Home / Mercati finanziari / Petrolio e Sterlina, i protagonisti dei mercati finanziari

Petrolio e Sterlina, i protagonisti dei mercati finanziari

petrolio-situzione-frammatica

Un clima di generale pessimismo continua a dominare la scena finanziaria. L’ondata di vendite sui mercati si protrae, mentre la discesa del petrolio ha ormai assunto toni drammatici, generando numerose difficoltà per le aziende del settore e, in qualche caso, per l’economia stessa di taluni Paesi.
La quotazione Wti, il riferimento statunitense del greggio, ha chiuso le contrattazioni venerdì sera sotto quota 30 dollari l’oncia, a 29,63, sui minimi degli ultimi undici anni.

Situazione ancora più critica per il Brent, l’oro nero del Mare del Nord, negoziato a 29,10. Di fatto negli ultimi 18 mesi il petrolio ha perso più del 70% del suo valore, nonostante ciò non si vedono ancora segnali di ripresa.

Questo il grafico del petrolio degli ultimi mesi:

petrolio-affonda

La sterlina continua a perdere quota

Sul fronte valutario continua a perdere terreno la sterlina, su cui pesano i dubbi per il possibile referendum sulla Brexit (cioè l’uscita della Gran Bretagna all’Unione Europea) ed una serie di dati macroeconomici negativi arrivati in questo avvio di 2016. Dopo essere stata oggetto di acquisti nei mesi scorsi, la divisa inglese ha perso pesantemente terreno contro il dollaro, arrivando a sfiorare i minimi del 2010, in area 1,42. La sterlina si è deprezzata anche nei confronti dell’euro, facendo registrare l’ottava settimana consecutiva di ribassi, per un calo complessivo prossimo al 10%.

Stabile invece l’euro nei confronti della banconota verde, che passa di mano a 1,0910. Nelle ultime sedute le quotazioni si sono mosse fra 1,08 e 1,10 ed appaiono ancora in attesa di una chiara direzionalità, che potrebbe arrivare soltanto con la rottura al ribasso dell’area 1,05 o al rialzo di 1,15.

Infone l’oro che cede circa l’1%, negoziato a 1.087,5, restando però ancora in positivo da inizio anno.

Cario Alberto De Casa Capo analista presso ActivTrades, Londra

I prodotti finanziari negoziati in marginazione presentano un elevato rischio per il tuo capitale.
ActivTrades PLC è autorizzata e regolata dalla Financial Conduct Authority. Registrazione presso la FCA n. 434413.
ActivTrades Plc. Via Borgonuovo 14/16 20121 Milano – iscritta all’Albo delle imprese di investimento comunitarie con succursale al numero 97.
I livelli di prezzo utilizzati in questa analisi, si riferiscono ai contratti CFD presenti nell’offerta di Activtrades.
Qualsiasi previsione ivi fornita non è un indicatore affidabile di risultati futuri

FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
Roinvesting Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
Brokereo Licenza CySEC
No commissioni su CFD
Segnali di trading
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Il Dollaro Usa rialza la testa. Mercati in attesa dei Non-Farm Payrolls di domani

Le dichiarazioni di Clarida, Vice Presidente della Fed, hanno dato una scossa ai mercati rafforzando il dollaro Usa. Il mercato attende gli importanti dati macro di domani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.