Le ottime performance di Wall Street spingono al rialzo le borse europee

Apertura positiva per i principali indici europei che beneficiano dell’ottima chiusura di Wall Street con il Dow Jones che ha toccato nuovi massimi storici.
In leggero rialzo anche Piazza Affari dove brillano Finmeccanica e settore lusso

Osservati speciali per oggi: Mediolanum, Piaggio e Prysmian.

Questa l’analisi del 6 marzo sui mercati finanziari.

Analisi di di borsa 6 marzo
Grafico di borsa 6 marzo – Fonte ADVFN – Clicca per aggiornare le quotazioni

Nella borsa di Milano, molto bene Finmeccanica, Mediaset, Cir e Mondadori. In evidenza anche i titoli del settore lusso come Ferragamo e Brunello Cucinelli.

Bene anche Yoox. Gli analisti di Deutsche Bank hanno portato il target price del titolo a 15,3 euro dai precedenti 13,5 euro ed hanno confermato il giudizio “buy”.

In progresso Italmobiliare. La controllata Italcementi ha chiuso il 2012 con una perdita netta di 362,4 milioni di euro a causa di oneri non ricorrenti pari a 475 milioni. Per l’esercizio 2013 Italcementi prevede di registrare un miglioramento del margine operativo lordo.

Brembo prolunga il rally di ieri in scia ai report positivi di Exane e UBS. Ieri la società ha annunciato di aver archiviato il 2012 con fatturato in crescita (+10,7% a/a a €1.388,6 milioni) e Utile netto in crescita dell’81,1% a/a a €77,8 milioni. Il cda ha proposto la distribuzione di un dividendo di €0,40 per azione (+33,3% rispetto a quello distribuito nel 2011).

Debole Ansaldo STS (-1,3%) che ha chiuso il 2012 con ricavi in rialzo del 3% a/a e utile netto consolidato, passato dai 73,1 milioni del precedente esercizio a 75,7. Goldman Sachs ha abbassato il target sul titolo da 7,8 a 7,5 euro, ancora ben al di sopra dei 7,05 circa attuali.

HEADLINES

Italcementi chiude il 2012 con un rosso di 362,4 mln euro
Italcementi chiude il 2012 con una perdita netta di 362,4 milioni. E’ quanto rende noto la società in un comunicato, nel quale si specifica che il Cda proporrà all’assemblea la distribuzione di un dividendo da 0,06 euro sia per le azioni ordinarie che per le risparmio (pagamento previsto al prossimo 23 maggio). I ricavi consolidati si sono attestati a 4,480,1 miliardi di euro, dato anticipato al 5 febbraio scorso. Gli oneri non ricorrenti per 475 milioni pesano sui dati di bilancio; se fossero stati esclusi infatti l’utile si sarebbe attestato a circa 113 milioni. In calo il margine operativo lordo corrente, passato da 701,1 milioni del 2011 a 632,4. Per l’anno corrente Italcementi prevede di registrare un miglioramento del margine operativo lordo.

Ansaldo Sts: +3% i ricavi 2012
Ansaldo Sts chiude il 2012 con ricavi in rialzo del 3% rispetto al 2011, a 1.247,8 milioni di euro. E’ quanto rende noto la società in un comunicato. Cresce anche l’utile netto consolidato, passato dai 73,1 milioni del precedente esercizio a 75,7; positivo anche il risultato operativo, salito a 117,1 milioni dai 116,1. Calano del 31% gli ordini acquisiti, pari a 1.492,3 milioni. Gli 2011, precisa il gruppo, era stato caratterizzato dall’eccezionale ordine relativo alla metropolitana di Honolulu. Per Sergio De Luca, AD della società, “nel più ampio contesto di crisi internazionale e di un mercato ancora caratterizzato dalla riduzione degli investimenti e dalla conseguente crescita della competizione e tensione sui prezzi, l’esercizio appena chiuso è da considerarsi chiaramente positivo ed il linea con le attese”. Il Cda ha deciso di proporre all’assemblea degli azionisti la distribuzione di un dividendo di 0,18 euro per azione.

Henkel: +42% risultato operativo IV trimestre 2012
Henkel chiude il quarto trimestre dell’esercizio fiscale con vendite in crescita del 5,3% a 4 miliardi di euro. Sull’intero 2012 il fatturato si è attesta a 16,51 miliardi. L’Ebit dell’ultimo periodo del 2012 del gruppo tedesco è salito del 42% rispetto allo stesso periodo del 2011 a 492 milioni, mentre l’utile ante imposte ha registrato un incremento del 69% a 343 milioni. Il Cda ha proposto un dividendo pari a 0,93 euro per azione. Per il 2013 Henkel stima un aumento delle vendite compreso tra il 3 ed il 5%; i profitti adjusted potrebbero progredire del 10%.

Sharp: balzo in borsa dopo annuncio alleanza con Samsung
E’ stata approvata dal Cda di Sharp l’alleanza con la concorrente sudcoreana Samsung. A dare conferma le stesse società asiatiche, dopo che il quotidiano economico “Nikkei” aveva anticipato la notizia, scrivendo sul suo sito internet che Sharp dovrebbe emettere nuove azioni destinate a Samsung per un controvalore di circa 10 mil iardi di yen ed un pacchetto di azioni vicino al 3% del capitale del gruppo nipponico. Sharp infatti sarebbe pronto ad un aumento di capitale a favore del colosso degli smartphone e delle televisioni, con l’obiettivo di rafforzare la sua base finanziaria e garantire l’attività del suo core business, ovvero gli schermi a cristalli liquidi. Brillante seduta di Sharp alla borsa di Tokyo; il titolo chiude le contrattazioni in rialzo del 14% a 341 yen.

Berenberg alza il prezzo obiettivo di Fiat
Berenberg ha portato il target price di Fiat a 7,2 da 6,4 euro ma il rating rimane “sell”.

ING cede ING Direct UK a Barclays
Il gruppo finanziario ING ha annunciato la cessione di ING Direct UK a Barclays trasferendo 13,4 miliardi di euro di risparmi e depositi (11,6 miliardi di sterline) e 6,4 miliardi di euro di mutui alla banca britannica. Come preannunciato, parte del portfolio è stato liquidato per facilitare la transazio ne. Gli effetti delle operazioni sono stati registrati nei risultati del terzo e quarto trimestre del 2012. E’ stata registrata un perdita complessiva per le cessioni delle attività e del portafoglio investimenti per circa 260 milioni di euro, inferiore alle attese di perdite da 320 milioni di euro. Per ING la riduzione degli asset ponderati per il rischio comporta il rilascio di capitale per circa 280 milioni di euro con un impatto positivo sul core tier 1 ratio della banca dell’11,9% al 31 dicembre 2012.

DATI MACRO ATTESI

Mercoledì 6 marzo 2013
11:00 EUR PIL T4;
14:15 USA Nuovi occupati settore privato (ADP) feb;
16:00 USA Ordinativi industriali gen;
16:30 USA Scorte settimanali petrolio e derivati;
20:00 USA Beige Book (Fed).

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
ActivTrades Licenza Consob, FCA, CSSF
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
XTB Licenza FCA, CySEC, KNF
Piattaforma professionale
Affidabilità e supporto
apri ora
IG Licenza FCA, BaFin, Consob
Oltre 45 anni di esperienza
Trading su CFD e Turbo24
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 62 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

La borsa di Milano mette da parte situazione di Cipro

Apertura debole le principali piazze europee. La borsa di Milano ritraccia dopo la bella crescita di ieri. L'Euro si dimostra forte rimbalzando sui livelli di supporto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.