Mercato del petrolio‬ – La situazione rimane molto complessa

mercato-petrolio-situazione-complessa

La situazione sul mercato del petrolio‬ sembra trovarsi in una fase di stallo. In particolare le trattative sulle limitazioni alle produzioni, ai vari congelamenti “frozen” proposti, non hanno sortito al momento gli effetti sperati, soprattutto dai giganti produttori appartenenti all’Opec‬ e a quelli non Opec, come la Russia.

La situazione rimane molto complessa perché se non c’è accordo, non c’è semplicemente soluzione e il mercato sembra che continuerà ad essere inondato del petrolio dell’Iran che, tolte le sanzioni, ora vuole di diritto ritornare a produrre a pieno ritmo. Del resto ricordiamo che per questi Paesi, leggi anche Venezuela, la voce di gran lunga maggiormente influente nei bilanci statali, è proprio quella che deriva dalla vendita dell’oro nero.
Venezuela, che detto per inciso, si trova in brutte acque, dopo aver trasformato l’oro detenuto presso la Banca Centrale Venezuelana, in Bond, con un’operazione finanziaria, piuttosto avveniristica.
Inoltre secondo gli ultimi dati sulle scorte detenute dagli Stati Uniti, a livelli record, potrebbero spingere le quotazioni drasticamente al ribasso, secondo una nota di Goldman Sachs.

Ma a parlare è il grafico, (LCrude Apr16- CFD Activtrades) che come sappiamo sconta tutto (…i prezzi…). Seguendo la costruzione della forchetta di Andrews si evidenza come il trend sia ancora all’intero di una fase ribassista, nonostante gli ultimi rimbalzi di mercato che lo hanno portato a vedere quasi quota $39. Questo valore al momento lo consideriamo un’area di principale resistenza. Probabile che vi sia una fase laterale, fino ad incontrare la parte esterna della forchetta dove potremmo assistere ad un importante test di tenuta.
Qualora il prezzo del greggio non avesse la forza di fuoriuscirne, si potrebbero vedere nuovamente quotazioni in direzione dei $30.

petrolio-15-marzo

Carlo Vallotto per ActivTrades.

I prodotti finanziari negoziati in marginazione presentano un elevato rischio per il tuo capitale.
ActivTrades PLC è autorizzata e regolata dalla Financial Conduct Authority. Registrazione presso la FCA n. 434413.
ActivTrades Plc. Via Borgonuovo 14/16 20121 Milano – iscritta all’Albo delle imprese di investimento comunitarie con succursale al numero 97.
I livelli di prezzo utilizzati in questa analisi, si riferiscono ai contratti CFD presenti nell’offerta di Activtrades.
Qualsiasi previsione ivi fornita non è un indicatore affidabile di risultati futuri

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
ActivTrades Licenza Consob, FCA, CSSF
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
XTB Licenza FCA, CySEC, KNF
Piattaforma professionale
Affidabilità e supporto
apri ora
IG Licenza FCA, BaFin, Consob
Oltre 45 anni di esperienza
Trading su CFD e Turbo24
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 62 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Il meeting in Russia potrà condizionare l’andamento del Petrolio

I Paesi OPEC si sono incontrati oggi per discutere dell'offerta internazionale di petrolio. L'esito è stato chiaro i Paesi Opec e non Opec, sono disposti ad appoggiare un'estensione dell'accordo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.