Home / Mercati finanziari / Scenari preoccupanti dei mercati, ma non è ancora la tempesta perfetta

Scenari preoccupanti dei mercati, ma non è ancora la tempesta perfetta

Carlo-Alberto-de-Casa-intervista

In uno scenario cosi preoccupante dei mercati finanziari, abbiamo cercato di trovare una spiegazione a tutto questo facendo alcune domande a Carlo Alberto De Casa, chief analyst di ActivTrades.

Proprio a Carlo Alberto abbiamo chiesto la sua visione sui temi più caldi come il crollo del prezzo del petrolio, l’oro e lo spettro della Brexit per il futuro della Gran Bretagna.
Di tutto questo se ne parlerà ampiamente questa sera nell’incontro Live di Carlo Alberto De Casa per ActivTrades (vedi il programma)

Partendo dall’assoluto protagonista, il petrolio, cosa ne pensi di questa infinita discesa dei prezzi? Con il prezzo del petrolio cosi basso, è un ben per l’Italia?

Il petrolio “low cost” per l’Italia, che è un paese importatore, è di fondo un bene. In teoria dovrebbe abbassare numerosi costi per le aziende, il che implica usi di derivati nella sua produzione dovrebbe essere più economico.
Se nella pratica una discesa dai 110 dollari al barile dell’estate 2014 a 50-60 dollari potevano essere un bene, ora questo crollo sotto i 30 dollari al barile, sta diventando per assurdo negativo. Ci sono aziende produttive e shale oil che stanno chiudendo, con conseguenza perdita di posti di lavoro, che non è mai una buona cosa anche se ciò avviene lontano dall’Italia. La situazione è delicata e ci sono paesi che possono entrare in crisi come Russia, Arabia, alcuni stati del Sud America, determinando minori investimenti in uscita (anche verso l’Italia quindi).
Inoltre un petrolio troppo basso aumenta per l’Europa il rischio deflazionistico e questo è uno dei maggiori problemi attuali. Tutto ciò senza poi contare le tensioni geopolitiche, che in fasi del genere tendono inevitabilmente ad aumentare (ci guadagnano come sempre le aziende che producono armi).
Ultima cosa direi ancora negativo per Eni e Saipem sul fronte interno (e collegate).

Quali sono le protettive future del petrolio?

Il trend di fondo del Petrolio è ancora ribassista, ma attenzione perché in uno scenario attuale di forte compressione dei prezzi, rimbalzi anche importanti sono dietro l’angolo.

Per quanto riguarda l’oro, cosa ne pensi Carlo Alberto della crescita dei prezzi che abbiamo assistito negli ultimi giorni? Quali sono le protettive future per il metallo prezioso?

L’oro, da molti considerato il bene rifugio di eccellenza, ha visto i prezzi ritornare a salire su livelli vicini a 1.100 dollari l’oncia. Non passiamo ancora parlare di un proseguimento rialzista dei prezzi, in quanto il sentiment resta ribassista e la risalita degli ultimi giorni è la causa delle recenti turbolenze che hanno colpito i mercati finanziari.
In una visione più ampia sono dell’idea che l’oro possa essere uno dei protagonisti della scena finanziaria anche nel 2016 e la fine della discesa non ѐ così lontana.

Si parla molto di Brexit, puoi dire cosa ne pensi, quali potrebbero essere le conseguenze per Gran Bretagna e la Sterlina?

Senz’altro una delle tematiche centrali per il 2016 arriverà dalla Gran Bretagna, con lo spettro della Brexit che aleggia sulla sterlina. La divisa di Sua Maestà ha infatti iniziato l’anno in forte discesa nei confronti della principali valute, scontando le attese per nuovi rinvii nel rialzo dei tassi di interesse, ma anche l’incertezza per l’eventuale referendum sull’uscita dall’Unione Europea, che potrebbe mettere in discussione anche la figura di Cameron stesso (confermato alla guida del paese nello scorso maggio). Questo ha portato ad un rapido cambio di opinione degli operatori: nel 2015 il rapporto sterlina/euro era arrivato ai massimi da oltre 8 anni in area 1,45. Sul finire dell’anno la moneta inglese ha mostrato segnali di debolezza, con il rapporto fra le due valute che ha riavvicinato l’area 1,30 (in altre parole nell’estate 2015 con 1000 sterline si ricevevano fino a 1450 euro, a metà gennaio 2016 circa 1310).
Il pound ha perso pesantemente terreno anche nei confronti del dollaro Usa, arrivando ai minimi dal 2009 in area 1,415.

Ringraziamo Carlo per il tempo che ci ha dedicato e attendiamo l’incontro Live di questa sera dove saranno approfonditi gli argomenti appena discussi e per conoscere una visione più ampia dei mercati finanziari nel 2016.

Registrati per partecipare all’evento


Questa la locandina dell’evento

21 Gennaio – Orario:18:00-19:00

L’orizzonte dei mercati nel 2016

Carlo-Alberto-de-CasaRelatore: Carlo Alberto De Casa

Carlo Alberto De Casa fa il punto su un anno, quello appena trascorso, assai turbolento per i mercati finanziari e getta uno sguardo sui possibili scenari nel 2016, dove le azioni delle banche centrali ricopriranno ancora un ruolo chiave.

Iscriviti adesso

I pensieri e le opinioni espresse sono da attribuire all’autore dell’articolo, non necessariamente riflettono l’opinione di ActivTrades Plc. Il presente articolo è solo a scopo informativo e non deve essere considerato una consulenza finanziaria. La decisione di agire attraverso le idee e i suggerimenti indicati nel presente articolo è a esclusiva discrezione del lettore.

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
FXCM Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Sicurezza dei fondi
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
GMO Trading Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
Plus500 Licenza ‎ASiC, CySEC, FCA
Il fornitore più quotato di CFD
Piattaforma WebTrader
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 68 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Analisi dei mercati finanziari del 3 Agosto | ActivTrades Markets Commentary

La prima seduta di negoziazione di agosto vede una ripresa del dollaro Usa in seguito all'aumento dei casi di coronavirus negli Stati Uniti e i crescenti timori di una seconda ondata in Europa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.