Home / Mercati finanziari / L’analisi dei prezzi dell’oro in seguito alla decisione della ‪Federal Reserve‬

L’analisi dei prezzi dell’oro in seguito alla decisione della ‪Federal Reserve‬

mercato-oro

Alla fine il presidente della ‪Federal Reserve‬ Janet ‪Yellen‬, ha deciso di approvare l’aumento di 0.25 Bps il costo del denaro in ‪America‬, portandolo da 0.25 a 0.50. Certo naturalmente questa decisione non ha sconvolto i mercati, visto che hanno avuto quasi 10 mesi per assorbire la notizia. E certamente questo leggero incremento, non impatterà nella vita economico finanziaria, in maniera eclatante.

Il reale motivo per cui la Banca Centrale Americana ha voluto comunicare non solo agli investitori ma al mondo intero, optando per il rialzo dei Fed‬ Fund, è che l’economia del Paese a Stelle e Strisce, è in netta ripresa ed è in fase di rafforzamento. Poi effettivamente poco cambierà in termini tecnici.

Una scelta che ha lasciato uno strascico di polemiche, come ogni scelta di rispetto che si prende. Pur non volendo appositamente addentrarmi nel merito, vorrei solo sottolineare, che dal punto di vista macro economico, poco o nulla è cambiato dalle ultime due riunioni del FOMC‬. Forse questo era ormai un atto dovuto, visto che l’inflazione è ancora su valori molto bassi e non certo tali da giustificare una stretta monetaria. Ma come detto prima, il messaggio lanciato ha un sapore più politico che economico.

L’analisi dei prezzi dell’oro non lascia molto spazio all’immaginazione: con un costante down trend, culminato sul finire di quest’anno nel registrare minimi relativi assoluti a $1046.14 (CFD Activtrades price), ora l’oro si trova su questo punto di importante supporto, come scrivevamo nell’analisi del 26/10 “il punto di supporto a $1.147 su time frame Weekly. Interessante notare come vi sia una divergenza con l’indicatore di Forza Relativa a 14 periodi, che lascerebbe presupporre, se non altro, un alleggerimento della pressione ribassista.

analisi-mercato-oro

Buon trading a tutti

Carlo Vallotto per ActivTrades

I prodotti finanziari negoziati in marginazione presentano un elevato rischio per il tuo capitale.
ActivTrades PLC è autorizzata e regolata dalla Financial Conduct Authority. Registrazione presso la FCA n. 434413.
ActivTrades Plc. Via Borgonuovo 14/16 20121 Milano – iscritta all’Albo delle imprese di investimento comunitarie con succursale al numero 97.
I livelli di prezzo utilizzati in questa analisi, si riferiscono ai contratti CFD presenti nell’offerta di Activtrades.
Qualsiasi previsione ivi fornita non è un indicatore affidabile di risultati futuri

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
Markets.com Licenza CySEC, FSCA
Strumenti di trading avanzati
Strategie personalizzate
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
FXCM Licenza FCA, Consob
Zero commissioni
Strumenti di trading esclusivi
apri ora
GMO Trading Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 68 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

EurUsd scende sotto al punto critico di 1,17. Cosa spettarsi ora?

Il Dollaro USA è ancora il protagonista sui mercati con deciso recupero nei confronti delle altre valute. Il cambio EurUsd è sceso sotto al punto critico di 1,17. Questa la situazione sui mercati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.