Al via la Tobin Tax ma con tante polemiche

Dopo essere stata tanto discussa e criticata, è entrata in vigore la Tobin Tax. Questa nuova imposta sulle transazioni finanziarie ha l’obbiettivo di diminuire la speculazione e stabilizzare i mercati finanziari.

La Tobin Tax non sarà applicata a tutte le nazioni, ma per il momento, in Europa verrà adottata solo da Italia, Francia, Germania, Spagna, Austria, Belgio, Portogallo, Grecia, Slovenia, Estonia e Slovacchia.

Per l’Italia l’imposta sarà pari allo 0,12% sul controvalore delle operazioni di giornata e prevede l’applicazione ai trasferimenti di titoli e strumenti partecipativi emessi da società sul territorio italiano.

Lo stato Italiano conta di incassare un miliardo di euro l’anno grazie a questa nuova imposta. I rischi pero non mancano. Porre un freno all’High frequency trading può causare un ridimensionamento del peso dei titoli italiani nei portafogli degli investitori esteri

Come funziona la Tobin Tax?

Il meccanismo dell’imposta atto a colpire tutte le transazioni sui mercati valutari con l’obiettivo di stabilizzare il numero di transazioni eseguite e ridurre la volatilità nei mercati finanziari. Come abbiamo detto, oltre a questi obbiettivi, l’imposta dovrà produrre delle nuove entrate per lo Stato.

A chi verrà applicata?

Su tutte le transazioni su azioni di società italiane aventi capitalizzazione superiore a 500 milioni di euro. L’imposta in questo caso sarà dello 0,12%. Se l’operazione viene realizzata al di fuori dei mercati, l’aliquota sale allo 0,22%.

La Tobina Tax impostata in questo modo, sposterà i volumi delle transazioni finanziarie da un paese all’altro a seconda dell’aliquota d’imposta più conveniente. Per evitare questo è necessario che questa sia adottata in tutta Europa a pari condizioni. Questo però per il momento è solamente un sogno.


FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
Capixal Licenza CySEC
Piattaforma MT4 e Mobile
Oltre 350 CFD disponibili
apri ora
eToro Licenza CySEC, FCA
Social Trading
Protezione dei fondi
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 67 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Tre criptovalute che potrebbero aiutarti a diventare ricco a lungo termine

Investire in criptovalute comporta dei rischi ma anche gradi profitti. Se non ti spaventa la volatilità dei prezzi, queste tre criptovalute che potrebbero aiutarti a diventare ricco a lungo termine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.