Home / Mercati finanziari / Mercati finanziari, la situazione sembra cambiare

Mercati finanziari, la situazione sembra cambiare

Qualcosa, nella price action che osserviamo quotidianamente sul mercato, sta cambiando. Fino ad un paio di sedute orsono, si assisteva a movimenti lenti al ribasso del dollaro, tipicamente correttivi, alternati a recuperi più impulsivi e sostanziali e si aveva la sensazione che da un momento all’altro, il biglietto verde sarebbe stato in grado di far registrare nuovi massimi. La fame di dollari sembrava inarrestabile e lasciava ovviamente perplessi il fatto che qualsiasi movimento di oro, azionario, o altra materia prima, non modificava tale scenario sul valutario. Poi qualcosa è cambiato, nel senso che, mentre il dollaro continuava a riprendersi velocemente dopo qualche correzione, subentravano pero’ ordini di vendita che lentamente ne hanno modificato la struttura, nella price action e i rialzi del biglietto verde, lentamente sono andati riducendosi sempre di più mentre i ribassi hanno cominciato a diventare più impulsivi e costruttivi. Ne abbiamo avuto conferma ieri sulle oceaniche, che sembravano sempre rompere al ribasso e i supporti crescenti che via via si formavano, ma alla fine tenevano e successivamente salivano sopra le resistenze violandole con buchi di prezzo in quasi ogni circostanza. E stamani ci troviamo con EurUsd a 1.1080 vicino alle prime aree di resistenza chiave poste in area 1.1100 e obiettivi, che se venissero violati questi primi livelli, potremmo anche ricercare in area 1.1230. Il Cable ha fatto un movimento impressionante: lunedì scorso nel tardo pomeriggio, quotava ancora 1.1460 e dopo 3 sedute e mezzo, lo troviamo a 1.2277, oltre il 5.5% di rialzo. AudUsd a ridosso della resistenza chiave a 0.6130 35, con la possibilità, nel caso di violazione, di ritorno in area 0.6300. NzdUsd vicino a 0.6000, dopo che il 19 marzo, ovvero 5 sedute fa, si trovava in area 0.5465, ovvero l’8% meno di oggi. Movimenti che ricordano i mercati azionari o le valute emergenti, come lira turca o rand sudafricano, non certamente quelle del primo mondo industrializzato. Anche UsdCad ha perso 700 pips che in termini percentuali, rappresenta quasi il 5% in 5 sedute.

Insomma un mercato che lentamente sta tornando quello precedente ai picchi di volatilità raggiunti la settimana scorsa, anche se ci vorrà tempo, perchè delle tre questioni che bisogna affrontare, quella finanziaria, quella sanitaria e quella economica, solo la prima sembra essere stata risolta dall’intervento massiccio delle Banche Centrali che hanno tirato fuori i cannoni e hanno provveduto a fornire liquidità praticamente illimitata ai mercati. Ma ovviamente, non basterà a far ripartire tutto, in ragione del fatto che prima vanno risolte la questione sanitaria, verso la quale gli esperti parlano di almeno un mese o due, e quella economica, che, considerati i lockdown che osserviamo in moltissimi paesi, prenderà più tempo, perchè in questo caso la crisi sarà del settore privato e delle aziende, alle quali dovranno essere forniti aiuti concreti, denaro e sconti fiscali, per poter affrontare le emergenze ed evitare la distruzione di importanti settori del tessuto economico nei diversi paesi, non solo in Italia. E’ notizia di ieri che Austria e Germania hanno rifiutato l’emissione dei corona bonds, a cui avevano fatto richiesta diversi paesi, Italia e Spagna in testa, ma anche la stessa Francia e ciò rischia di indebolire una Ue già peraltro divisa sulla decisione della Bce di stampare e immettere liquidità nel circuito. La situazione, nel vecchio continente, pare delicata e solo il ritorno allo spirito guida basato sulla solidarietà che ne aveva caratterizzato la nascita, potrebbe far ritornare fiducia sull’intero progetto europeo.

Intanto segnaliamo il dato dei jobless claims in America che ha sfondato al rialzo tutti i grafici storici mai visti in passato con 3.283.000 richieste di sussidi rispetto ad un consensus di 1.000.000. Ricordiamo che durante le grandi crisi passate, si era arrivati una volta a 700.000. La pandemia negli Usa sta crescendo a ritmi importanti, ed emergono segnali di lockdown importanti come il coprifuoco a Miami da mezzanotte alle sei di mattina. Forse anche per questa ragione, il dollaro sta perdendo terreno, in quanto l’effetto valuta rifugio, potrebbe venir meno proprio in relazione al fatto che i dati macro potrebbero evidenziare un paese in pesante recessione già da questo trimestre. Staremo a vedere.

