Home / Mercati finanziari / Il dollaro rimane forte. La corsa non è finita

Il dollaro rimane forte. La corsa non è finita

Si ricomincia da dove ci eravamo lasciati, ovvero con un dollaro che corregge leggermente dai massimi, ma che non pare, almeno per il momento, avere qualche ragione per mollare la presa.

I temi e le questioni macro o geopolitiche sui tavoli internazionali restano estremamente complesse, al di là delle dichiarazioni di facciata e per ora, almeno, non trovano ancora soluzioni che siano pienamente condivise. Di fatto è un periodo di grandi e complesse trattative, le quali però avvengono in un periodo di rallentamento globale che ora sta colpendo anche il sud est asiatico, Cina e Corea del Sud in particolar modo, con cali del settore export intorno al 20% nell’ultimo periodo.

Questa notte sono usciti i dati sull’import ed export coreani, scesi rispettivamente del 19.1% e del 15.4%. È chiaro che tutti sperano che non vi sia un crollo dei mercati azionari, che potrebbe innescare un aumento pericoloso del risk off e amplificare i rischi, già percepiti ma ancora, tutto sommato, sotto controllo. Jerome Powell ha dichiarato ieri sera che la Fed non ha alcuna fretta di muoversi sui tassi, e aspetterà l’evoluzione della crescita globale prima di agire. L’economia Usa vive un periodo di stabilità e di mantenimento della congiuntura, con inflazione sotto controllo. Successivamente ha aggiunto che è necessario proseguire nell’opera di riduzione del bilancio, il che di fatto allontana il taglio del costo del denaro, contribuendo al mantenimento di un dollaro forte, spiegando poi ciò che in molti hanno sostenuto dopo l’uscita del dato sui payrolls, dovuto, a detta del Governatore, allo shutdown dei primi mesi del 2019.

Sul fronte rapporti con la Cina emerge che per ora americani e cinesi stanno ancora negoziando per telefono e non hanno ancora previsto la data del fatidico incontro per la firma di Trump e il Presidente cinese Xi, anche se potrebbe avvenire alla fine di marzo o al più tardi, alla fine di aprile. Dal canto suo la Pboc si è impegnata a sostenere l’economia stimolando i prestiti alle aziende e riducendo i costi di finanziamento, e mantenendo ampia la liquidità con politiche anticicliche.

Sul fronte valutario, l’EurUsd ha leggermente recuperato rispetto ai minimi, tornando sopra 1.1230 anche se queste paiono solo correzioni di un più ampio movimento ribassista legato al nuovo Tltro proposto dalla Bce, che, a meno di un improvviso ribasso del biglietto verde dovuto a cause esogene, dovrebbe proseguire con obiettivi intorno a 1.1080 1.1100. Nello stesso momento pure la sterlina è in deciso calo ed è tornata sotto 1.3000, sempre in ragione delle difficoltà di trovare un accordo condiviso sulla Brexit. I colloqui tra i negoziatori vanno avanti, anche se sembra al momento ancora estremamente complicato il raggiungimento di una soluzione alle problematiche legate al backstop irlandese e all’accordo tra i Conservatori. 1.2940 50 è un punto cruciale. Se dovesse essere violato, si potrebbe tornare nuovamente in area 1.2775 80 e quindi sotto 1.2600.
Sulle oceaniche siamo sempre in bilico, nel senso che Aud tende lentamente a scivolare, mentre Nzd tiene meglio tanto che AudNzd è tornato a scendere e non è lontano dai minimi dell’anno visti con il flash crash dell’inizio dei Gennaio a 1.0280. La sensazione è che non si siano ancora visti i minimi anche se sono presenti divergenze e livelli di minimi precedenti non lontani e accattivanti sotto un certo punto di vista. Anche lo Jpy si è rafforzato e appare pronto ad una rivalutazione violenta, nel caso dovesse aumentare la paura e l’avversione, con un livello chiave posto a 110.40, la cui violazione aprirebbe la strada a livelli intorno a 108.30 nuovamente. Infine uno sguardo al dollaro canadese, in leggero recupero dopo i positivi dati di venerdì scorso, anche se nel medio termine, il trend resta ancora rialzista con target intorno a 1.3600 nuovamente. Insomma, dollaro che non ha finito di salire, e per vederlo scendere occorre una motivazione forte o un evento esogeno scatenante, che per ora non si intravede.

Saverio Berlinzani per ActivTrades.

I vantaggi di fare trading con ActivTrades

ActivTrades offre le migliori condizioni di trading confermate dai più prestigiosi riconoscimenti e sostenuta da trader di tutto il mondo

Miglior esecuzione

Fai trading con precisione a partire da 0,5 pip su EURUSD, senza requote o costi nascosti.

