Home / Mercati finanziari / Riaprono le borse. Piazza Affari ancora negativa

Riaprono le borse. Piazza Affari ancora negativa

Dopo la pausa pasquale le borse riaprono con una discreta volatilità. Al momento le principali Borse europee si trovano in territorio positivo, mentre Piazza Affari ancora negativa.
La situazione di Cipro non è risolta ma Troika ha concesso tempo fino al 2017 per centrare gli obiettivi di bilancio.

L’euro a quota 1,2852 sul dollaro, mentre lo spread sul decennale Btp/Bund è a quota 349 punti base, valore leggermente in crescita dopo la chiusura di giovedì.

Questa l’analisi dei mercati finanziari del 02 aprile.

borsa di milano ancora negativa
Grafico di borsa 2 aprile – Fonte ADVFN – Clicca per aggiornare le quotazioni

Ritornando all’indice di borsa italiano, la mattina apre molto volatile ma senza riuscire mai andare sopra la parità.

In evidenza i bancari che registrano le perdite maggiori a causa dell’aumento dello spread.
Banca MPS in forte ribasso in scia alla perdita da 3,17 miliardi di euro accusata nel 2012. Molti broker hanno peggiorato giudizi e target price sul titolo. Male anche Unicredit e BP Emilia Romagna.

Tra i titoli positivi segnaliamo Prysmian, dopo che Goldman Sachs ha confermato il titolo nella “Convinction Buy List” (lista dei titoli da acquistare) e alzato il target price da 22,5 a 24 euro, ben al di sopra dei 16,25 circa attuali.

HEADLINES

Cipro, la troika concede un anno in più per raggiungere il pareggio di bilancio
La troika ha concesso a Cipro un anno in più per raggiungere un avanzo di bilancio al 4%, portando il limite al 2017. Lo ha riferito il portavoce del governo di Nicosia Christos Stylianides, che ha precisato che il governo sta cercando di concedere alle imprese l’accesso al 40% dei loro depositi oltre i 100 mila euro presso le banche. Nella piccola isola del Mediterraneo proseguono le indagini per individuare le cause della crisi e illuminare i reali rapporti tra politica e finanza. Il Parlamento di Cipro aprirà un’inchiesta su condoni sospetti per alcuni milioni di euro che le banche avrebbero concesso a politici ed imprenditori. Secondo il quotidiano ellenico Kathimerini, Bank of Cyprus, Hellenic e Laiki Bank avrebbero condonato i prestiti concessi negli ultimi cinque anni ad esponenti politici, funzionari pubblici ed aziende private. Per verificare le rea li responsabilità sarà costituita una commissione guidata da tre giudici della Corte suprema.

BOJ: occorre influenzare le aspettative sui prezzi attraverso misure di allentamento quantitativo
La Banca centrale del Giappone deve lavorare per influenzare le aspettative sui prezzi attraverso misure di allentamento quantitativo. E’ quanto ha dichiarato il neo governatore della BOJ Haruiko Kuroda durante un discorso alla Camera Bassa del Parlamento. Kuroda ha inoltre aggiunto che occorre dare la giusta attenzione alle aspettative sui prezzi, perché è limitato lo spazio per abbassare i tassi a breve termine, già prossimi allo zero. Prevista per domani e giovedì la prima riunione della BOJ a guida Kuroda.

Mps: nel 2012 perdita da 3,17 miliardi dopo svalutazioni, avviamenti e intangibili
Nell’esercizio 2012 il Gruppo Montepaschi ha registrato un Margine di interesse da € 2.830 milioni (-18,1%), con u n contributo del 4° trimestre di circa € 435 milioni (-40% sul 3° trimestre 2012). Le Commissioni nette sono state pari a 1,633 miliardi di euro (-7,4% sul 2011), con un contributo del 4° trimestre di € 383 milioni (-7,3% sul 3° trimestre 2012). Il Risultato netto da negoziazione-valutazione-riacquisto di attività/passività finanziarie si è attestato a circa € 454 milioni, rispetto ai € 72 milioni del 31/12/2011. Le Rettifiche nette di valore per deterioramento di crediti sono pari a circa € 2.672 milioni (circa € 1.297 milioni al 31/12/2011), con un’incidenza del 4° trimestre 2012 pari a circa € 1.372 milioni. Il Risultato Operativo Netto risulta negativo per circa € 1,195 miliardi (era positivo per circa € 455 milioni al 31/12/2011) con un’incidenza del 4° trimestre 2012 di circa € – 1.519 milioni (+110 milioni nel trimestre precedente). La perdita del 2012 ammonta a circa € 3.170 milioni (€ -4.694,3 milioni la perdita nel 2011). Considerando la totalità dei Nuovi Strumenti Finanziari emessi a febbraio 2013, i ratios si attesterebbero: Core Tier 1 all’11,3% proforma, Tier 1 all’11,9% proforma e il Total Capital Ratio al 16,1% proforma.

