Home / Mercati finanziari / Reazioni dei mercati finanziari in scia alle parole di Mario Draghi

Reazioni dei mercati finanziari in scia alle parole di Mario Draghi

draghi-euro

Le parole di Mario Draghi dominano la scena sui mercati finanziari, aprendo le porte alla possibilità di un ampliamento del Quantitative Easing entro la fine del 2015. La notizia, unita al sesto taglio dei tassi di interesse da parte della Cina nel giro di un anno, ha ridato slancio al compartimento azionario.

Non si è fatta attendere la risposta sul fronte valutario, con l’euro che ha perso terreno nei confronti delle principali divise. Sulla scia delle parole del Governatore della Bce, il cambio euro/dollaro è sceso di circa tre punti percentuali, da quota 1,135 fino a 1,10, realizzando la peggiore performance su base settimanale degli ultimi sei mesi. Scenario simile nel confronti della sterlina, con il rapporto fra le due volute tornato sotto quota 0,72.

Il recupero del dollaro non ha giovato alle materie prime, dì norma inversamente correlate con l’andamento della banconota verde. Ne hanno fatto le spese il petrolio, con la quotazione Wti che arretra a 44,75 dollari al barile, e l’oro in calo di un punto percentuale a 1.164 dollari all’oncia.

Il focus degli operatori è ora però sulla settimana appena iniziata, ricca di dati macroeconomici e conferenze dei banchieri centrali.
Martedì è in calendario l’annuncio del Pil britannico, seguito mercoledì sera dalle dichiarazioni delta Federai Reserve in merito ai tassi di interesse. Poche ore più tardi sarà la Nuova Zelanda a pronunciarsi sui tassi, mentre giovedì avremo i dati sulla disoccupazione e sull’inflazione della Germania ed il Pil attualizzato statunitense. Venerdì, per concludere, arriveranno i dati dal Giappone (fra cui inflazione e rapporto sulla politica monetaria), ma anche i dati su disoccupazione e prezzi al consumo in Italia.

Calendario Economico in tempo reale

grafico-euro-dollaro

Carlo Alberto de Casa Capo analista di ArtivTrades


FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
Roinvesting Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
Brokereo Licenza CySEC
No commissioni su CFD
Segnali di trading
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Inflazione e mercato del lavoro, gli obiettivi sono ancora lontani

I dati pubblicati su sussidi di disoccupazione Usa e numeri sull’inflazione cinese, confermano una inflazione temporanea e un mercato del lavoro ancora in difficoltà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.