Home / Forex / Fattori che influenzano il Dollaro USD nel 2021

Fattori che influenzano il Dollaro USD nel 2021

Il dollaro statunitense (USD) è la valuta più potente e più scambiata al mondo. La sua reputazione non finisce qui; è la più grande economia del mondo che rende l’USD un’icona chiave dell’economia globale. Inoltre, USD è anche detenuto dalle principali istituzioni finanziarie per intraprendere transazioni internazionali.

Nel 2020, quando il virus COVID-19 ha provocato il caos in tutto il mondo, ha paralizzato le economie globali, gli Stati Uniti sono stati in prima linea nell’impatto, guidando il numero di casi e decessi. Anche le elezioni presidenziali statunitensi hanno avuto un forte effetto sul dollaro USA.

La pressione sul dollaro USD è forte. Nel 2021, quale sarà il destino della valuta di riserva mondiale? Dopo essere precipitato per gran parte del 2020, ci sono diversi fattori che potrebbero rafforzare o indebolire l’USD nel 2021.

Ecco cinque fattori che influenzeranno l’USD nel 2021.

5 fattori che influenzano il Dollaro USD

La politica della Federal Reserve nel 2021

Il ruolo della Federal Reserve, la banca centrale più potente del mondo, nell’acquisto di dollari e nella vendita di valuta estera, e viceversa, non cambierà. La Federal Reserve ha fornito indicazioni che manterranno i tassi vicino allo zero almeno fino al 2023 e continueranno ad acquistare obbligazioni per sostenere l’economia statunitense in questo momento difficile.

La Federal Reserve sta acquistando 120 miliardi di dollari al mese ed è pronta ad aumentarlo se necessario. Contrariamente alle reazioni nel Regno Unito e nell’Eurozona, ciò si è tradotto in una svalutazione diretta del dollaro.

I tassi della banca e gli impegni di Qe non rimarranno costanti per sempre. La revisione della politica della Fed nel 2020 voleva raggiungere la massima occupazione e stabilità dei prezzi, accogliendo anche segnali di aumento dei prezzi che riflettevano un’economia in crescita e compensando anche l’inflazione stagnante negli anni precedenti.

Nel 2020, con la pandemia che incombe sull’economia, i prezzi sono aumentati troppo rapidamente. La crisi ha causato la chiusura dell’offerta a causa della mancanza di domanda. Una volta che tutto sarà a posto e le persone torneranno alla loro vita normale, la situazione finanziaria migliorerà, aumentando il tasso di consumo. In tali circostanze, la domanda può superare l’offerta e portare a un aumento dei prezzi a breve termine.

A causa della deglobalizzazione, l’inflazione a lungo termine aumenterà. La pandemia ha dimostrato che invece di fare affidamento su importazioni a basso costo, è necessario sostenere e acquistare prodotti a livello locale.

Per contrastare l’aumento dei prezzi, la Federal Reserve potrebbe aumentare i tassi di interesse; questo rafforzerà il dollaro.

Sebbene non sia probabile che la Federal Reserve aumenti i tassi quando viene colpita dall’inflazione, potrebbe ritirare l’acquisto di obbligazioni o aumentare i tassi nel 2022. Qualsiasi indicazione che i federali siano più severi sulle politiche monetarie potrebbe disturbare i mercati valutari.

Recupero dalla pandemia

Il ritmo di stop-start dei lanci di vaccini in tutto il mondo ha avuto un effetto diverso su diverse valute. I sentimenti alla base delle speranze di un vaccino hanno rafforzato l’euro, ma il dollaro è sceso.

La maggior parte dei paesi dell’Unione Europea e del Regno Unito ha visto accelerare le campagne di vaccinazione nel primo trimestre del 2021. I progressi hanno compensato gli elevati tassi di casi abbastanza da spingere la sterlina più in alto e fornire la speranza che le cose tornino presto alla normalità. Mentre gli Stati Uniti affrontano infezioni e tassi di vaccinazione vacillanti, il dollaro potrebbe continuare la sua discesa.

Tuttavia, gli scienziati temono che i vaccini possano essere inefficaci con le mutazioni. Questo potrebbe costringere i ricercatori a ricominciare da zero e rifare le loro vaccinazioni. Qualsiasi ritardo nella risoluzione dei problemi medici rallenterebbe il recupero. Mentre aumentano i timori di una seconda o terza ondata di coronavirus, gli investitori potrebbero fuggire verso uno degli asset più sicuri sul mercato: il dollaro USD.

Stimolo fiscale USA

Nel dicembre 2020, un mese prima di lasciare l’incarico, l’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha firmato un disegno di legge di stimolo, rilasciando 900 miliardi di dollari in fondi di emergenza. Nel gennaio 2021, il presidente Joe Biden ha firmato un pacchetto di incentivi da 1,9 trilioni di dollari che includerà anche indennità di disoccupazione, programmi di vaccinazione e fondi per gli agenti locali per combattere il virus.

Cosa significano importi sbalorditivi di queste dimensioni per il dollaro USA? Oltre agli aiuti, ai supplementi assicurativi e ai benefici, il pacchetto fiscale potrebbe sollevare l’infrastruttura al collasso dell’economia statunitense e mitigare il dolore causato da un anno di restrizioni economiche. Anche se vi sono segnali che l’economia statunitense stia iniziando a migliorare, l’abbondanza di stimoli monetari e fiscali ha avuto un effetto negativo sull’indice del dollaro USA (Dollar Index).

