Gli effetti delle scelte di Draghi nei mercati finanziari

draghi-effetti-mercati-finanziari

Il 3 Dicembre scorso sarà ricordato come un giorno di delusione per l’Europa. Il mancato rilancio di Draghi, se pur giustificabile dal probabile aumento dei tassi della FED, ha gonfiato l’euro nel mercato valutario, ma ha sgonfiato gli indici del vecchio continente.

I principali indici di borsa europee perdono terreno, mentre gli indici americani ringraziano per il rafforzamento dell’euro, che ha indotto gli investitori di breve a puntare maggiormente sul Wall Street.

Anche per il mercato valutario, si può dire che le reale attività di scambio si sia concretizzata esclusivamente nelle giornate del 3 e 4 Dicembre. Cosa è successo lo abbiamo già descritto, vale a dire un rafforzamento importante dell’euro, che torna a 1.0880 rispetto al dollaro (Eur/Usd +2.77%) e sopra la soglia del 134 rispetto allo Yen (Eur/Jpy +3.04%) ed il conseguente indebolimento del dollaro il cui indice è tornato ampiamente sotto la quota 100, per la precisione 98.27 con un calo di oltre il 4% su base settimanale.
Sul cosa succederà, è probabile che la settimana entrante possa essere determinante per riportare i cambi principali a livello di equilibrio e prepararli al nuovo scossone atteso per il 16 Dicembre, dove nella partita a scacchi tra Euro e USA toccherà alla Yellen.

Il calo del dollaro se ha avuto un effetto positivo per l’oro che chiude la settimana sopra i 1080 dollari per oncia (+2.68%) è stato poco efficace per il petrolio. Sul Petrolio ha gravato l’esito negativo della riunione OPEC; il congresso non ha prodotto nessuna soluzione per la crisi derivante dalla sovrapproduzione degli ultimi mesi. Dunque, con i produttori che promettono di non diminuire l’offerta la quotazione del petrolio non ha potuto fare altro che calare, tornando alla soglia dei 40 dollari al barile, e puntando probabilmente fasce di prezzo ben inferiori.

✅ Stai cercando un corso completo per avere successo con il trading? Questo è l’ebook che fa per te… Una guida completa al trading scritta con parole semplici e comprensibili, per aiutare gli aspiranti trader a muoversi con sicurezza.
👉 Scarica la guida gratuita!

Dopo la grande turbolenza della settimana scorsa, il mercato è adesso in attesa di dati macroeconomici fondamentali che saranno rilasciati nei prossimi giorni. A tenere banco soprattutto rilevamenti per l’economia americana, che serviranno alla FED per trovare altre conferme e i dati per l’economia inglese, che tornerà protagonista nella giornata di giovedì 10.
Oggi la giornata si mostra sostanzialmente tranquilla, tuttavia, potrà essere interessante seguire la riunione dell’Eurogruppo prevista per le 15:00, il discorso del Governatore della Banca Centrale inglese alle 16:00 ed il discorso di Bullard del FOMC, atteso per le 18:30.

Report fornito da UCapital.it

Vuoi rimanere aggiornato sulle migliori news del giorno? Clicca su ‘Mi piace’ e ti terremo aggiornato in tempo reale:

*Attenzione: le informazioni qui contenute sono fornite solamente a scopo informativo e non costituiscono consulenza finanziaria di alcun genere nè invito al pubblico risparmio. I visitatori non dovranno decidere di agire o di non agire sulla base del contenuto incluso in questo sito web senza prima aver ricevuto consulenza finanziaria appropriata o altri consigli professionali. Gli utenti sono consapevoli che il trading online è un attività finanziaria ad alto rischio che può portare alla perdita dell’intero investimento effettuato in un breve periodo di tempo. Gli utenti devono considerare attentamente se tale attività risponde alle proprie esigenze, risorse finanziarie e circostanze personali. Il trading online è riservato solo ad un pubblico maggiorenne. Si consiglia di investire sempre in modo responsabile e di non investire mai ciò che non ci si può permettere di perdere. Tutti i dati e le strategie qui pubblicate si basano su performance ottenute nel passato e non c’è alcuna garanzia che le stesse performance verranno ottenute anche nel futuro, pertanto l’utente comprende ed accetta che non vi è alcuna garanzia di guadagno seguendo le indicazioni qui presenti e che potrebbe anche perdere parzialmente o interamente il proprio capitale.

FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
ActivTrades Licenza Consob, FCA, CSSF
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
XTB Licenza FCA, CySEC, KNF
Piattaforma professionale
Affidabilità e supporto
apri ora
IG Licenza FCA, BaFin, Consob
Oltre 45 anni di esperienza
Trading su CFD e Turbo24
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 62 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

È un buon momento per Investire in Azioni di Petrolio e Gas?

Le azioni di petrolio e gas possono produrre guadagni significativi sia dall'apprezzamento del prezzo delle materie prime e reddito da dividendi, ma sono un buon investimento oggi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.