Banco Popolare: i manager rinunciano a bonus e sistema incentivante
Il Consiglio di Amministrazione del Banco Popolare ha preso formalmente atto che i componenti esecutivi del Consiglio stesso e i dirigenti e collaboratori di particolare rilievo del Gruppo Banco Popolare nella loro qualità di potenziali beneficiari del Piano 2013 di attribuzione di azioni loro riservato, hanno volontariamente comunicato la propria rinuncia all’assegnazione del premio 2013 da attribuire in azioni, oltre che alla quota del premio suddetto da attribuire in contanti.

Ceramiche Ricchetti: nell’esercizio 2012 perdita consolidata da 14,6 milioni di euro
Il Gruppo Ceramiche Ricchetti ha chi uso l’esercizio del 2012 con una perdita consolidata di 14,6 milioni di euro in peggioramento rispetto alla perdita di 5,5 milioni di euro dell’esercizio precedente. Il fatturato del Gruppo si attesta a 188,6 milioni di euro sostanzialmente stabile rispetto ai 190,5 milioni di euro dell’esercizio precedente. La posizione finanziaria netta consolidata peggiora di 4,9 milioni di euro.

Banca Popolare di Spoleto: sottoscritto l’accordo di investimento finalizzato all’acquisizione
Pubblicato l’estratto relativo dell’accordo di investimento del 25 marzo sul progetto di acquisizione del controllo di diritto della Banca Popolare di Spoleto in Amministrazione Straordinaria, tramite il veicolo societario denominato Clitumnus già costituito da Francesco Carbonetti, TLK e Pavé Partecipazioni. L’Accordo è stato stipulato tra Clitumnus, da un lato, e, dall’altro lato, dai soggetti di seguito indicati:Bifin, Briziarellifin, Coop Centro Italia Soc. Coop, E cosuntek, Financo, Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto, Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, Luigi Metelli, Molini Spigadoro, Net Insurance, Enrico Ricci, UBN Finance, ZE.FLOR. L’Accordo è peraltro aperto ad altri investitori che siano graditi a quelli attuali, fino a concorrenza dell’importo di Euro 102 milioni.

DATI MACRO ATTESI

Martedì 2 aprile
09:45 ITA Indice PMI manifatturiero;
09:50 FRA Indice PMI manifatturiero mar;
09:55 GER Indice PMI manifatturiero mar;
10:00 EUR Indice PMI manifatturiero mar;
10:00 ITA Tasso di disoccupazione feb;
10:30 GB Credito al consumo feb;
10:30 GB Indice PMI manifatturiero mar;
11:00 EUR Tasso di disoccupazione feb;
14:00 GER Inflazione mar;
16:00 USA Ordinativi industriali feb.

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
Plus500 Licenza ‎ASiC, CySEC, FCA
Il fornitore più quotato di CFD
Piattaforma WebTrader
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
Markets.com CySEC, FSCA, FCA e ASIC
Tecnologie all’avanguardia
Strumenti di trading
apri ora
Roinvesting Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
GKFX Licenza MFSA, Consob
Fondi dei clienti protetti
Segnali di trading in piattaforma
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Il mercato azionario sale più dell’oro

Una domanda che molti si pongono anche dopo i recenti crolli del prezzi sulle principali commodities, oro compreso. Ma allora qual'è l'investimento migliore oggi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.