Buona giornata e buon trading.

Saverio Berlinzani per ActivTrades.

ActivTrades

Profilo dell’analista

Saverio Berlinzani

Nel 1989 inizia il suo percorso lavorativo nel mercato valutario come spot trader per il Banco Lariano. Dal ’91 per la Banque San Paolo di Parigi come trader su lira e franco francese. Dal ‘92 presso il Banco Lariano di Milano spot trader su tutte le valute SME. Dal ’95 per Swiss Bank Corporation capo cambista – Lugano, Ginevra, Londra.

In questi anni, oltre alla specializzazione sul mercato dello spot come market maker, ha sviluppato conoscenze del mercato dei derivati come trader di posizionamento per l’Istituto (Opzioni vanilla ed esotiche), nonché conoscenza diretta delle valute legate ai paesi emergenti (carry trades).

Dal ’98 è rientrato in Italia come Libero professionista in qualità di Consulente Finanziario e Patrimoniale – Presidente e socio fondatore di una società broker in forex. Dal 2009 ad oggi, trader indipendente nel mercato valutario fondatore del sito www.saveforex.it, community di traders con cui condivide quotidianamente in tempo reale la sua operatività forex attraverso una chat e un webinar live.

Chi è ActivTrades

ActivTrades (www.activtrades.eu/it) è un Broker specializzato nella negoziazione di Forex e CFD. Fondata nel 2001, è oggi una delle società leader del settore.
Il suo obbiettivo è quello di massimizzare le attività di trading dei propri clienti, offrendo ad essi una combinazione unica di elementi quali una vasta gamma di strumenti finanziari, spread competitivi e un eccezionale servizio di assistenza.

Dal suo quartier generale, situato nella City di Londra, ActivTrades offre i suoi servizi a una vasta clientela globale che, negli anni, ha potuto apprezzarne l’innovazione continua, l’eccellente ambiente di trading e un’efficace gestione del rischio.

Il Servizio di assistenza ai clienti di ActivTrades è disponibile 24 ore al giorno, da domenica sera a venerdì sera, in 14 lingue tra cui Italiano, Inglese, Francese, Spagnolo, Cinese e Arabo.

La società ActivTrades Plc è autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority. Registrazione presso la FCA n. 434413. Iscritta all’Albo delle imprese di investimento comunitarie con succursale al n. 97. ActivTrades Corp è autorizzata e regolata dalla Securities Commission of The Bahamas. ActivTrades Corp è una azienda commerciale internazionale registrata nel Commonwealth delle Bahamas, con numero di registrazione 199667 B.

I vantaggi di fare trading con ActivTrades

Il Broker londinese ActivTrades offre le migliori condizioni di trading confermate dai più prestigiosi riconoscimenti e sostenuta da trader di tutto il mondo

Miglior esecuzione

Trading con precisione a partire da 0,5 pip su EURUSD, senza requote o costi nascosti.

Supporto Clienti Pluripremiato

Assistenza 24/5, via email, chat e telefono in oltre 14 lingue.

Protezione dei fondi

Assicurazione integrativa per proteggerti fino a 1.000.000£

Il trading mobile

Fai trading ovunque tu sia, con la nostra piattaforma web o mobile.

  • No commissioni nè costi nascosti per aprire o chiudere un ordine;
  • Trading a partire da un micro lotto e massimizza la flessibilità del tuo trading con leva;
  • Supporto clienti italiano rapido e disponibile;
  • Le migliori piattaforme di trading;
  • Webinar settimanali e formazione personalizzata con formatori specializzati;
  • Demo gratuita.
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 75,7% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con ActivTrades. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
Plus500 Licenza ‎ASiC, CySEC, FCA
Il fornitore più quotato di CFD
Piattaforma WebTrader
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
ETFinance Licenza CySEC
Spread stretti
Piattaforma MT4
apri ora
GMO Trading Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 68 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Analisi dei mercati finanziari del 25 Maggio | ActivTrades Markets Commentary

Non si placano le preoccupazioni da parte degli investitori sulle rinnovate tensioni tra Stati Uniti e Cina. Da segnalare il rialzo del dollaro USA in seguito all'aumento della domanda di beni rifugio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.