Supporto Clienti Pluripremiato

Assistenza 24/5, via email, chat e telefono in oltre 14 lingue.

Protezione dei fondi

Assicurazione integrativa per proteggerti fino a 1.000.000£

Il trading mobile

Fai trading ovunque tu sia, con la nostra piattaforma web o mobile.

  • Trading senza commissioni nè costi nascosti per aprire o chiudere un ordine;
  • Trading a partire da un micro lotto e massimizza la flessibilità del tuo trading con leva;
  • Supporto clienti italiano rapido e disponibile;
  • Le migliori piattaforme di trading;
  • Webinar settimanali e formazione personalizzata con formatori specializzati;
  • Demo gratuita.

Profilo dell’analista

Saverio Berlinzani

Nel 1989 inizia il suo percorso lavorativo nel mercato valutario come spot trader per il Banco Lariano. Dal ’91 per la Banque San Paolo di Parigi come trader su lira e franco francese. Dal ‘92 presso il Banco Lariano di Milano spot trader su tutte le valute SME. Dal ’95 per Swiss Bank Corporation capo cambista – Lugano, Ginevra, Londra.

In questi anni, oltre alla specializzazione sul mercato dello spot come market maker, ha sviluppato conoscenze del mercato dei derivati come trader di posizionamento per l’Istituto (Opzioni vanilla ed esotiche), nonché conoscenza diretta delle valute legate ai paesi emergenti (carry trades).

Dal ’98 è rientrato in Italia come Libero professionista in qualità di Consulente Finanziario e Patrimoniale – Presidente e socio fondatore di una società broker in forex. Dal 2009 ad oggi, trader indipendente nel mercato valutario fondatore del sito www.saveforex.it, community di traders con cui condivide quotidianamente in tempo reale la sua operatività forex attraverso una chat e un webinar live.

Profilo ActivTrades

ActivTrades (www.activtrades.eu/it), fondata nel 2001, è un broker specializzato nella negoziazione di Forex e CFD, tra I leader del settore. La società mira a massimizzare le attività di trading dei propri clienti, offrendo ad essi una combinazione unica di elementi quali una vasta gamma di strumenti finanziari, spread competitivi e un eccezionale servizio di assistenza.

Dal suo quartier generale, situato nella City di Londra, ActivTrades offre i suoi servizi a una vasta clientela globale che, negli anni, ha potuto apprezzarne l’innovazione continua, l’eccellente ambiente di trading e un’efficace gestione del rischio.

Il Servizio di assistenza ai clienti di ActivTrades è disponibile 24 ore al giorno, da domenica sera a venerdì sera, in 14 lingue tra cui Italiano, Inglese, Francese, Spagnolo, Cinese e Arabo.

ActivTrades PLC è autorizzata e regolata dalla Financial Conduct Authority. Registrazione presso la FCA n. 434413. ActivTrades PLC. Via Borgonuovo 14/16 20121 Milano – Iscritta all’Albo delle imprese di investimento comunitarie con succursale al numero 97.

Avvertenza al rischio

I livelli di prezzo utilizzati in questa analisi, si riferiscono ai contratti CFD presenti nell’offerta di ActivTrades.

Le informazioni qui fornite non costituiscono una ricerca di investimento. I materiali non sono stati preparati in conformità ai requisiti legali volti a promuovere l’indipendenza della ricerca di investimento e in quanto tali devono essere considerati come una comunicazione pubblicitaria.

Tutte le informazioni sono state preparate da ActivTrades PLC (altresì “AT”). Le informazioni non contengono una raccolta dei prezzi di AT, né possono essere intese come offerta, consulenza, raccomandazione o sollecitazione ad effettuare transazioni su alcuno strumento finanziario. Non viene fornita alcuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o alla completezza di tali informazioni. Qualsiasi materiale fornito non tiene conto dell’obiettivo di investimento specifico e della situazione finanziaria di chiunque possa riceverlo. I risultati passati non sono un indicatore affidabile dei risultati futuri. AT fornisce un servizio di sola esecuzione. Di conseguenza, chiunque agisca in base alle informazioni fornite lo fa a proprio rischio.

I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 75,7% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con ActivTrades. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
FXCM Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Sicurezza dei fondi
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
GMO Trading Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
Plus500 Licenza ‎ASiC, CySEC, FCA
Il fornitore più quotato di CFD
Piattaforma WebTrader
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 68 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Sul Forex la finta bassa volatilità potrebbe nascondere insidie

Sul Forex i principali cambi rimangono ancora in trading-range, tipica situazione di bassa volatilità del periodo estivo. Questo il commento sulla discesa di Euro e la situazione delle altre valute

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.