano girati al ribasso prima della pubblicazione del comunicato stampa della BCE, hanno subito un lieve ribasso dapprima prima di rialzarsi.

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite Doveinvestire su Google News, Facebook, Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Per restare aggiornati sulle notizie pubblicate sul nostro portale attiva le notifiche dal pulsante verde in alto (Seguici) o iscriviti al nostro canale Telegram di Dove Investire

Avviso esplicito sui rischi: non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite o danni commerciali a causa di affidamento sulle informazioni contenute all’interno di questo sito, compresi i dati, le citazioni, i grafici e i segnali di acquisto/vendita. La negoziazione sui mercati finanziari è una delle forme più rischiose di investimento possibili. Tutti i prezzi e i segnali di acquisto/vendita sono indicativi e non adeguati ai fini di negoziazione, inoltre, non sono forniti da un cambio, ma piuttosto dai market maker, quindi potrebbero non essere precisi e possono differire dal prezzo effettivo di mercato. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite commerciali nelle quali si potrebbe incorrere come conseguenza dell’utilizzo di questi dati. Il testo riportato non costituisce attività di consulenza da parte di Dove Investire né, tanto meno, offerta o sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari. Le informazioni ivi riportate sono di pubblico dominio e sono considerate attendibili, ma il portale Dove Investire non è in grado di assicurarne l’esattezza. Tutte le informazioni sono date in buona fede sulla base dei dati disponibili, ma sono suscettibili di variazioni anche senza preavviso in qualsiasi momento dopo la pubblicazione. Si declina ogni responsabilità per qualsivoglia informazione esposta in questa pubblicazione. Si invita a fare affidamento esclusivamente sulle proprie valutazioni delle condizioni di mercato nel decidere se effettuare un’operazione finanziaria e nel valutare se essa soddisfa le proprie esigenze. La decisione di effettuare qualunque operazione finanziaria è a rischio esclusivo dei destinatari della presente informativa.

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
Plus500 Licenza ‎ASiC, CySEC, FCA
Il fornitore più quotato di CFD
Piattaforma WebTrader
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
Markets.com CySEC, FSCA, FCA e ASIC
Tecnologie all’avanguardia
Strumenti di trading
apri ora
Roinvesting Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
GKFX Licenza MFSA, Consob
Fondi dei clienti protetti
Segnali di trading in piattaforma
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

La Bce conferma una nuova ondata di stimoli, l’Euro ha reagito salendo

La Bce conferma la nuova ondata di stimoli aggiungendo altri 500 miliardi al PEPP e estendendo la durata fino al marzo 2022. L’Euro torna vicino ai massimi in area 1.2160-70

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.