Relazioni commerciali globali

Stati Uniti e Cina sono gli attori più importanti dell’economia globale (entrambi i paesi insieme rappresentano circa il 40% dell’attività economica globale). Le relazioni commerciali e tecnologiche tra Cina e Stati Uniti sono state tese negli ultimi anni. Una guerra commerciale ostile sotto l’ex presidente Donald Trump ha visto imporre tariffe su una serie di beni scambiati tra queste enormi economie. Nel 2020, Stati Uniti e Cina si sono scontrati sulla trasparenza sull’origine del virus COVID-19.

Con il presidente Biden in carica, le tensioni si approfondiranno o diminuiranno? Le più grandi economie del mondo dipendono ancora pesantemente l’una dall’altra e la tregua occasionale peserebbe sul dollaro USD.

Ulteriori sanzioni contro le società cinesi potrebbero mandare gli investitori alla sicurezza del dollaro USA. Se le attuali controversie commerciali non saranno risolte secondo le regole del commercio stabilite dall’Organizzazione mondiale del commercio (OMC), le tensioni sino-americane saranno probabilmente un fattore positivo per il dollaro nel 2021.

Azione della Banca centrale europea

Il sistema bancario centrale degli Stati Uniti, rispetto alla Banca centrale europea (BCE), è più potente. Tuttavia, la BCE ha un’influenza crescente sul dollaro. La BCE ha presentato un programma di acquisto di obbligazioni di emergenza per far fronte allo shock economico della pandemia.

1,35 trilioni di euro utilizzati per espandere il Programma di acquisto di emergenza pandemica (PEPP) della BCE. Ciò ha sostenuto l’euro e l’economia della zona euro durante la crisi del coronavirus. Questo sta spingendo l’euro al rialzo contribuendo alla debolezza del dollaro.

La Bce potrebbe far scadere il suo programma all’inizio del 2022, pesando così sull’euro e sostenendo il dollaro. Inoltre, la banca potrebbe ridurre ulteriormente il tasso di deposito al di sotto di -0,50%, una mossa che deprimerebbe la valuta.

Dopo una brutta fase per gran parte del 2020, diversi fattori potrebbero influenzare positivamente l’USD fino al 2021.

Ti potrebbe interessare:

A questo punto se sei seriamente intenzionato a diventare un trader Forex di successo, fare trading sul dollaro Usd o altre coppie di valute, questa è la guida Forex per principianti ti sarà di grande aiuto, dopotutto, meriti di avere la migliore formazione sul Forex possibile, vero?

Guida Forex per principianti

Se sei in cerca di una guida completa al trading questo ebook è quello che fa per te. Un manuale di trading rivolto a tutti coloro che si avvicinano al mondo degli investimenti online, a quelle persone che vogliono migliorare i loro risultati, o a quelle che vogliono semplicemente informarsi per poter comprendere al meglio il mondo del trading.
Consigli utili per iniziare a fare trading nel modo giusto, tutto incluso in una unica guida in italiano, considerata da molti la più semplice e completa.

In questa guida sono trattati tutti gli argomenti che stanno alla base di questa attività. Tutto spiegato con un linguaggio semplice per guidare il lettore nel percorso che va dai primi passi fino alle migliori strategie di trading.

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite Doveinvestire su Google News, Facebook, Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Per restare aggiornati sulle notizie pubblicate sul nostro portale attiva le notifiche dal pulsante verde in alto (Seguici) o iscriviti al nostro canale Telegram di Dove Investire

Avviso esplicito sui rischi: non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite o danni commerciali a causa di affidamento sulle informazioni contenute all’interno di questo sito, compresi i dati, le citazioni, i grafici e i segnali di acquisto/vendita. La negoziazione sui mercati finanziari è una delle forme più rischiose di investimento possibili. Tutti i prezzi e i segnali di acquisto/vendita sono indicativi e non adeguati ai fini di negoziazione, inoltre, non sono forniti da un cambio, ma piuttosto dai market maker, quindi potrebbero non essere precisi e possono differire dal prezzo effettivo di mercato. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite commerciali nelle quali si potrebbe incorrere come conseguenza dell’utilizzo di questi dati. Il testo riportato non costituisce attività di consulenza da parte di Dove Investire né, tanto meno, offerta o sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari. Le informazioni ivi riportate sono di pubblico dominio e sono considerate attendibili, ma il portale Dove Investire non è in grado di assicurarne l’esattezza. Tutte le informazioni sono date in buona fede sulla base dei dati disponibili, ma sono suscettibili di variazioni anche senza preavviso in qualsiasi momento dopo la pubblicazione. Si declina ogni responsabilità per qualsivoglia informazione esposta in questa pubblicazione. Si invita a fare affidamento esclusivamente sulle proprie valutazioni delle condizioni di mercato nel decidere se effettuare un’operazione finanziaria e nel valutare se essa soddisfa le proprie esigenze. La decisione di effettuare qualunque operazione finanziaria è a rischio esclusivo dei destinatari della presente informativa.

FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
NSBroker Licenza MFSA, FCA, Consob
Piattaforma di trading avanzata
Trading su criptovalute
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
Roinvesting Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Oro e Argento sotto pressione ma c’è spazio per ulteriori recuperi

Riportiamo l'analisi del mercato dell'oro e dell'argento di oggi venerdì 16 luglio pubblicata da Carlo Alberto De Casa per Kinesis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.